Come cuocere a bagnomaria il fimo

Tramite: O2O 03/02/2021
Difficoltà: media
110

Introduzione

Quando si parla di fimo, si intende quella pasta modellabile sintetica derivata dal petrolio che non secca all'aria ma necessita della cottura per indurirsi. Normalmente si cuoce in forno (a 110° per 30 minuti), ma non può essere utilizzato un forno che si usa anche per il cibo, visto e considerato che rilascia sostanze tossiche che verranno riassorbite dagli alimenti che saranno cotti successivamente, con conseguenti rischi per la propria salute. In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come cuocere nel migliore dei modi a bagnomaria il fimo. La procedura richiede sicuramente un po' di tempo, ma non è particolarmente complicata.

210

Occorrente

  • Pentola
  • Un piatto
  • Un coperchio
  • Carta forno
  • Acqua
  • Stecchino
  • Piccola ciotola
310

Mettere la pentola sul fuoco

Come prima cosa occorre procurarsi una pentola piuttosto capiente e versare dentro un po' d'acqua, circa 1 o 2 dita. Mettere successivamente la pentola sul fuoco al massimo fino ad arrivare alla fase di bollore. Adesso si dovrà mettere il gas al minimo e posizionare sulla pentola, ma non a contatto diretto con l'acqua, il piatto precedentemente rivestito con della carta da forno. Dopo la cottura del fimo occorre tenere presente che non sarà più possibile usare il piatto per mangiare ma se lo si conserva accuratamente lo si potrà usare in seguito senza nessun problema.

410

Far arieggiare la cucina

Aspettare soltanto pochi minuti affinché il piatto si riscaldi e poi posizionare il proprio oggetto realizzato in fimo sulla carta da forno e coprire con il coperchio oppure con un altro piatto. Durante la cottura del fimo è molto importante far arieggiare la cucina per far uscire eventuali fumi tossici ed evitare di respirarli. Possibilmente, le finestre vanno aperte ben prima che si inizi a cuocere il fimo a bagnomaria.

Continua la lettura
510

Verificare l'indurimento delle creazioni

Dopo aver lasciato cuocere le proprie creazioni per un tempo variabile a seconda della loro grandezza assicurarsi assolutamente che si siano indurite correttamente con il dito, facendo particolare attenzione a non bruciarsi. Se possibile, servirsi di uno stuzzicadenti. Se sono cotte prenderle con la carta forno e lasciarle raffreddare posizionandole su una base che sia piuttosto resistente al calore.

610

Mettere le creazioni dentro una ciotola

Nel caso in cui si ritenga di aver cotto eccessivamente il fimo si dovranno mettere le relative creazioni ancora calde dentro una ciotola con acqua fredda e ghiaccio per farle raffreddare più velocemente e fermare quasi istantaneamente la fase di cottura. Con il tempo l'acqua si riscalderà assorbendo calore dal fimo, il quale risulterà essere ad una temperatura più alta. Nessuna paura, basterà cambiare qualche volta l'acqua durante il processo di raffreddamento per mantenerla costantemente fredda.

710

Lucidare le creazioni

A questo punto si potrà fare delle proprie creazioni quello che si riterrà più opportuno: collane, ciondoli, bracciali, decorazioni per l'albero di natale, orecchini e altre ancora, c'è soltanto l'imbarazzo della scelta. L'importante è lucidare i piccoli oggetti per renderli visivamente migliori (ovviamente asciugandoli se si è usato il metodo dell'acqua per fermare la cottura) o, a seconda dei gusti, decorarli con vernici adatte al fimo.

810

Utilizzare un contenitore resistente al calore

In alternativa alla classica pentola è possibile utilizzare un contenitore, a patto che quest'ultimo sia resistente al calore. Se non lo si possiede, rivolgersi ai negozi specializzati nella vendita di questo tipo di contenitore, tenendo presente che il costo è piuttosto contenuto. Evitare tutti i contenitori che siano di vetro o ceramica, in quanto gli stessi possono inesorabilmente rompersi qualora dovessero subire degli sbalzi di temperatura improvvisi. Il contenitore andrà inserito nel pentolino quando l'acqua è ancora fredda ed andrà scaldato in maniera graduale. Se non si ha un coperchio, sarà sufficiente avvolgere il contenitore servendosi della carta stagnola, proteggendo così le creazioni dall'acqua ed al tempo stesso mantenere il calore all''interno.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aprire tutte le finestre e accendere la cappa durante la cottura del fimo
  • Se si usa un contenitore al posto della pentola, verificare che lo stesso abbia una superficie liscia e piana, altrimenti gli oggetti potrebbero curvarsi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Iniziare a lavorare il fimo

Il fimo, conosciuto anche come pasta fimo, non è altro che una pasta modellabile di materiale sintetico. Si tratta quindi di un tipo di pasta che consente la modellazione di moltissime cose: la sua natura consente di lavorare anche gli oggetti più piccoli...
Bricolage

Come Riparare Gli Oggetti In Fimo Rotti

Il fimo è un materiale sintetico che si può modellare abbastanza facilmente. Esso viene utilizzato per la realizzazione di piccoli oggetti che si solidificano attraverso le proprietà termoindurente di cui gode. Il fimo ha una consistenza tale che dà...
Bricolage

Come fare delle tartarughine in fimo

L'arte del fai-da-te è utile per creare tanti oggetti domestici che possono servire per arredare o per arricchire i nostri accessori da esporre in casa o da utilizzare come monili. Tra i materiali più utilizzati, adatti per realizzare piccoli oggetti...
Bricolage

Come Realizzare Murrine In Fimo

Le murrine sono dei graziosi e preziosi oggetti in vetro, come ad esempio soprammobili, fermacarte, gioielli, tutti coloratissimi ed artigianali. È possibile ispirarsi a queste bellissime creazioni e realizzare qualcosa di simile e di altrettanto aggraziato...
Bricolage

Come fare la panna finta, per dolcetti in fimo

Sei un'amante dell'handmade, cioè del lavoro artigianale? Lavori il fimo e non sai come realizzare l'effetto panna? Per evitare di adoperare il classico silicone bianco che, purtroppo, non è un gran che per quel che concerne le creazioni in fimo, è...
Bricolage

Realizzare decorazioni natalizie in fimo

Il fimo è una pasta sintetica, molto versatile, che a differenza della pasta di pane, di sale e di mais ha il vantaggio di trovarsi in commercio già colorata, quindi non è necessario l'utilizzo dei colori dopo la cottura. È facilmente modellabile...
Bricolage

Come trasferire le immagini sul fimo con la tecnica laser

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono dei veri e propri appassionati del bricolage, a capire come poter trasferire le immagini sul fimo, con la tecnica del laser. Sono davvero in tanti coloro che decidono d'imparare ad utilizzare...
Bricolage

Come fare gli orecchini in Fimo

Quanto è bello realizzare da soli piccoli oggetti? Se puoi questi oggetti sono gioielli, ancora meglio! Fra i materiali più usati per realizzare collane e orecchini c'è il fimo. Si tratta di una pasta morbida, facile da modellare. Una volta realizzata...