Come curare il mughetto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La cura dei fiori può essere considerata una vera e propria arte. Infatti nonostante appaia semplice, prendersi cura delle piante e farle fiorire al meglio non è affatto facile. Ci sono poi le piante selvatiche, che hanno una coltivazione tutta particolare. Tra i fiori più belli tra queste piante troviamo il mughetto. Il mughetto è una pianta erbacea perenne, molto velenosa. Dal suo fiore derivano numerosi profumi, quindi una buona quantità di questi fiori garantisce un'aroma unico. Questa guida si propone di spiegarvi come curare il mughetto.

25

Occorrente

  • Uno spazio esterno: bordura o aiuola
  • Una piccola piantina di Mughetto da mettere a dimora
  • Una buona miscela di torba, sabbia e terriccio di foglie
  • Concime ternario
35

Le stagioni in cui è possibile accedervi

È possibile procedere all'impianto in autunno o anche nella stagione primaverile e, quando la pianta sarà adulta, non supererà i 20 cm di altezza. Va benissimo la collocazione esterna, bisognerà solo fare attenzione affiché il Mughetto riceva il sole diretto soltanto nelle ore più fresche della giornata. Resiste bene sia alle temperature calde che a quelle fredde, ma non sopporterà gelate molto frequenti o persistenti; se il vostro clima è caratterizzato da questi fenomeni, meglio evitare di cimentarvi con questa pianta. Si adatta bene a qualunque tipologia di terreno, ma predilige quello molto drenato, per cui verificate le condizioni della terra delle vostre aiuole: sarà importante assicurarsi che l'acqua venga assorbita velocemente e che non ci siano ristagni. La miscela ideale è composta da torba, sabbia, terriccio di foglie e terra; vi basterà prelevare un po' di terra dai vostri spazi esterni e mescolarla a questi elementi riposizionando poi il tutto.

45

Non creare ristagni

Il Mughetto è molto sensibile ad attacchi fungini e a marciume radicale, per cui sarà importante non creare ristagni; nonostante questo, il terreno dovrà essere sempre umido, ecco perché dovrà drenare bene. Resiste con facilità a qualsiasi attacco parassitario e a svariate malattie, andranno comunque scongiurate le muffe evitando l'umidità in eccesso.

Continua la lettura
55

Utilizzare un buon fertilizzante

Nel pieno della stagione vegetativa, quindi da aprile a luglio, è consigliabile utilizzare un buon fertilizzante; il migliore sarà un concime ternario. Il metodo più semplice per far moltiplicare il Mughetto consiste nella divisione in rizomi, andrà effettuata in primavera o in autunno e bisognerà tener presente che le nuove piantine saranno molto delicate, meglio quindi aspettare che si irrobustiscano un po' al caldo prima di metterle a dimora all'esterno. Vedrete che, seguendo questi semplici consigli, il vostro Mughetto vi regalerà delle bellissime fioriture.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare i bulbi

Esistono tipi di piante che nascono attraverso i bulbi. Il genere bulbose ha una collocazione di facile coltura. Ma vanno curate in modo adeguato. Queste sono tante e hanno una loro classificazione. Per esempio troviamo i bulbi di aglio e cipolla. Mentre...
Giardinaggio

5 consigli per curare la stella di natale

La Stella di Natale è una splendida pianta verde il cui nome preciso è quello di Euphorbia pulcherrima. La Stella di Natale è una pianta di tipo tropicale e, pur essendo una classica pianta da acquistare durante la stagione invernale ed, in particolare,...
Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
Giardinaggio

Come curare le piante in una fioriera di marmo a muro

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutti i nostri lettori, che amano le piante e desiderano averle sempre in casa ma anche nel proprio giardino e sul proprio balcone. Proprio per questa motivazione abbiamo pensato di aiutarli ad imparare...
Giardinaggio

Come curare un orchidea

Per tutti gli appassionati di fiori e giardinaggio, l'orchidea è un fiore magnifico da coltivare che viene particolarmente apprezzato per il suo fascino. Le tante specie di questa pianta vengono impiegate generalmente a scopo ornamentale. È una famiglia...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come curare un bonsai ginseng

Sicuramente la tecnica orientale per coltivare i bonsai, ovvero piante e alberi in miniatura, è basata fondamentalmente su un processo periodico di potature, che gradualmente gli fanno assumere la forma e la dimensione desiderata. Se anche voi non...
Giardinaggio

Come curare un cactus

In natura esistono piante dall'aspetto particolare, resistenti e amanti del sole. Tra le tutte le piante con queste caratteristiche troviamo il cactus. Una pianta molto conosciuta e di facile coltivazione. La loro particolarità consiste nell'accumulare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.