Come decorare con effetto marezzato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'effetto "marezzato" ampiamente utilizzato per decorare nei lavori di decoupage, prende origine da un'antica tecnica di pittura murale. Da applicazioni su superfici vaste, il tutto si riduce ad una decorazione, in qualche modo più minuziosa, o meglio, più concentrata su superfici ridotte ed oggetti più piccoli: è importante anche come saper dare risalto ad un fondo marezzato con i giusti accorgimenti ed un'applicazione abbastanza morbida e spontanea.

26

Occorrente

  • Primer per Decoupage, colori acrilici, pennelli sintetici o comunque a setola medio-morbida
36

La tecnica

La tecnica pittorica denominata "effetto marezzato" fa riferimento ad una decorazione il cui effetto consiste in una miscellanea, che per quanto spontanea e casuale nell'applicazione del colore, non appare disordinata ma abbastanza delicata ed omogenea.

"Marezzato" significa propriamente "variegato, striato", deriva da "marezzo". Fa riferimento alle venature del colore del mare, intendendo una striatura fitta e irregolare che pittoricamente viene applicata su legno, vetro, marmo, pietra, stoffe, metalli, ecc.

46

L'effetto

L'effetto marezzato intende risaltare su un fondo di base monocolore o piuttosto può divenire esso stesso un fondo, che può rimanere tal quale a decorare la superficie di un oggetto, oppure armonizzarsi con i colori di un decoro, ad esempio di tipo floreale, che può essere ugualmente dipinto a mano o una stampa su carte per decoupage di varie grammature.
Il marezzato solitamente viene ricreato con una miscellanea di almeno tre colori, possibilmente "tono-su-tono" per creare un'armonia, un contrasto non troppo netto e definito, o comunque sensato, qualora ad esempio, si vogliano richiamare i colori dei decori, per quanto casuali siano le pennellate date ad effetto "spatola".

Continua la lettura
56

Approfondimenti tecnici e strumenti

L'effetto marezzato si ottiene appoggiando il pennello sui colori accostati nella tavolozza in maniera tale da "sporcare" il pennello in maniera ben definita.
Questo permetterà ai colori di miscelarsi delicatamente grazie ad un tratto corto e leggermente ondulatorio del pennello, fino a creare delle morbide venature.
Il marezzato sicuramente ha un notevole risalto sul vetro per via della luce che traspare tra gli incroci delle spennellature e le variazioni di spessore del colore, ma anche marmo e legno, tipici per le loro venature naturali, ben si sposano con acrilici e/o tempere applicati secondo marezzatura.
Il pennello è preferibilmente a setole piatte e sintetiche, o anche naturali, ma di tipo morbido o medio, come la setola di bue o di martora. Più ampio sarà il pennello, più vario sarà l'effetto, poiché si può intingere in un numero maggiore di colori.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare l'effetto marmo con il decoupage

Il marmo molto probabilmente è uno dei materiali più belli e eleganti che ci siano. Si adatta perfettamente a qualsiasi stile architettonico, da quello più moderno, al quello classico. Se al momento non potete acquistare del marmo vero, per vari motivi,...
Bricolage

Come realizzare un vassoio in finto marmo

Se amiamo l'arte della decorazione, sappiamo benissimo che su qualsiasi superficie possiamo creare svariate finiture di nostro gradimento, adottando alcune tecniche del decoupage, insieme a quelle tipiche della pittura. Un esempio lo troviamo in questa...
Casa

Come Imitare Il Marmo Verde

Tra le imitazioni di materiali, quella del marmo è sicuramente la più diffusa. Già nell'ottocento, artigiani di alto spessore, inserirono questa lavorazione nelle loro realizzazioni artistiche. L'imitazione del marmo è una tecnica che si adatta a...
Bricolage

Come dipingere con la tecnica del finto marmo

In questa guida vi insegneremo a dipingere imitando le venature del marmo, in modo da rendere più preziose le superfici anche più semplici, come avviene con l'arte dei tromp l'oeil. La tecnica utilizza materiali facilmente reperibili ma non è semplice...
Casa

Come trasformare un vecchio comodino in uno nuovo elegante effetto marmo

Così come capita per i vestiti, gli atteggiamenti e le acconciature, anche per i mobili della vostra casa il tempo passa e le mode cambiano, mostrandoci continuamente nuovi modi per svecchiare il vecchio arredamento e mantenersi al passo. Tuttavia non...
Materiali e Attrezzi

Come riparare il marmo scheggiato

Il marmo viene spesso scelto per il suo valore estetico e per i suoi colori tenui; inoltre, le venature uniche di questa pietra naturale possono aggiungere eleganza e stile a qualsiasi ambiente od oggetto della casa. Il marmo è comunemente utilizzato...
Casa

Come risanare il marmo scheggiato

Il marmo è una roccia composta prevalentemente da carbonato di calcio. Viene spesso scelto per la sua estetica molto attraente, oltre ai suoi colori tenui, e le sue venature che sono un marchio di fabbrica di questa pietra e che aggiunge eleganza e stile...
Casa

Come tinteggiare il marmo con lo smalto

Se in casa abbiamo dei ripiani in marmo oppure dei mobili corredati di questo raffinato materiale naturale, possiamo personalizzarne il colore in base ai nostri gusti ed esigenze di arredo. Il marmo infatti si può tinteggiare usando dello smalto specifico,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.