Come Curare Un Vigneto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se desideriamo impiantare un vigneto, dobbiamo innanzitutto considerare il fatto che si tratta di un'attività lavorativa sotto ogni punto di vista. Qualora volessimo ottenere un prodotto finale di elevata qualità, infatti, la nostra vite avrà bisogno di cure quotidiane.
Vediamo di seguito qualche consiglio importante su come si deve curare al meglio un vigneto destinato alla produzione di un vino di buona qualità. La prima informazione che è necessario sapere riguarda il fatto che il ciclo vitale della vite segue in modo scrupoloso l'alternarsi delle stagioni. La pausa durante l'inverno, il risveglio della pianta in primavera, la produzione degli acini in estate e il raccolto nella stagione autunnale.

27

Occorrente

  • Inverno: potatura delle piante e sostituzione di eventuali vegetali colpiti da malattie
  • Primavera: sistemazione dei nuovi rami
  • Estate: diradamento delle foglie e dei grappoli in eccesso
  • Autunno: raccolta dei frutti
37

Il nostro lavoro nel vigneto deve avere inizio durante la stagione invernale. Supponiamo che il nostro vigneto sia già esistente. In questo caso cominciamo a recidere le nostre piante, in quanto si tratta di un'azione piuttosto importante. Eseguendola bene, l'anno seguente potremmo ottenere dei risultati ideali a livello produttivo e qualitativo.
La potatura andrà effettuata valutando con attenzione lo stato di ciascuna singola pianta. La procedura consiste nel controllare tutte le piante in nostro possesso e valutare di conseguenza la potatura da eseguire. Ricordiamoci di farla in maniera equilibrata, senza né togliere troppo né lasciare eccessivi rami sulla pianta.

47

Quando la primavera sta per cominciare, anche le prime tenere foglioline iniziano a spuntare. Questo periodo dell'anno potrebbe essere abbastanza pericoloso per le eventuali gelate notturne e la comparsa di malattie. Ecco perché è davvero importante controllare ogni giorno lo stato delle nostre piante, visionandole singolarmente.
Quando le foglie e i nuovi rami cominciano a crescere, dobbiamo aiutarle manualmente a sistemarsi sugli appositi fili di sostegno. Con l'arrivo della stagione estiva tocca l'apice la cura del nostro vigneto. Durante questo periodo di tempo bisogna diradare le foglie in eccesso, rimuovere ogni grappolo in eccedenza e tagliare qualche cima dai rami.

Continua la lettura
57

Se la cura del nostro vigneto è stata continua, sul finire dell'estate possiamo iniziare a vedere i risultati futuri del raccolto. Camminando tra i filari, noteremo come gli acini si preparano alla totale maturazione e cambiano colore passando dal verde al violaceo, per diventare poi del tutto gialli.
Finalmente arriva l'atteso periodo della vendemmia. Raccogliamo tutti i grappoli prodotti dalle nostre piante e sistemiamoli in apposite ceste. A quel punto dobbiamo attendere che diventino un ottimo vino.
Anche qualora i rami delle nostre viti dovessero essere spogli, non vuol dire che il nostro lavoro sia concluso. Dobbiamo provvedere alla sistemazione del terreno, al controllo delle piante e alla sostituzione dei vegetali colpiti da malattie.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come e quando irrigare il vigneto

Essendo in vista della bella stagione e quindi anche della germogliazione di piante e fiori, nella guida che segue vi sarà spiegato come irrigare il vigneto, in modo che possa essere sempre in perfetta forma e salute. La vite richiede tanta cura e dedizione....
Giardinaggio

Come Potare Un Vigneto

Se possedete un vigneto da poco tempo, vi sarete già accorti di quanto impegno richiede la sua cura. L'uva e tutti i suoi derivati sono prodotti che se mantenuti in un certo modo avranno un sicuro buon risultato sia di sapore che, nel caso, economico....
Giardinaggio

Come curare il vostro bonsai

L’arte del bonsai ha origini antichissime; essa si diffonde a partire dalla dinastia Tang (618/906). Il termine è di derivazione giapponese, ma la tecnica è originaria della Cina. Per facilitare la cura dei bonsai i maestri giapponesi hanno stabilito...
Giardinaggio

Come curare i fiori recisi

Curare i fiori recisi non richiede un grande impegno, ma è molto importante farlo con attenzione se desideriamo che durino a lungo e non emanino cattivo odore. Quindi, se ci piace abbellire la nostra casa con dei vasi pieni di fiori colorati e profumati,...
Giardinaggio

Come curare le piante colpite da funghi

Le cattive condizioni di conservazione delle piante, soprattutto durante i diversi periodi vitali delle stesse, rappresentano una delle principali cause della diffusione dei parassiti, che a loro volta possono generare malattie anche gravi. Di queste,...
Giardinaggio

Come piantare e curare le zucche ornamentali

Le zucche ornamentali sono degli ortaggi molto apprezzati per il loro succulento sapore. Sebbene vengono utilizzate per preparare svariate ricette sono famose per la loro particolare forma. A questo proposito si adoperano anche per decorare. Queste, infatti,...
Giardinaggio

Come curare un bonsai ginseng

Sicuramente la tecnica orientale per coltivare i bonsai, ovvero piante e alberi in miniatura, è basata fondamentalmente su un processo periodico di potature, che gradualmente gli fanno assumere la forma e la dimensione desiderata. Se anche voi non...
Giardinaggio

Come curare un cactus

In natura esistono piante dall'aspetto particolare, resistenti e amanti del sole. Tra le tutte le piante con queste caratteristiche troviamo il cactus. Una pianta molto conosciuta e di facile coltivazione. La loro particolarità consiste nell'accumulare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.