Come cucire un cappello per la laurea

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Realizzare qualcosa attraverso un lavoro manuale non sempre produce i risultati sperati. In realtà i lavori manuali richiedono una certa manualità e anche una certa predisposizione. I lavori sartoriali ad esempio richiedono anche una discreta pazienza. In questa specifica guida avremo modo di vedere una determinata realizzazione di un capo di abbigliamento utilizzato in occasioni molto particolari. Infatti vedremo come cucire un cappello per la laurea in maniera molto semplice e soprattutto in modo molto efficace.

26

Occorrente

  • Circa 30cm di stoffa con la gommapiuma (quella usata spesso per carnevale), un cartoncino dello stesso colore della stoffa, 1.5 m di traversino largo in raso, filo da ricamo per fare la nappa (pom-pon) o una nappa con cordoncino pronta, colla a caldo, forbice, spilli e ago, metro da sarta, cotone per imbastire e una spagnoletta di cotone per cucire in macchina, macchina da cucire
36

Realizzare un tocco non è particolarmente difficile, forse è più complicato spiegarlo che praticarlo!
Il primo passo da compiere sarà quello di tagliare dalla stoffa in gommapiuma due quadrati uguali di venticinque centimetri, un rettangolo cinquantasei per sedici centimetri ed un cerchio con un diametro di sedici centimetri.
Dal cartoncino, invece, bisognerà tagliare un quadrato da ventiquattro centimetri ed un cerchio col diametro di sedici centimetri.
In seguito si dovrà prendere uno dei quadrati di stoffa tagliati in precedenza e, dopo aver trovato il suo centro, disegnare sul suo rovescio un cerchio con diametro di tredici centimetri. Successivamente, si dovrà tagliare il cerchio appena tracciato. Dopo sarà necessario chiudere il rettangolo cucendo i lati corti di quest'ultimo.

46

Il secondo passo da compiere prevederà di unire la corona appena realizzata al bordo circolare del quadrato utilizzato precedentemente. Ci si può aiutare con degli spilli e, nel caso in cui la corona fosse troppo larga, è possibile effettuare delle pieghe. Bisognerà fissare la struttura, quindi si dovrà cucirla con la macchina e fare delle tacche sulla cucitura, in modo da non far tirare la stoffa. In seguito, bisognerà appoggiare l'altro quadrato su quello fissato con la corona, appuntandoli insieme sempre con gli spilli. Per finire, si dovrà applicare il nastro ai bordi del cappello e cucire il tutto a mano.

Continua la lettura
56

Per rendere il cappello più rigido si dovrà tagliare un cartoncino di ventiquattro centimetri, per poi inserirlo dentro al cappello. Per coprire l'interno di quest'ultimo bisognerà coprire il cartoncino con la stoffa, attaccandoli insieme con della colla calda. L'ultimo passo da compiere sarà quello di applicare una nappa, un tipo di pon-pon allungato, cucendola con ago e filo dopo aver scelto il colore di maggior gradimento.
Giunti a termine di questo tutorial molto semplice, non rimane altro che cimentarsi in questo piccolo ma comunque molto utile lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un cappello da Babbo Natale

San Nicola, Santa Claus e Babbo Natale: questo allegro vecchietto festivo ha veramente tantissimi nomi, in tutto il mondo. Qualunque sia il nome con cui lo chiamate, il suo cappello rosso e bianco è diventato il simbolo del periodo natalizio. Creare...
Cucito

Come realizzare un cappello basco di stoffa

Il freddo incalza e vuoi un cappello da poter indossare per ogni occorrenza, ma non vuoi ricorrere a costosissimi copricapi o ai soliti cappelli tutti uguali reperibili in commercio? Bene, oggi ti mostrerò come realizzare un cappello basco in stoffa....
Cucito

Come stringere un cappello

Stringere un cappello non è mai semplice, visto che bisogna in molti casi ricreare completamente il cilindro interno per poter dare una forma più piccola al nuovo. Nel mercato dell'abbigliamento, esistono diverse forme e tipi di cappelli, tutti diversi...
Cucito

Come realizzare un cappello scozzese

Con il freddo che avanza, si dà avvio all'acquisto di cappelli da indossare in ogni occorrenza. Tuttavia, chi non vuole comprare costosi berretti e chi preferisce oggetti realizzati con le proprie mani, può mettersi all'opera e dare vita ad un bellissimo...
Cucito

Come realizzare il cappello di Babbo Natale in maglia

Babbo natale è l'idolo di tutti i bambini perché regala loro tante cose belle. Il suo cappello è famoso in tutto il mondo e imitato in tutti i modi possibili da grandi e bambini per realizzare l'atmosfera natalizia. Il cappello, può essere realizzato...
Cucito

Come ricavare un cappello da un vecchio maglione

All'interno di questa guida, parleremo di abbigliamento. Nello specifico, in questo caso, ci occuperemo di maglioni e cappelli. Andremo a dare una risposta a questo semplice interrogativo: come si fa a ricavare un cappello da un vecchio maglione?Buona...
Cucito

Come realizzare un cappello in jeans

Per molte donne, e anche per tanti uomini, il cappello è un accessorio indispensabile. Non solo arricchisce ogni outfit, ma è utile sia in inverno che in estate, per ripararci dal freddo e dal sole. Esistono davvero innumerevoli modelli di cappello,...
Cucito

Come confezionare un cappello da pittore

Il cappello da pittore, meglio conosciuto come basco alla francese, è un copricapo ritornato particolarmente in voga in questo ultimo periodo. Molto comodo da indossare, nei periodi particolarmente freddi tiene la testa al caldo. S'indossa leggermente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.