Come curare la Crossandra

Tramite: O2O 25/03/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La Crossandra è una pianta sempreverde che affonda le sue origini in Asia, in Africa e in America. I suoi fiori di colore arancio-rosso fiammante, hanno il pregio di essere sempre molto durevoli; essi, infatti, sbocciano dall'inizio della primavera e permangono fino all'autunno inoltrato, hanno uno stelo lungo e sottile tubuliforme e sono spesso riuniti a spighe. Le sue foglie sono di un verde scuro, grandi e lucide, con nervature ben incise, ed hanno i margini ondulati. Premesso questo, scopriamo come curare la crossandra attraverso i passi della seguente guida.

25

Tecniche per la coltura

Quando le radici della pianta hanno riempito completamente il vaso, si rinvasa utilizzando un buon terriccio fertile di buona qualità e ricco di sostanze nutritive, sistemando dei cocci sul fondo del vaso per il drenaggio; questa operazione va fatta preferibilmente nel mese di marzo, periodo ideale in quanto non troppo freddo ma neppure esageratamente torrido. La pianta, in condizioni normali, cresce e fiorisce da marzo ad ottobre, se si garantisce una temperatura minima di 21 °C, con una buona illuminazione, ma non l'esposizione diretta al sole, che danneggia le foglie e blocca la fioritura.

35

Innaffiatura

Devi innaffiarla almeno 1-2 volte alla settimana, per mantenere la composta appena umida, poiché non tollera un substrato imbevuto di acqua, ma non sopporta neanche di restare completamente asciutta. Durante il periodo di crescita, devi concimarla aggiungendo un fertilizzante liquido organico all'acqua di annaffiatura, ogni due settimane. Quando la fioritura è terminata, devi potare la pianta accorciando i rami fioriferi fino a circa due terzi della lunghezza. Nella stagione fredda devi innaffiarla moderatamente con acqua tiepida, rimuovendo le foglie e i fiori appassiti per evitare l'insorgere di marciumi e muffe.

Continua la lettura
45

Moltiplicazione

Per quanto riguarda la moltiplicazione, si semina in marzo, in una leggera composta formata da sabbia e torba in parti uguali. L'ideale è usare una cassetta da semina, oppure, in alternativa, puoi racchiudere il vaso in cui hai seminato, in un sacchetto di plastica trasparente di misura adeguata e posizionarlo sul davanzale al caldo. Puoi riprodurre la Crossandra anche mediante le talee, lunghe 8-10 cm, che devi togliere in marzo dai fusti, dopo aver trattato la loro base con un buon prodotto a base di ormoni rizogeni; li pianti in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali e li tieni a 21 °C di temperatura; quando hanno radicato, li metti nel vaso.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
Giardinaggio

Come curare le piante colpite da funghi

Le cattive condizioni di conservazione delle piante, soprattutto durante i diversi periodi vitali delle stesse, rappresentano una delle principali cause della diffusione dei parassiti, che a loro volta possono generare malattie anche gravi. Di queste,...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come curare un bonsai ginseng

Sicuramente la tecnica orientale per coltivare i bonsai, ovvero piante e alberi in miniatura, è basata fondamentalmente su un processo periodico di potature, che gradualmente gli fanno assumere la forma e la dimensione desiderata. Se anche voi non...
Giardinaggio

Come curare un cactus

In natura esistono piante dall'aspetto particolare, resistenti e amanti del sole. Tra le tutte le piante con queste caratteristiche troviamo il cactus. Una pianta molto conosciuta e di facile coltivazione. La loro particolarità consiste nell'accumulare...
Giardinaggio

Come curare le macchie nere sulle foglie delle orchidee

Le orchidee sono tra le specie floricole più antiche. Le loro origini risalgono a circa 65 milioni di anni fa. Il nome orchidea comparve per la prima volta tra il VI ed il V secolo a. C. Nel "De historia plantarum", Teofrasto, filosofo dell'antica Grecia,...
Giardinaggio

Come identificare e curare le malattie degli alberi

Gli alberi e le piante del nostro giardino possono essere affette da molteplici malattie. Determinate condizioni ambientali, facilitano la diffusione delle malattie degli alberi e il loro contagio. Inoltre anche la carenza di alcuni nutrienti minerali...
Giardinaggio

Come curare un orchidea

Per tutti gli appassionati di fiori e giardinaggio, l'orchidea è un fiore magnifico da coltivare che viene particolarmente apprezzato per il suo fascino. Le tante specie di questa pianta vengono impiegate generalmente a scopo ornamentale. È una famiglia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.