Come curare il legno di acacia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il legno d'acacia è un legno molto resistente, ma anche dall'alto potere calorifero, perciò viene usato principalmente per realizzare splendidi oggetti d'arredamento che come legna da ardere. Si tratta di un tipo di legno molto robusto, duro ma anche flessibile ed elastico. Resta inalterato per anni e soprattutto resiste alle intemperie. Se abbiamo qualche mobile in legno di acacia ogni tanto si deve dare una rigenerata per portarlo al suo originario splendore. Ecco, quindi, come curare il legno di acacia.

27

Occorrente

  • Panno morbido.
  • Acqua.
  • Cera per legno di acacia.
  • Conservante per la cera.
37

Prendersi cura di questo tipo di legno, vorrà dire preservarlo ed averlo in ottimo stato e fargli mantenere inalterata la sua bellezza per molti anni. Per prima cosa bisogna proteggerlo dalla luce diretta del sole, perché quest'ultimo tende a seccare il legno. Inoltre, se questi mobili in legno di acacia sono nella parte esterna della casa dovranno essere ben coperti. Infatti, se lo mettiamo in ambienti esterni ed è esposto al contatto diretto con le intemperie, si rovinerà e la parte esposta sarà più ruvida e di colore diverso dal resto del mobile. Quindi, per prima cosa, dobbiamo assicurarci che sia ben coperto.

47

La superficie dell'acacia va pulita con un panno morbido e leggermente inumidito con dell'acqua tiepida. In questo modo si farà una pulizia profonda della superficie del mobile e lo si libererà sia da sostanze appiccicose che dalla polvere che si è accumulata sopra. Dopo questa operazione è necessario farlo asciugare completamente.

Continua la lettura
57

Una volta asciugato, il mobile può essere trattato con un impregnante, meglio se ad olio, perché è più idrorepellente, in più dura nel tempo. Questo tipo di legno deve essere oggetto anche di particolari trattamenti con la cera. Questa, serve a sigillare il legno dopo averlo pulito. Inoltre, questo tipo di legno si opacizza giorno dopo giorno e la cera serve appunto a ridonare la luminosità perduta. Dopo aver usato la normale cera per il legno, è possibile usare anche il conservante creato appositamente per essa, in questo modo si otterranno risultati ottimi e durevoli.

67

Un ulteriore ausilio è rappresentato dall'olio creato per lucidare l'acacia. Esso viene subito assorbito e lascia un aspetto notevole su tutta la superficie a cui sarà ridonata una luce del tutto nuova. Il tutto non dovrebbe mai essere esposto alla pioggia oppure a qualsiasi fonte di umidità che potrebbero minarne la resistenza e il buono stato.

77

Nel caso in cui si possiedano degli oggetti di questo legno, è possibile lavarli direttamente con dell'acqua e con del sapone. Si possono tranquillamente risciacquare per eliminare la presenza della sostanza schiumogena e metterli ad asciugare come se fossero delle semplici stoviglie. Se possedete un parquet di questo legno, le accortezze sono le stesse da utilizzare per i mobili e che abbiamo visto nei primi passi di questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come trattare e manutenere il legno

Le superfici di legno sono calde e piacevoli al tatto, il colore del legno le sue venature, arricchiscono gli ambienti di un fascino caratteristico. Si tratta di un materiale molto versatile, utilizzato in differenti impieghi, sia in campo edile che...
Casa

Come eliminare le macchie dal legno

Chi possiede in casa degli oggetti legno sa bene quanto siano delicati. Può capitare accidentalmente di sporcarle con delle antiestetiche macchie. Navigando su internet si possono trovare diversi modi per farle andare via e, come se non bastasse, ci...
Casa

Come eliminare i graffi sul pavimento di legno

Spesso capita che i segni del tempo, mosse azzardate e lavaggi sbagliati, rovinino il nostro pavimento in legno causando graffi assolutamente antiestetici. Non c'è da allarmarsi però, infatti applicando una delle tecniche proposte di seguito è possibile...
Casa

Come isolare una tettoia esterna in legno

Nelle case e nei vari edifici, le finiture create con l'utilizzo di legnami adatti rappresentano solitamente elementi ampiamente graditi e utilizzabili sia nelle strutture portanti e sia nei vari rivestimenti. Ciò che si può fare con il legno rappresenta...
Casa

Macchie sul legno: consigli per eliminarle

Per chi non vuole rinunciare alla naturalezza anche dentro casa il legno è la scelta migliore per l'arredamento. Che sia di noce, di rovere o d'acero non importa, il dona un tocco di eleganza alla casa garantendo robustezza e qualità del prodotto. Tanto...
Casa

Come stuccare mobili di legno

A volte in casa nostra ci sono vecchi mobili in legno che necessitano di restauro. Non tutti lo sanno fare perché la colorazione è difficile da riprodurre. A volte lo stucco per legno non funziona perché il tassello potrebbe risaltare sul disegno del...
Casa

Come sbiancare le travi in legno

Come saprete le case antiche, o comunque quelle che hanno un soffitto in legno con travi a vista, hanno periodicamente bisogno di un restauro. Il legno infatti è un materiale che si deteriora ma ha anche un grande potenziale ornamentale e va quindi...
Casa

Come dipingere le venature del legno

Il legno è un materiale vivo di bellezza naturale che ben si adatta alla lavorazione di mobili ed oggetti di artigiano di vario tipo. Usato anche nell'edilizia è ottimo per la realizzazioni di creazioni artistiche. L'albero cresce in diametro ogni anno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.