Come cucire un accappatoio per neonato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In casa vengono realizzati molti accessori per abbellire le stanze da letto, il salotto, ma anche la cucina. Tra questi fantastici oggettini troviamo uno specchio da appendere, un porta cenere, ma anche abiti da poter indossare. In oltre possiamo cucire degli abiti per i neonati. Come ad esempio dei calzini, dei bavaglini, ma anche un cappello. In questa guida attraverso semplicissimi passaggi, vedremo come cucire un accappatoio per neonato.

26

Occorrente

  • spugna
  • punto croce
  • ago
  • filo
  • sbieco
36

Ago e filo

Il primo passo per cucire un accappatoio per neonato, è il seguente. Occorre quindi, per prima cosa, acquistare la spugna, reperibile in un qualsiasi negozio di stoffe, assieme allo sbieco e al punto croce naturalmente per i ricami. Ricordate che qualora lo si voglia è possibile ricamare sull'accappatoio il nome del bimbo. Ma anche quello di un personaggio che gli piace piuttosto che una figura come topolino per i maschietti, e minnie per le femminucce. In modo che questo attiri il piccolo e lo renda più favorevole verso il bagnetto (che molti neonati detestano fare). Dalla spugna acquistata, occorre ricavare un quadrato di circa un metro. Si può ricavare utilizzando delle classiche forbici. Per non far sfilacciare la spugna, occorre però cucire lo sbieco sul bordo del quadrato per una lunghezza di circa tre centimetri non di più. L'operazione viene fatta sui primi tre lati, facendo attenzione al quarto. In quest'ultimo verrà applicato il cappuccio qualora lo si voglia.

46

Le misure

Sull'ultimo lato del quadrato, occorre fermare la cucitura dello sbieco a quindici centimetri dall'angolo. Fate molta attenzione a non tagliare lo sbieco. Per fare il cappuccio occorrerà ricavare dalla spugna un altro quadrato, questa volta di quindici centimetri di lato oppure meno a vostra discrezione. Prendiamo ora un triangolo e cuciamo lo sbieco che abbiamo lasciato sull'ultimo lato del quadrato grande lungo la base, tagliando il filo in eccesso.

Continua la lettura
56

La spugna

Una volta cucito lo sbieco sul triangolo, occorre unire il triangolo all'angolo del quadrato grande fatto in precedenza. Unite il triangolo all'angolo del quadrato, utilizzando naturalmente lo sbieco. Questo servirà infatti ad unire le due parti della spugna. A questo punto il nostro accappatoio risulterà pronto. Occorre soltanto ricamarlo utilizzando sbieco e punto a croce, dopo di che possiamo avvolgere il nostro bimbo nel suo nuovo asciugamano. Creato appositamente per stringerlo, riscaldarlo e coccolarlo. In questa guida facilissima e veloce, abbiamo visto come cucire un accappatoio per un neonato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un consiglio che potete prendere in considerazione, è di utilizzare, per chi lo possiede, la macchina da cucito.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un accappatoio in spugna per bebè

Quando pensiamo ad un accappatoio, l'idea che ci salta in mente, è quella di una struttura con cappuccio e relative maniche. L'idea è corretta solo se l'indumento in questione deve essere utilizzato da un bambino o da un adulto, ma se invece ad usufruirne...
Cucito

Come Realizzare Un Accappatoio Per Bambino

L'accappatoio è quell'indumento che ci consente di far prendere subito calore al nostro corpo non appena usciamo dalla doccia o dalla vasca da bagno. Per i bambini, poi, questo fattore è ancora più accentuato in quanto il loro fisico è più debole...
Cucito

Come realizzare una borsa mare da un vecchio accappatoio

Se avete un accappatoio che non usate più perché magari presenta qualche foro o svariate parti sfibrate, potete sfruttarlo e creare qualche manufatto che possa rivelarsi di grande utilità. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su...
Cucito

Come fare un accappatoio

Gli accappatoi sono indumenti utili soprattutto quando si fa la doccia e in commercio ne esistono moltissimi e di diverse fatture, ma non sempre incontrano i gusti di ognuno di noi. Per questo volte è bene avvalerci del fai da te per poterne creare...
Cucito

Come realizzare un tappetino da bagno con un vecchio accappatoio

Tutti di noi prima o poi devono compiere il fatidico passo di prendere la roba vecchia e buttarla, anche se spesso pare un peccato fare ciò perché si è troppo affezionati a ciò che si ha. Per evitare questa tragedia, è possibile riciclare gli indumenti...
Cucito

Come trasformare un asciugamano in un comodo accappatoio

Avete dei vecchi asciugamani consumati e non sapete come utilizzarli? Siete stanchi di vedere quell'ammasso di biancheria e di asciugamani che non fa altro che creare confusione e disordine nella vostra casa? Bene! Perché non provare ad utilizzare i...
Cucito

Come realizzare un poncho accappatoio

Per asciugare i neonati dopo il bagnetto è molto utile l'utilizzo di un poncho accappatoio. I negozi specializzati in articoli per bambini ne sono ricchi, sia in modelli che in colori. Può essere però molto gratificante provare a realizzare in totale...
Cucito

Come realizzare un body per neonato

Diciamo la verità: non c'è niente al mondo che sia più tenero di un neonato vestito con gusto! E quante volte ci siamo fermati ad osservare con occhi carichi di ammirazione bambini così ben vestiti da sembrare dei piccoli bambolotti, quelli con cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.