Come Creare Un Sottopiatto Simile Al Pizzo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Un sottopiatto in simil pizzo è una valida ed economica alternativa ai ben più costosi sottopiatti in merletto ricamato e di certo non vi farà sfigurare durante le cene importanti che organizzerete. Per realizzare un sottopiatto in resina colorata, con una trama simile al pizzo, vi consiglio di leggere e seguire, le semplici e rapide istruzioni tecniche qui riportate. Si tratta di un modo creativo e manuale che ti permetterà di creare con pochi materiali un raffinato e originale sottopiatto fai da te.

25

Occorrente

  • Resina liquida
  • catalizzatore
  • misurini
  • pizzo da fotocopiare
  • fogli PVC
  • forbici
  • fogli di carta
  • sac à poche
  • sgarzino
  • nastro adesivo
  • cartoncino
35

Il sottopiatto che andrai a realizzare verrà prodotto con l'aiuto di una resina liquida, facilmente reperibile in cartoleria o dal ferramenta di fiducia. Per cominciare, fai una fotocopia del pizzo da realizzare, tramite la resina colorata. Puoi trovare un ampio catalogo di trame al link http://www.cicciomessere.it/default.asp?id=18&mnu=18 Scarica l'immagine che preferisci e quindi stampa la foto del pizzo scelto, e disponi tale copia sopra un foglio di cartoncino su di una base d'appoggio piana. Dopodichè, fissa i vari fogli uno sopra l'altro, fissa la fotocopia sopra il cartoncino colorato e il foglio in PVC, sopra la fotocopia del pizzo, bloccandoli in posizione con nastro di carta adesivo.

45

Nel frattempo, prendi due fogli di carta bianchi e disponi sopra circa 10 cucchiai di resina colorata e 5 di catalizzatore solido. Dopo di ciò, mescola bene i due componenti con delicatezza, mediante la spatola. Intanto, prosegui il tuo lavoro, inserendo tale composto di resina dentro un sac à poche (che potrai realizzare molto velocemente anche con della carta da forno, come indica questa guida: http://www.ricettelastminute.com/crea-e-ricicla/102-come-fare-una-sac-a-poche-con-la-carta-forno), quindi inizia a creare il tuo sottopiatto con decoro di pizzo, versando con delicatezza e attenzione, la resina colorata nel decori visibili in trasparenza sul foglio in PVC.

Continua la lettura
55

Una volta che avrai terminato il motivo decorativo del tuo sottopiatto, creando una trama di pizzo omogenea, lascia riposare il tutto per almeno 24 ore. Trascorso tale tempo, il pizzo in resina creato, si potrà staccare con facilità dal foglio di cartoncino senza rompersi. Infine, con l'aiuto della spatola, estrai il sottopiatto con la trama di pizzo che hai creato, e lascialo per un altro giorno a riposo prima di utilizzarlo affinché sia garantito il massimo di elasticità e stabilità della fibra sintetica. Non mi resta che augurarvi un buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare decori con il pizzo

Il pizzo è la decorazione per eccellenza che aiuta a valorizzare qualsiasi oggetto. Capita di avere in casa delle rimanenze di pizzi di varie forme, di cotone o sintetici... Queste possono diventare delle splendide decorazioni per le scatole, vasi di...
Bricolage

Come decorare una consolle in legno con un centrino di pizzo

Il pizzo o merletto è una particolare lavorazione del filato che permette di ottenere un tessuto leggero ed elegante. I centrini in pizzo, infatti, permettono di decorare finemente i mobili aggiungendo un tocco di eleganza classica.In questa guida vedrete...
Bricolage

Come Decorare Un Piatto Con Carta Pizzo

Il pizzo sta diventando sempre di più un elemento costitutivo presente nelle nostre case per realizzare delle bellissime decorazioni da poggiare su piatti, bicchieri, vasi e quant'altro. Infatti la caratteristica della trasparenza del vetro esalta il...
Bricolage

Come realizzare il decoupage con il pizzo

Il pizzo è il protagonista assoluto di questa stagione, declinato nel classico bianco, nel nero sofisticato o persino in colori vivaci o tenui, lo troviamo ovunque su abiti e accessori: perché allora non utilizzarlo anche per decorare la casa con un...
Bricolage

Come decorare una candela a cilindro con centrino di pizzo

Le candele sono una delle più antiche fonti di luce ma nonostante il passare del tempo non hanno perduto il loro fascino, anzi! Oggi sono state prescelte come oggetto decorativo e vengono usate per dare agli ambienti una particolare atmosfera calda e...
Bricolage

Come applicare il pizzo su delle scarpe di tela

Spesso la voglia di cambiare ci porta a cercare di rinnovare il nostro look ed i nostri accessori. Purtroppo, però, non sempre troviamo sul mercato quello che stiamo cercando o quello che avevamo in mente ed allora possiamo ricorrere a delle decorazioni...
Bricolage

Come realizzare una striscia di pizzo

Per abbellire i capi di corredo, è possibile realizzare strisce di pizzo ai ferri oppure all'uncinetto ed utilizzarle come tramezzi per una tenda, al centro di una tovaglia, per impreziosire un copriletto importante oppure semplicemente per rifinire...
Bricolage

Come Realizzare Un Decoupage Con Le Fotocopie Del Pizzo

Il pizzo è è da sempre il modo più raffinato per decorare la casa e i suoi oggetti, grazie alla bellezza del ricamo e della qualità di stoffa che in genere è di lino o raso. Questi manufatti possono tuttavia ritornare utili, facendo delle fotocopie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.