Come cucire un ombrello parasole di seta

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

A volte, anche un accessorio danneggiato e apparentemente inservibile può essere recuperato, anzi, in alcune occasioni può trasformarsi in qualcosa di grazioso e molto utile. Il vostro ombrello preferito si è strappato e non potete più utilizzarlo per ripararvi dalla pioggia? Non preoccupatevi: con un pizzico di pazienza e di buon volontà, avrete la possibilità di poterlo usare in spiaggia o sul balcone per schermarvi dal sole. Seguite i prossimi passi e scoprirete come cucire un delizioso parasole di seta ridando nuova vita al vostro ombrello danneggiato.

27

Occorrente

  • macchina da cucire, scampolo di seta, filo in tinta, ago sottile, forbicine appuntite, forbici, frangia
37

Preparare l'occorrente

Per creare il vostro parasole, procuratevi uno scampolo di seta in tinta chiara sufficientemente ampio (va bene anche la seta sintetica), un ago sottile, del filo in tinta, una striscia di frangia in tinta alta un paio di centimetri e lunga poco più della circonferenza dell'ombrello: quindi apritelo e misuratene l'ampiezza in fondo, poiché la frangia dovrà esservi applicata al bordo. Vi serviranno anche delle forbicine appuntite e un paio di forbici bene affilate.

47

Scucire la fodera

Prendete l'ombrello danneggiato e con la punta delle forbicine scucitene la fodera individuando i punti in cui essa è fissata alle stecche, cercando di non tagliuzzarla troppo perché ve ne servirà una parte intera da prendere come esempio. Tagliatela poi in cima praticando un piccolo circolo attorno al bastone, quindi togliete la forma tonda dalla struttura di metallo, stendetela sul piano di lavoro e scucite una delle parti simili a triangoli allungati di cui è formata: basta asportarne una da usare come modello. Prendete la parte scucita e riportatela sullo scampolo di seta, quindi, con forbici bene affilate, ritagliatene tante parti quante sono quelle di cui è composta la sagoma tonda, lasciando 6/7 millimetri su ogni lato, anche in alto e in basso: sono necessari per le cuciture e per un piccolo orlo.

Continua la lettura
57

Completare il lavoro

Adesso, con la macchina da cucire, praticate un sottile orlo a zig-zag sul bordo in alto e in basso delle forme a triangolo, quindi unitele, dal rovescio, cucendole l'una all'altra e ottenendo una specie di cerchio: sistemate quest'ultimo sulle stecche dell'ombrello facendolo passare dalla punta tramite il foro rimasto aperto. Con un sottile ago e il filo, cucite il tessuto fissandolo lungo i medesimi punti in cui era applicata la vecchia copertura di nylon, ma fatelo con delicatezza per non danneggiare il tessuto. Appena fissata la sagoma di seta sui supporti, aprite l'ombrello e applicate al bordo la striscia di frangia: cucitela a ombrello aperto, così vi verrà più facile applicarla in maniera precisa, evitando di lasciarla lenta o troppo stretta. Ecco, adesso il vostro parasole è pronto per essere utilizzato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Con il rimanente tessuto asportato, escludendo il pezzo danneggiato, potete creare una borsa, come indicato nel video
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come cucire una gonna di seta

Tutti conosciamo la preziosa ed adorata seta. Essa è antica di 5.000 anni e fu riconosciuta dalla moglie di un imperatore cinese. Questo tipo di tessuto veniva utilizzato da classi benestanti. Era importato dalla Cina per poi allargarsi in Persia, Giappone...
Cucito

Come cucire un orlo sulla seta

La seta è un tessuto molto pregiato che viene ottenuto da una fibra proteica, la quale, a sua volta, viene prodotta dal bozzolo dei bachi da seta. La lavorazione di questa fibra è lunga e complessa e solamente dopo diverse fasi si ottiene il tessuto...
Cucito

Come cucire una camicia di seta

Le camicie sono uno degli indumenti più usati dagli uomini, ma anche dalle donne. In commercio ne esistono moltissime, di diversa fattura, forma e colore, adatte per ogni esigenza. Anche se alle volte non soddisfano appieno le aspettative e i desideri....
Cucito

Come cucire la seta

Con l’avvicinarsi della bella stagione si moltiplicano le occasioni per indossare capi estivi, leggeri e freschi. Tra tutti i tessuti, la seta è il materiale più piacevole indossare. Ma che fare se scopriamo che il nostro abito in seta preferito presenta...
Cucito

Come fare una borsa da un ombrello

Il riciclo creativo consente di creare qualsiasi cosa utilizzando un oggetto o un materiale che ormai non si usa più. Un semplice ombrello può diventare molto facilmente una comoda borsa. Se ne possedete uno che si è rotto oppure che non utilizzate....
Cucito

Come fare un ombrello di pizzo per la sposa

Un vecchio e noto proverbio dice che una giornata di pioggia è per ogni sposa sinonimo di fortuna, ma nonostante ciò, nella giornata di questo indimenticabile evento, è probabile che tutte le coppie preferiscano svegliarsi con un bel cielo azzurro...
Cucito

Come cucire i bordi a fascetta sulle scollature con la macchina per cucire

Per cucire correttamente le passamanerie sui vestiti occorre disporre di una buona dose di manualità. La passamaneria è composta da molte tipologie di bordure, le quali servono per decorare e rifinire sia gli abiti che gli oggetti; gli scopi per cui...
Cucito

Come fare un abito da cerimonia in seta

La seta è una fibra composta da proteine naturali e rappresenta un tessuto tra i più preziosi. Ecco perché risulta adattissimo per costituire abiti da indossare durante eventi importanti o cerimonie. Questi abiti nella maggior parte dei casi hanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.