Come Creare Una Piantana Con Un Tronco Di Legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un tronco di legno, se opportunamente trattato e lavorato, costituisce un materiale durevole e resistente con cui creare oggetti d'arredamento inusuali, come una piantana, un vaso di fiori o persino un attaccapanni.
Per creare una piantana con un tronco di legno occorre scegliere una pianta che abbia un fusto abbastanza sottile e dritto, come il noce, il faggio e il frassino. Questi sono gli alberi migliori per costruire mobili e suppellettili, poiché durano nel tempo. Inoltre, è necessario lavorare un tronco sufficientemente stagionato, per evitare antiestetiche spaccature.
Trattandosi di un materiale abbastanza plastico e naturale, bisogna proteggerlo dalle aggressioni esterne. Con una buona vernice impregnante, acquisterà un rivestimento lucido che ne migliorerà il colore e ne indurirà la superficie.
Una volta realizzata, questa piantana rustica potrà abbellire e illuminare qualsiasi angolo della casa, come un salotto o uno studio.

26

Occorrente

  • Trapano elettrico
  • Filo elettrico a tre cavi di 3 m e 50cm
  • Stucco per legno
  • Vernice trasparente indurente
  • Pennellino
  • Tronco di legno
  • Base tonda 30 cm di diametro
  • Portalampada
  • Paralume
36

L'idea creativa nasce dalla possibilità di utilizzare un tronco di legno per creare l'ossatura della piantana. Per prima cosa, occorre procurarsi un tronco di altezza non superiore ai 150 cm e un diametro di circa 4 centimetri. Ci si può recare in una segheria oppure presso un vivaio locale del Corpo Forestale dello Stato. Evitare di procurarsi abusivamente l'albero. Successivamente, presso un rivenditore di prodotti per il bricolage, acquistare una base di legno tonda di circa trenta centimetri di diametro, completa di corteccia d'albero. Con un trapano avvitatore, fissarla a una delle estremità del tronco, in modo da realizzare lo scheletro del paralume.

46

Una volta fissato il tronco al sostegno, con uno scalpello praticare una fessura verticale dalla base all'estremità del tronco. Al suo interno, inserire i tre fili necessari per l'alimentazione (positivo, negativo e massa). Lasciare fuoriuscire, in prossimità della testa superiore del tronco, almeno dieci centimetri di filo utili per il collegamento al portalampada. Sulla testa inferiore (in prossimità della base) lasciare 150 centimetri di filo per il collegamento alla rete elettrica.

Continua la lettura
56

Una volta incastrato il filo nella fessura con dello stucco a legno a rapida essiccazione, richiuderla accuratamente. Adoperare una vernice impregnante per legno di colore simile a quella del tronco. Terminata la struttura, fissare alla sommità del tronco un portalampada in plastica o ferro, già completo di attacco per il paralume. Nella scelta del paralume, invece, ci si può orientare su un modello semplice, in tessuto oppure recarsi presso un mercatino dell'usato per recuperare un oggetto vintage, magari in pergamena.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciare stagionare il tronco per alcuni mesi prima di utilizzarlo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come costruire una lampada di legno

Oggi tutte le case che seguono un design innovativo si arredano di pezzi d'arredamento speciali e una lampada in legno costituisce proprio un pezzo davvero interessante, soprattutto se realizzata interamente da un vero legno di quercia. Vediamo come costruire...
Casa

10 idee per decorare col legno la tua casa

Da sempre, il legno è uno dei materiali più usati per decorare l'interno delle abitazioni. Si tratta infatti di un materiale caldo, resistente e piacevole alla vista. Negli ultimi tempi, inoltre, il legno va molto di moda specialmente nelle case in...
Casa

Come costruire un tavolo rustico di legno per la cucina

In una cucina abitabile (cioè fornita di tavolo oltre il piano di cottura) è necessario mettere un tavolo con le giuste dimensioni. La produzione di un tavolo parte innanzitutto considerando lo spazio rimanente a disposizione al netto delle misure...
Casa

Come curare il legno di acacia

Il legno d'acacia è un legno molto resistente, ma anche dall'alto potere calorifero, perciò viene usato principalmente per realizzare splendidi oggetti d'arredamento che come legna da ardere. Si tratta di un tipo di legno molto robusto, duro ma anche...
Casa

Come stuccare mobili di legno

A volte in casa nostra ci sono vecchi mobili in legno che necessitano di restauro. Non tutti lo sanno fare perché la colorazione è difficile da riprodurre. A volte lo stucco per legno non funziona perché il tassello potrebbe risaltare sul disegno del...
Casa

Come sbiancare le travi in legno

Come saprete le case antiche, o comunque quelle che hanno un soffitto in legno con travi a vista, hanno periodicamente bisogno di un restauro. Il legno infatti è un materiale che si deteriora ma ha anche un grande potenziale ornamentale e va quindi...
Casa

Come dipingere le venature del legno

Il legno è un materiale vivo di bellezza naturale che ben si adatta alla lavorazione di mobili ed oggetti di artigiano di vario tipo. Usato anche nell'edilizia è ottimo per la realizzazioni di creazioni artistiche. L'albero cresce in diametro ogni anno...
Casa

Come rimuovere il mastice siliconico dal legno

Per sigillare il legno si può utilizzare il silicone. Il silicone è uno dei collanti più utilizzati. Bisogna dire che spesso durante l'utilizzo del silicone, si possono verificare delle sbavature sopra il legno che una volta essiccate sono poi difficili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.