Come curare le piante carnivore

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questo periodo, le piante carnivore hanno raggiunto davvero l'apice della notorietà: infatti sono sempre di più le persone che si contornano di questi vegetali provenienti da Paesi davvero lontani ma poi, una volta a casa, sanno come comportarsi nei riguardi della nuova amica oppure arrivano i dubbi e le domande al riguardo? Nel caso non ricordassero alla perfezione tutto quello che il commesso ha loro elencato oppure, viceversa, se hanno la necessità di far luce su ciò che non ha detto, ecco alcuni pratici consigli da adottare in modo che la pianta possa crescere e riprodursi nella maniera più corretta possibile. Vediamo allora come curare le piante carnivore.

27

Occorrente

  • Giusta posizione nell'appartamento
  • acqua distillata
  • Terreno povero
  • Sole
37

Dare loro il giusto nutrimento attraverso l'invasatura e l'innaffiatura

Le piante carnivore devono il loro "inquietante" nome al fatto che sono in grado di nutrirsi principalmente di piccoli insetti. Quando si acquistano e si portano a casa, l'unica cosa che ci si aspetta è quella di vederle mentre si nutrono e, se non sono in grado di farlo per mancanza d'insetti, glieli si devono procurare. Purtroppo, però, questa è proprio la prima di una serie di azioni che non si devono mai fare perché le piante carnivore mangiano gli insetti in modo da procurarsi tutte quelle sostanze nutritive necessarie che vengono a mancare nel terreno dove sono posizionate. Quando sono, però, sistemate all'interno di un vaso, questa mancanza decade quindi, attraverso l'invasatura e l'annaffiatura, si possono procurare tutto quello di cui la pianta necessita.

47

Posizionarla nel luogo più consono alla sua crescita

Altro accorgimento per mantenere in salute la pianta esotica è quella di posizionarla nel luogo più corretto possibile. Erroneamente si pensa che, data la sua provenienza esotica, la pianta necessiti di sole durante tutta la giornata, niente di più sbagliato perché alla pianta basta solo ed esclusivamente 1 ora di sole al giorno. Se si nota che le sue foglie diventano rapidamente prima marroni e, in seguito, nere questo sta a significare che il sole è troppo intenso e la pianta si sta bruciando lentamente. In questo caso, sarà opportuno spostarla cercando di trovare una posizione giusta che riesca ad equilibrare luce e sole in parti uguali.

Continua la lettura
57

Utilizzare acqua distillata

Per mantenere in salute la pianta occorre utilizzare solo acqua distillata o in bottiglia, mai quella del rubinetto in quanto contiene troppo calcare che, a lungo andare, si andrebbe a depositare sul fondo del vaso avvelenando la pianta. Se si ha a disposizione un condizionatore d'aria, si può ricavare l'acqua di scarico di questo apparecchio in quanto già filtrata e demineralizzata. Per quanto riguarda il terreno invece, queste piante vivono per la maggior parte in terreni poveri, quindi il terriccio da utilizzare più indicato potrebbe essere lo Sphagnum, una specie di muschio essiccato reperibile presso tutti i negozi di giardinaggio.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Le 10 migliori piante carnivore da vaso

Quest'estate per tenere il tuo giardino pulito e libero da insetti indesiderati, affidati alle piante carnivore da vaso, una comoda soluzione capace di eliminare gli insetti dal tuo giardino e dalla tua casa rendendo l'ambiente più bello e profumato....
Giardinaggio

le migliori piante carnivore per eliminare gli insetti

Le piante carnivore, denominate anche "insettivore" hanno la proprietà e la caratteristica di consumare ed intrappolare animali e protozoi, in particolar modo gli insetti, allo scopo di nutrirsi. Tale peculiarità è stata ottenuta a causa della loro...
Giardinaggio

10 piante carnivore da coltivare in giardino

Nell'immaginario collettivo le piante carnivore sono quelle che ci liberano dalla fastidiosa presenza di insetti e zanzare: ecco perché probabilmente tutti vorremmo averne almeno una in casa. Per non parlare dei più piccoli, che potrebbero stare ore...
Giardinaggio

Come curare le piante colpite da funghi

Le cattive condizioni di conservazione delle piante, soprattutto durante i diversi periodi vitali delle stesse, rappresentano una delle principali cause della diffusione dei parassiti, che a loro volta possono generare malattie anche gravi. Di queste,...
Giardinaggio

Come curare le piante in primavera

La primavera è una bellissima mezza stagione che porta con sé un anticipo di estate. In questa stagione tutta la natura si sveglia e si respira aria di cambiamento: le giornate si allungano, il sole diventa gradualmente più caldo, le piante fioriscono,...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come curare le piante epifite

Nelle nostre abitazioni sono sempre più diffuse guzmanie, achmeae, bromelie e orchidee, ma prendono piede anche bellissime felci australiane o africane appartenenti al genere Platycerium dall'accattivante foglia a corno d'alce. Queste piante prendono...
Giardinaggio

Come utilizzare il tabacco delle sigarette per curare le piante

Sappiamo tutti che le sigarette fanno male e nuocciono gravemente alla salute dell'uomo ma non tutti sanno che la nicotina in esse contenute combatte insetti ed afidi delle nostre piante fungendo da ottimo insetticida.In questa breve guida vedremo come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.