Come curare il lilium in libertà

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I lilium sono piante bulbose originarie dell'Europa, dell'Asia e del nord America che hanno foglie lineari. I fiori sono a grappoli, grandi e profumati e possono essere di colore bianco, giallo, rosso o screziato.
Volendo identificare il lilium, potremmo dire che si tratta di un giglio bianco, noto anche come giglio di Sant'Antonio.
In antichità, i Greci e i Romani consideravano questo fiore simbolo di divinità e con i suoi petali imbottivano i cuscini. Inoltre, l'olio di lilium si impiegava per promurare l'acqua per il bagno.
La fioritura di questa pianta si verifica nel periodo che va da giugno ad agostoe si riescono ad ottenere dagli 8 ai 10 fiori sullo stesso stelo.
In questo piccolo tutorial, andremo a vedere come curare il lilium in libertà. Non è facile prendersi cura di questo magnifico fiore, ma l'importante è seguire degli accorgimenti specifici.

26

Occorrente

  • Mazzo di lilium freschi
  • Vaso di qualunque materiale
  • Spugna da fiorista
  • Forbici
36

Intanto inizio col dirvi che il lilium si può utilizzare in vari ambiti. Anzitutto possiamo trovarlo nelle chiese come abbellimento per i matrimoni. Inoltre, esso si presta a fare da decorazione nei banchetti nuziali e come elemento che compone il bouquet delle spose.
Al di là della funzione puramente decorativa, il lilium ci torna utile per l'aromaterapia. Il suo profumo intenso ha un forte potere rilassante. E il bulbo ha proprietà diuretiche se utilizzato come ingrediente nei decotti.
L'infuso a base di giglio solitamente si utilizza per fare impacchi e gargarismi, mentre i petali del fiore sono astringenti e detergenti.
Detto ciò, vediamo come procedere per curare il lilium.

46

Se volete avere sul vostro tavolino un bel mazzo profumato di lilium, allora procuratevi un piccolo vaso. Poggiate i fiori in un angolo in cui avrete modo di sedervi. Rilassatevi inalando il profumo che il mazzetto farà propagare nella stanza.
Generalmente, un mazzo di gigli consiste in un gruppo di fiori con i gambi molto lunghi. Il mio consiglio è quello di accorciarli un po', lasciando che le corolle sporgano appena dal vaso e ne nascondano il bordo. Sistemate il vostro bouquet di lilium in modo tale che tutti i fiori siano ben visibili e sporgenti.

Continua la lettura
56

A questo punto tagliate una spugna bagnata, creando la forma dell'interno del vaso. Posizionatela dentro il vaso, esercitando una pressione. In questo modo essa andrà ad occupare tutto lo spazio e rimarrà di almeno 5 centimetri al di sotto del bordo del recipiente.
Prendete i gigli a cui avete tagliato il gambo e d inseriteli delicatamente nella spugna bagnata. Posizionatene alcuni dritti ed altri obliqui, finché non avrete riempito il vaso.
Per mantenere i fiori freschi, dovrete cambiare l'acqua due volte alla settimana nel periodo invernale e giornalmente in quello estivo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non dimenticate di cambiare periodicamente l'acqua ai fiori, per evitare di farli seccare.
  • Posizionate il vaso di lilium vicino alla vostra poltrona preferita, oppure su un tavolino accanto alla finestra.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare il vostro bonsai

L’arte del bonsai ha origini antichissime; essa si diffonde a partire dalla dinastia Tang (618/906). Il termine è di derivazione giapponese, ma la tecnica è originaria della Cina. Per facilitare la cura dei bonsai i maestri giapponesi hanno stabilito...
Giardinaggio

Come curare i bulbi

Esistono tipi di piante che nascono attraverso i bulbi. Il genere bulbose ha una collocazione di facile coltura. Ma vanno curate in modo adeguato. Queste sono tante e hanno una loro classificazione. Per esempio troviamo i bulbi di aglio e cipolla. Mentre...
Giardinaggio

5 consigli per curare la stella di natale

La Stella di Natale è una splendida pianta verde il cui nome preciso è quello di Euphorbia pulcherrima. La Stella di Natale è una pianta di tipo tropicale e, pur essendo una classica pianta da acquistare durante la stagione invernale ed, in particolare,...
Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
Giardinaggio

Come curare le piante in una fioriera di marmo a muro

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutti i nostri lettori, che amano le piante e desiderano averle sempre in casa ma anche nel proprio giardino e sul proprio balcone. Proprio per questa motivazione abbiamo pensato di aiutarli ad imparare...
Giardinaggio

Come curare un orchidea

Per tutti gli appassionati di fiori e giardinaggio, l'orchidea è un fiore magnifico da coltivare che viene particolarmente apprezzato per il suo fascino. Le tante specie di questa pianta vengono impiegate generalmente a scopo ornamentale. È una famiglia...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come curare un bonsai ginseng

Sicuramente la tecnica orientale per coltivare i bonsai, ovvero piante e alberi in miniatura, è basata fondamentalmente su un processo periodico di potature, che gradualmente gli fanno assumere la forma e la dimensione desiderata. Se anche voi non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.