Come curare le piante affette da galle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le galle delle piante sono escrescenze anomale provocate da insetti o da altri organismi come batteri, funghi e acari. Si tratta di formazioni tumorali che colpiscono le piante a vari livelli, radici, fusto, rami, foglie e fiori; in definitiva, tutte le parti di una pianta possono sviluppare le galle. Tra gli insetti, i principali responsabili delle galle sono i Cinipidi e diversi piccoli ditteri della famiglia dei cecidomini, il cui nome significa appunto "creatori di galle". Tutto dipende dalla reazione della pianta alle sostanze chimiche che vengono iniettate nei tessuti, queste sostanze inducono le cellule vegetali circostanti ad ingrandirsi e a riprodursi rapidamente, formando le escrescenze. Ma ora vediamo come curare le piante affette da galle.

26

Occorrente

  • pesticidi
36

Alcune galle di origine batterica possono colpire soprattutto le piante da frutto legnose come il pero, il melo, il susino, il pesco e il lampone. Si manifestano sotto forma di catenelle alla base degli steli e dei tronchi, oppure sulle radici, causando un fogliame pallido e una crescita stentata. Purtroppo, non esiste ad oggi un trattamento per questo tipo di galle e se una pianta viene colpita seriamente, non si può far altro che abbatterla. Una pianta può sopravvivere solo se viene colpita in forma leggera. È comunque possibile prevenire questa malattia con un buon drenaggio del terreno ed evitando danneggiamenti alle radici delle piante.

46

Le larve dei moscerini, di colore rosso vivo, giallo o bianco, si nutrono del tessuto di molte piante coltivate e causano le galle sulle foglie, sugli steli e sui fiori, ostacolandone la crescita. Per combattere le galle dei moscerini, bisogna intervenire in tarda primavera o ad inizio estate, trattando le piante colpite con un insetticida ad azione prolungata come il gammesano. In questo modo, si potranno eliminare gli insetti adulti prima che depongano le uova.

Continua la lettura
56

Le galle degli acari sono invece dei minuscoli patogeni che si nutrono dei tessuti verdi delle piante, causando la formazione di galle sulle foglie e sulle gemme. È possibile trattare questo tipo di galle come qualunque acaro delle piante. Le galle delle vespe, che di solito si trovano sulle querce, sui salici o sulle rose, possono essere causate da varie specie di api e si sviluppano sulle foglie delle piante colpite in forme diverse. Alcune sembrano piselli, altre ciliegie o bottoni. Si possono sviluppare isolate o in gruppi molto numerosi, ma non arrecano danni importanti alle piante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare le piante in primavera

La primavera è una bellissima mezza stagione che porta con sé un anticipo di estate. In questa stagione tutta la natura si sveglia e si respira aria di cambiamento: le giornate si allungano, il sole diventa gradualmente più caldo, le piante fioriscono,...
Giardinaggio

Come curare le piante carnivore

In questo periodo, le piante carnivore hanno raggiunto davvero l'apice della notorietà: infatti sono sempre di più le persone che si contornano di questi vegetali provenienti da Paesi davvero lontani ma poi, una volta a casa, sanno come comportarsi...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come curare le piante carnivore in inverno

Le piante carnivore sono piante erbacee che si nutrono di insetti e piccoli artropodi. Il motivo di questo comportamento è dovuto all'adattamento agli ambienti ostili in cui si sviluppano quali paludi o rocce. Questi risultano poveri di azoto ed altri...
Giardinaggio

Come curare le piante epifite

Nelle nostre abitazioni sono sempre più diffuse guzmanie, achmeae, bromelie e orchidee, ma prendono piede anche bellissime felci australiane o africane appartenenti al genere Platycerium dall'accattivante foglia a corno d'alce. Queste piante prendono...
Giardinaggio

Come utilizzare il tabacco delle sigarette per curare le piante

Sappiamo tutti che le sigarette fanno male e nuocciono gravemente alla salute dell'uomo ma non tutti sanno che la nicotina in esse contenute combatte insetti ed afidi delle nostre piante fungendo da ottimo insetticida.In questa breve guida vedremo come...
Giardinaggio

Come identificare e curare le malattie degli alberi

Gli alberi e le piante del nostro giardino possono essere affette da molteplici malattie. Determinate condizioni ambientali, facilitano la diffusione delle malattie degli alberi e il loro contagio. Inoltre anche la carenza di alcuni nutrienti minerali...
Giardinaggio

Come curare il "mal secco" del limone

In questa guida ci occuperemo di una malattia fungina che minaccia le piante, volgarmente conosciuta come “mal secco”. Questa fitopatologia si evidenzia soprattutto nel periodo autunnale, quando il clima umido e piovoso colpisce indistintamente rami,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.