Come curare il capelvenere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il capelvenere è una pianta sempreverde che fa parte della famiglia delle felci, può crescere fino ad un metro di altezza, anche se la crescita è piuttosto lenta. Questa pianta cresce dai rizomi sotterranei e presenta delle nervature marroni e nere, dalle cui fronde si dispiegano per mostrare le loro foglie verde mela. La gamma di forme delle foglie e le abitudini di crescita sono davvero varie: il fogliame, infatti, è disponibile in tantissime forme e dimensioni, alcune molto belle e variegate (le più caratteristiche sono quelle ondulate). Alcune specie di capelvenere sono sicuramente più difficili da coltivare rispetto ad altre. Tuttavia, esistono delle regole generali grazie alle quali è possibile mantenere al meglio e prolungare la vita di questa felce. Vediamo allora come curare il capelvenere.

24

Il capelvenere è una pianta che gradisce senza dubbio l'ombra ma che sia luminosa. Il suo luogo ideale è un posto dove c'è ombra ma dove riceve anche una buona illuminazione naturale senza però avere i raggi diretti del sole. Il sole diretto, infatti, è da evitare per il capelvenere poiché i raggi solari potrebbero bruciare le sue foglioline che sono così sottili e delicate. Per quanto riguarda la temperatura e l'umidità ideali in cui il capelvenere può vivere, bisogna dire che la pianta avrebbe come luogo ideale la stanza da bagno poiché si tratta di un ambiente abbastanza fresco e umido.

34

Se volete che il capelvenere viva bene e a lungo, bisognerà tenere questa pianta sicuramente lontana dalle porte d'ingresso e dalle finestre e quindi da eventuali spifferi d'aria. Per fare in modo che non si secchino le sue fronde e il suo terriccio, dovete bagnare e nebulizzare tutta la pianta abbastanza frequentemente, utilizzando dell'acqua che sia assolutamente non calcarea. Inoltre, occorrerà fare bene attenzione che l'acqua stessa, prima di innaffiare la pianta, sia mantenuta a temperatura ambiente.

Continua la lettura
44

Infine, per quanto riguarda il rinvaso del capelvenere, è opportuno che esso venga effettuate almeno ogni tre anni. Se dovete rinvasare la pianta in vasi più grandi, dovete adoperate del terriccio universale misto al quale dovrà essere aggiunta anche della torba. Se dopo il rinvaso, o in altri casi, vi accorgete che le fronde della pianta si stanno seccando, potete tagliarle tranquillamente. In questo modo, potrete rinvigorire sia la pianta che le fronde, che tra l'altro avranno modo di ricrescere in maniera rigogliosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare il vostro bonsai

L’arte del bonsai ha origini antichissime; essa si diffonde a partire dalla dinastia Tang (618/906). Il termine è di derivazione giapponese, ma la tecnica è originaria della Cina. Per facilitare la cura dei bonsai i maestri giapponesi hanno stabilito...
Giardinaggio

Come curare i bulbi

Esistono tipi di piante che nascono attraverso i bulbi. Il genere bulbose ha una collocazione di facile coltura. Ma vanno curate in modo adeguato. Queste sono tante e hanno una loro classificazione. Per esempio troviamo i bulbi di aglio e cipolla. Mentre...
Giardinaggio

5 consigli per curare la stella di natale

La Stella di Natale è una splendida pianta verde il cui nome preciso è quello di Euphorbia pulcherrima. La Stella di Natale è una pianta di tipo tropicale e, pur essendo una classica pianta da acquistare durante la stagione invernale ed, in particolare,...
Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
Giardinaggio

Come curare le piante in una fioriera di marmo a muro

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutti i nostri lettori, che amano le piante e desiderano averle sempre in casa ma anche nel proprio giardino e sul proprio balcone. Proprio per questa motivazione abbiamo pensato di aiutarli ad imparare...
Giardinaggio

Come curare un orchidea

Per tutti gli appassionati di fiori e giardinaggio, l'orchidea è un fiore magnifico da coltivare che viene particolarmente apprezzato per il suo fascino. Le tante specie di questa pianta vengono impiegate generalmente a scopo ornamentale. È una famiglia...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come curare un bonsai ginseng

Sicuramente la tecnica orientale per coltivare i bonsai, ovvero piante e alberi in miniatura, è basata fondamentalmente su un processo periodico di potature, che gradualmente gli fanno assumere la forma e la dimensione desiderata. Se anche voi non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.