Come curare il prato gramignone

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se anche voi desiderate avere il prato più del quartiere ma non avete tantissim tempo da dedicare alla cura del giardino, ecco la guida che fa al caso vostro. Scopriremo insieme come ottenere attraverso il gramignone un prato sempre verde e perfetto in barba a quello del vicino. Il gramignone infatti è una graminacea che ha una netta resistenza ai frequenti tagli, a lunghi periodi senza annaffiatura e inoltre non si sciupa se calpestata; è adatta in quei giardini, dove vi sono animali domestici e bambini, che passano gran parte del loro tempo a giocare in questo tappeto verde. Per favorire la crescita e la persistenza del prato gramignone, l'ideale è coltivarlo in un clima mediterraneo, dove grazie alle temperature calde, ha modo di insidiarsi senza problemi. In questa guida si spiega come curare e mantenere un prato così coltivato.

27

Occorrente

  • sementi per gramignone
  • attrezzatura da giardinaggio
37

Il gramignone è l'erba adatta per tutte le stagioni e dura tutto l'anno con i suoi splendidi colori. Infatti solo quando la temperatura, si abbassa al di sotto di 10°c, il gramignone smette di crescere, per poi riprendere nella successiva primavera. All'inizio della primavera, per evitare che vi siano degli attacchi da parte di qualche fungo parassita, è conveniente cospargere il prato con una polverina bianca con l'erba completamente asciutta, quindi dopo mezzogiorno con l'umidità sollevata.

47

Per favorire la crescita, è importante praticare la concimazione almeno due volte all'anno; la prima va eseguita all'inizio della primavera, quando la temperatura è ancora tiepida. Cospargere il concime in un secchio, riempito d'acqua e successivamente mescolare, fino ad ottenere la completa assimilazione tra acqua e concime; infine annaffiare con questo composto, in maniera omogenea il prato. Eseguire la stessa operazione all'inizio dell'autunno.

Continua la lettura
57

Per praticare dei tagli e sfoltire l'erba, meglio farli solo nei mesi di marzo e nei primi giorni del mese di aprile, periodi questi di massima germogliazione. Nei mesi di massimo caldo, come luglio e agosto, annaffiamo e irrighiamo il manto erboso, frequentemente, soprattutto nelle prime ore del mattino, o nelle prime ore della sera. Con questa irrigazione, l'erba ha una crescita sostanziale, quindi per attuare un'ulteriore taglio dell'erba nei periodi estivi, è consigliabile farlo nelle primissime ore della mattina, seguito poi da un'abbondante irrigazione, per evitare che il manto erboso, possa indebolirsi e col tempo afflosciarsi e seccarsi.
L'ultima accortezza, per certi versi una delle più importanti, è quella di non tagliare mai tale tipo di erba dopo il mese di ottobre, altrimenti si comprometterebbe l'intero prato. Fino a primaverà attraverserà infatti il suo periodo di germogliazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate i periodi di germogliazione del gramignone

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare il prato in estate

Non tutti hanno la fortuna di poter disporre di un giardino oppure di un prato. Chi possiede un qualsiasi spazio verde, solitamente, sogna di poterlo avere sempre ordinato e rigoglioso. Una normale e costante manutenzione, da effettuare nei vari periodi...
Giardinaggio

Prato: malattie e cure

Il prato è una superficie verde che richiede una cura ed un'attenzione tante assidue, quanto quelle dedicate alla coltivazione di una pianta o di un fiore. È fondamentale combattere sia la siccità (irrigando ogni qualvolta il terreno lo richiede) che...
Giardinaggio

Come allestire un prato a rotoli

Immaginiamo un'ampia dimora con giardino, in cui passare gradevoli momenti di relax. Il contesto ideale per chiunque volesse godere del tempo libero senza allontanarsi dalla sicurezza di casa. Respirare i profumi di una ricca vegetazione, su un rigoglioso...
Giardinaggio

Come seminare il prato inglese

Saper prendersi cura delle piante è davvero una passione, che tutti possono coltivare. A tal proposito abbiamo pensato di proporre una guida, valida e semplice da applicare, mediante la quale essere in grado di capire, come poter seminare, nel migliore...
Giardinaggio

Consigli per irrigare il prato

Se vuoi che il tuo giardino si conservi bene e che sia sempre di un verde brillante la cosa sicuramente più importante a cui dovrete prestare molta attenzione e un po' di tempo è l'irrigazione. Ovviamente se non irrighiamo il nostro prato con le giuste...
Giardinaggio

Come evitare le malattie del prato

Un bel prato, verde e rigoglioso, è senza dubbio un segno distintivo per un giardino curato e gradevole. Avere un prato sano e bello può richiedere, però, una manutenzione costante ed intensa. Il prato, infatti, rischia talvolta di manifestare i sintomi...
Giardinaggio

5 modi per coltivare il prato

Il prato è uno dei fattori principali quando decidiamo di acquistare la nostra casa. Infatti avere un prato ci permette di provare quella bellissima sensazione di camminare a piedi nudi sull’erba, per sentire la freschezza che sale dai nostri piedi...
Giardinaggio

Manutenzione e cura del prato

Accanto a tutte le piante c'è sempre un prato più o meno folto e sparso per il terreno. In realtà anche questo come tutti gli altri vegetali è in grado di riprodursi. Ma ovviamente per mantenerlo perfetto va curato. La crescita dipende dalle attenzioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.