Come cromare l'acciaio

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

L'acciaio è una lega formata principalmente da ferro e carbonio e può presentare, nel corso del tempo, dei tratti di ruggine. Per evitare ciò è necessario cromare l'acciaio, ovvero creare una pellicola protettiva facendo reagire il cromo con l'ossigeno. Questo rivestimento, oltre a proteggere l'acciaio, lo rende più lucente e più resistente ad urti molto forti e ad azioni di usura nel tempo. L'unico svantaggio della cromatura è che, se la pellicola presenta qualche frattura, la corrosione si localizza sulla rottura e il processo accelera inevitabilmente. Diamo inizio a questa guida su come cromare l'acciao.

25

Occorrente

  • Pezzo in acciaio
  • Cromo
35

La cromatura è utilizzata soprattutto nel campo automobilistico, per ricoprire i cerchi delle auto o delle moto, i tubi di scappamento e molti altri pezzi di macchine e motociclette. Esistono due modi per cromare l'acciaio: quello tradizionale e quello galvanico. Il primo è il metodo più semplice e più utilizzato, mentre il secondo è meno conosciuto e più difficile da applicare.

45

Cromatura Tradizionale.
l'acciaio deve essere immerso ripetutamente in tre diversi bagni. Nel primo bagno l'elemento deve essere immerso in una soluzione di soda caustica e acido cloridrico, in modo da sgrassarlo. Il secondo bagno avviene in una soluzione elettrolitica di nichel, che serve per uniformare la superficie del pezzo d'acciaio, eliminando le irregolarità più minuscole. L'ultimo bagno avviene in una soluzione elettrolitica di cromo che rende brillante l'acciaio. Per molto tempo, si è utilizzato quasi esclusivamente il cromo esavalente, mentre ora, per motivi ecologici, si usa sempre più spesso il cromo trivalente, che reca meno danni all’ecosistema. Se si vuole realizzare una cromatura opaca è necessario, nell'ultimo bagno, aggiungere degli oli particolari che formano delle bolle sulla superficie, creando l'effetto desiderato.

Continua la lettura
55

Cromatura Galvanica.
Con questo metodo si sfrutta la deposizione elettrolitica per ricoprire il pezzo d'acciaio con il cromo. È necessario creare una vera e propria pila, in cui il pezzo d'acciaio è il catodo (polo negativo) da ricoprire e l'anodo (polo positivo) è formato dal materiale che deve ricoprire il catodo. Se si vuole cromare degli oggetti molto piccoli, come ad esempio le valvole di aspirazione dei motori, il metodo da utilizzare è chiamato " cromatura flash". Questo processo avviene attraverso il deposito, sull'oggetto che deve essere trattato, di particelle piccolissime di cromo. Lo svantaggio di quest'ultima cromatura è l'elevata richiesta di corrente, che nelle altre tecniche è inferiore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la lana d'acciaio

La lana d'acciaio è uno strumento molto utile e versatile. I campi di applicazione sono tantissimi ma viene principalmente utilizzata nel fai da te per lucidare mobili o levigare superfici. La lana d'acciaio, comunemente detta retina o anche paglietta,...
Materiali e Attrezzi

Come riparare i graffi sull'acciaio inossidabile

L'acciaio inossidabile è senza dubbio la scelta migliore quando bisogna rinnovare la cucina. Un lavabo realizzato in questo materiale, infatti, riesce a coniugare l'estetica moderna ed elegante con la praticità di un materiale facile da pulire e da...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in acciaio flessibili

I motivi per decidere di dipingere un tubo in acciaio sono molti. Anzitutto alcuni tubi devono sopportare alte temperature per molto tempo, oppure quelli esterni sono soggetti alle intemperie. Più semplicemente vogliamo dipingere i tubi con lo stesso...
Materiali e Attrezzi

Come brunire l'acciaio

Oggi si vanno sempre più riscoprendo gli oggetti antichizzati, facilmente abbinabili a qualsiasi stile. Se in casa avete determinati oggetti in acciaio a cui preferite donare un nuovo aspetto, potrete provare direttamente a casa vostra ad eseguire il...
Materiali e Attrezzi

Consigli per aumentare la resistenza dell'acciaio inox

L' acciaio inox (ossia inossidabile) è una lega di ferro con particolare resistenza alla corrosione, all’abrasione, all’ossidazione e alle alte temperature. In questo articolo forniremo dei consigli per renderlo ancora più resistente. È possibile...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una casseruola in acciaio

Nella gamma delle pentole da cucina, le casseruole hanno un posto rilevante. Si tratta di utensili più profondi rispetto ai tegami, dotati quindi di alti bordi al fine di poter contenere e cuocere svariate tipologie di cibi che necessitano di questo...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere sull'acciaio inossidabile

Se possedete un vassoio in acciaio inossidabile, ed avete intenzione di dipingerlo all'interno con dei colori a tempera, magari proprio per dargli un aspetto completamente nuovo ed originale, potete farlo in due modi. Il primo consiste nel disegnare delle...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in acciaio galvanizzato

La galvanizzazione è quel processo elettrolitico che permette di rivestire un manufatto di acciaio in zinco. In questo modo lo si protegge dalla corrosione. Per difendere ulteriormente l'acciaio galvanizzato dai segni del tempo, si procede con la verniciatura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.