Come cristallizzare il marmo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il marmo è un materiale naturale che rende particolarmente luminosa la nostra casa. Le superfici in marmo, infatti, sono lucenti e donano gran classe ad una stanza. Con il tempo e l'incuria, però, tale splendore potrebbe venire meno. Non è raro che il marmo si opacizzi perdendo in parte il suo valore aggiunto. Esiste però un procedimento che si chiama cristallizzazione. Questa pratica consente al marmo di riacquisire la sua originale lucentezza. Si tratta di un trattamento da eseguire a cicli regolari per mantenere la brillantezza del marmo. Ma come cristallizzare il marmo? Di cosa avremo bisogno? Lo vedremo nei prossimi passi.

26

Occorrente

  • Mono spazzola con dischi
  • Decerante
  • Cristallizzante
36

Per cominciare dovremo pulire in profondità tutta la superficie specifica. In questo modo riusciremo ad eliminare la sottile patina di sporco superficiale. Questa è una tra le prime cause che rendono opaco e spento il marmo. Acquistiamo dunque un prodotto decerante adatto al nostro marmo. Si tratta di un prodotto specifico che dovremo diffondere su tutta la pavimentazione. Con la sua azione chimica eliminerà tutte le tracce di cera. Versiamo quindi il liquido sulla superficie da cristallizzare. Con l'aiuto della mono spazzola l'applicheremo su tutto il perimetro. Dovremo prima caricare il nostro attrezzo con il disco ruvido. Stendiamo il prodotto in modo omogeneo, senza sbavature. Non lasciamo vuoti, altrimenti potremmo creare delle macchie sul marmo.

46

Continuiamo la nostra pulizia profonda, così da togliere il rimanente liquido sporco. Per questo dovremo adoperare una semplice pezza casalinga. Con un aspiratore elettrico l'intervento sarà più veloce e assicurato. Al termine della fase di pulizia risciacquiamo la superficie. Per ottenere un buon risultato finale sarà meglio effettuare più risciacqui. In tal modo elimineremo ogni traccia del decerante. Infine non ci resta che lasciar asciugare tutta la superficie. Prima dell'ultimo passaggio dovremo accertarci che il marmo sia totalmente asciutto.

Continua la lettura
56

Possiamo finalmente applicare la soluzione cristallizzante sul marmo. Se si tratta di superfici grandi, possiamo idealmente dividere l'area in settori. Spargeremo quindi il prodotto nel primo settore. Poi utilizzeremo di nuovo la mono spazzola con il disco di acciaio. Lo sfregamento dell'acciaio sulla base genererà un certo calore. A contatto con il prodotto cristallizzante questa azione lascerà il marmo cristallizzato e lucido. Per la lucidatura finale sarà fondamentale passare nuovamente la mono spazzola con un disco morbido. Otterremo così un meraviglioso effetto finale a specchio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire con il marmo

Il marmo è sempre stato sin dai secoli antichi un materiale pregiato, dal costo elevato. Vuoi per la disponibilità nelle cave, per la bellezza e la durabilità nel tempo è sempre stato un valido materiale per costruzioni e sculture. Ha quindi diversi...
Materiali e Attrezzi

Come riparare il marmo scheggiato

Il marmo viene spesso scelto per il suo valore estetico e per i suoi colori tenui; inoltre, le venature uniche di questa pietra naturale possono aggiungere eleganza e stile a qualsiasi ambiente od oggetto della casa. Il marmo è comunemente utilizzato...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare una lastra di marmo

Il marmo è una roccia metamorfica che, una volta lavorata, assume un aspetto splendente. Si tratta di una pietra molto particolare utilizzata sin dall'antichità per farne delle sculture e, ancor oggi, per impreziosire le nostre abitazioni. Il marmo,...
Materiali e Attrezzi

I più pregiati marmi italiani

Se avete in mente di ristrutturare la vostra casa o solamente una stanza, magari quella da bagno, e siete indecisi sulla tipologia di materiale da utilizzare, vi invito a prendere in considerazione il marmo. Si tratta di un materiale molto resistente,...
Materiali e Attrezzi

5 modi per simulare lo stucco veneziano

Lo stucco veneziano è una particolare tecnica di decorazione che permette di abbellire ed arricchire le pareti di un ambiente. Questa tecnica pittorica proviene dal Medio Oriente ed è stata adottata prevalentemente a Venezia dove sussiste il problema...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere lo stucco veneziano dalle pareti

Lo stucco veneziano, conosciuto in alcuni casi come "spatolato", è una particolare e pregiata tecnica di pitturazione murale che ha come effetto finale quello di ricreare un muro simile ad una parete di marmo liscia e lucente. Grazie alla possibilità...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la lana d'acciaio

La lana d'acciaio è uno strumento molto utile e versatile. I campi di applicazione sono tantissimi ma viene principalmente utilizzata nel fai da te per lucidare mobili o levigare superfici. La lana d'acciaio, comunemente detta retina o anche paglietta,...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere una fontana in cemento

Se in un centro per il bricolage abbiamo acquistato una fontana grezza in cemento, quindi con il caratteristico colore bianco, appositamente creata per essere tinteggiata, possiamo effettuare questa operazione in modo semplice, seguendo delle line guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.