Come curare i ciclamini

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Poiché anche l'occhio vuole la sua parte, oggi l'estetica nell'arredamento ha assunto un ruolo di maggior rilievo rispetto al passato in cui si privilegiava maggiormente l'aspetto pratico. Proprio per questo, uno dei modi per curare maggiormente l'ambiente di casa è quello di arredarla con piante e fiori che donano colore e vitalità agli interni. I ciclamini sono una delle piante più ricercate ed acquistate dagli amanti della natura per via della loro bellezza e della relativa facilità nella coltivazione. Il loro nome deriva dal greco kyklos e significa cerchio. I ciclamini sono piante coltivate fin dall'antichità e sono citati da scrittori Greci e Romani che ne descrivono la bellezza. Si presentano con fiori di colore lillà e sono particolarmente apprezzati nel periodo invernale, visto che in questa stagione le piante in relazione al clima rigido, difficilmente producono fiori e colori. I ciclamini infatti resistono molto bene al freddo, e necessitano tuttavia di cure specifiche per poterli mantenere sempre rigogliosi. Vediamo allora in questa guida come curare i ciclamini.

24

Esistono numerose varietà di ciclamino. Tra questi citiamo il ciclamino selvatico che si contraddistingue per i suoi piccoli fiori ed è adatto per essere coltivato nel giardino o come ornamento per bordure e aiuole. Altra qualità è il ciclamino da vaso, con fiori molto più grandi e con colori tra il bianco ed il rosa carico.

34

I ciclamini che vengono coltivati in vaso, prediligono la luce solare ma senza un'esposizione diretta ai raggi, per cui vanno posizionati in zone fresche e ad una temperatura tra i 10 e i 18 gradi. Da evitare sono inoltre le correnti d'aria ed in estate il sole molto forte, perché potrebbero seccarsi. Essendo tuttavia il ciclamino una pianta prettamente invernale, resiste bene alle temperature particolarmente fredde, ma da evitare sono le gelate notturne per cui conviene utilizzare dei teli di plastica trasparente per proteggerli. In inverno le irrigazioni non devono essere abbondanti, e il terriccio deve essere sufficientemente umido e ben drenato. In questo caso per un'ottima cura dell'apparato radicale, conviene utilizzare delle tavolette di torba e delle foglie secche che opportunamente interrate nel vaso in prossimità della superficie del terreno, ne aumentano le capacità di drenaggio dell'acqua in eccesso.

Continua la lettura
44

Curare il ciclamino, significa farlo in modo adeguato per lungo tempo, cioè da una stagione all'altra, per cui è importante eliminare sempre le foglie secche, i fiori che si presentano appassiti, e di tanto in tanto arricchire il terreno con fertilizzanti a base di foglie verdi che garantiscono vitalità dal punto di vista della fioritura, e soprattutto irrobustiscono le radici con gli elementi nutritivi necessari. Per combattere i parassiti che tendono come per tutte le piante ad invadere le foglie, bisogna comunque far ricorso a periodiche pulizie del terriccio, con la sostituzione dello stato superficiale di almeno un centimetro, per rimuovere ogni traccia e pericolo di afidi di qualsiasi genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come conservare i ciclamini in primavera

Con questo articolo, vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter conservare al meglio i vostri ciclamini. Nello specifico, cercheremo di vedere come fare ciò in una stagione in particolare e cioè in primavera. Iniziamo subito a dire che i ciclamini...
Giardinaggio

Come far rifiorire i ciclamini

Il ciclamino produce un bellissimo fiore colorato, per cui è presente in tantissimi giardini. Il nome di questa pianta deriva dal greco kyklos, che significa cerchio, il che ricorda la forma del fiore. Pochi sanno però che questa pianta è molto delicato...
Giardinaggio

Come coltivare i ciclamini

Con le sue abbondanti fioriture, i ciclamini sono protagonisti dei periodi invernali. Si presenta in diverse varietà, con colori che vanno dal candido bianco al rosa, dal violetto fino ai rossi molto brillanti, perfetti per essere regalati durante il...
Giardinaggio

Come curare un ciclamino

Quando si possiede un giardino o un terrazzino, è possibile aggiungere in questi luoghi delle piante o dei fiori che possano rendere più gradevole l'aspetto di questi spazi. Però, è molto importante prendersi cura della piante, infatti, occorre prendere...
Giardinaggio

Come curare il vostro bonsai

L’arte del bonsai ha origini antichissime; essa si diffonde a partire dalla dinastia Tang (618/906). Il termine è di derivazione giapponese, ma la tecnica è originaria della Cina. Per facilitare la cura dei bonsai i maestri giapponesi hanno stabilito...
Giardinaggio

Come curare i bulbi

Esistono tipi di piante che nascono attraverso i bulbi. Il genere bulbose ha una collocazione di facile coltura. Ma vanno curate in modo adeguato. Queste sono tante e hanno una loro classificazione. Per esempio troviamo i bulbi di aglio e cipolla. Mentre...
Giardinaggio

5 consigli per curare la stella di natale

La Stella di Natale è una splendida pianta verde il cui nome preciso è quello di Euphorbia pulcherrima. La Stella di Natale è una pianta di tipo tropicale e, pur essendo una classica pianta da acquistare durante la stagione invernale ed, in particolare,...
Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.