Come decorare con il peperoncino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Spesso si pensa che per decorare con gusto e originalità bisogna spendere molti soldi per oggetti di design. In realtà non è così, basta poco per realizzare degli elementi decorativi da posizionare in casa. Infatti, gli oggetti si possono creare con materiali di uso comune e che sono facilmente reperibili. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come decorare con il peperoncino. Il colore rosso di quest'ultimo dà un tocco di colore al punto in cui si posiziona. Ecco allora qualche idea di decoro nei passi successivi.

25

Occorrente

  • Piante di peperoncino rosse, nere, verdi e gialle
  • spugna da fiorai
  • contenitore in metallo o ceramica
35

Preparare l'occorrente

Per preparare un centro tavola con piante, fiori disidratati e peperoncini freschi occorrono un contenitore di latta o di ceramica per contenere la composizione ed una spugna verde come elemento decorativo, quella che utilizzano i fiorai. Le piantine di peperoncino da utilizzare come decorazione si trovano facilmente in commercio. Si possono scegliere piantine di peperoncini viola, rossi, giallognoli; sono tutti altamente decorativi.

45

Sistemare la spugna

A questo punto bisogna prendere il contenitore scelto e sistemare all'interno la spugna verde. Ogni parte del contenitore deve essere ben riempita in quanto si deve ricoprire tutta la superficie. È preferibile tagliare con il coltello la spugna per chiudere così tutti i buchi. Quando la superficie è pronta non si deve far altro che cominciare a sistemare all'interno tutti i fiori e le foglie che sono stati acquistati. Bisogna sistemare il tutto in modo che possa risaltare agli occhi di chi sta guardando la composizione; non bisogna dare l'idea di una accozzaglia di fiori e foglie alla rinfusa.

Continua la lettura
55

Sistemare i rami

Dopo che tutto il materiale è stato sistemato e la composizione è stata completata si deve girare il vaso per verificare se ci sono parti da sistemare. Se si è soddisfatti si può procedere con la parte finale della lavorazione, cioè la sistemazione dei rami di peperoncino. Bisogna prendere le piantine di peperoncino e tagliare i vari rami che contengono i preziosi frutti. Si devono tagliare il più lungo possibile; in questo modo oltre a piantarli nella spugna si possono tenere più alti delle altre piante. Quando i rametti sono stati tagliati bisogna sistemarli all'interno della composizione. Successivamente si fa un accurato controllo per vedere se a livello ottico il vaso si presenta in modo gradevole. Se vengono seguite attentamente tutte le indicazioni della guida si riesce ad ottenere un buon risultato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare in vaso i peperoncini a ciliegia

Il peperoncino è una pianta di origine americana che si è diffusa in tutto il mondo. Esso viene utilizzato in tantissime ricette in quanto dà un gusto particolare al piatto. Le varietà sono tantissime, grazie agli innumerevoli incroci; esse sono differenti...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i peperoncini in casa

I peperoncini fanno parte di un genere di piante erbacee. Fioriscono in primavera e in estate e producono dei bellissimi fiorellini bianchi. Mentre, i frutti sono di forma e di colore diverso secondo la specie. Questi sono delle bacche che hanno una cava...
Giardinaggio

Come coltivare peperoncini Habanero

I peperoncini vengono coltivati in diverse parti del mondo, ed ogni specie ha un sapore ed un colore specifico; infatti, quelli Habanero sono rossi, crescono in zone molto calde come il Messico e sono moto piccanti. Questa particolare specie è possibile...
Giardinaggio

Come coltivare il tabasco

Se vi recate in qualsiasi supermercato è possibile acquistare una strana salsa rossa, molto piccante, usata per condire il pesce o la carne. Stiamo parlando del tabasco, una salsa molto diffusa negli Stati Uniti che ormai è distribuita in ogni parte...
Giardinaggio

Come raccogliere il peperoncino

Il peperoncino è una pianta originaria delle Americhe, ma oggi diffusa praticamente in tutto il mondo. Esistono varie specie piccanti, dolci ed ornamentali. Tutte le varietà di peperoncino possono essere coltivate in Italia, seminando nei mesi di febbraio...
Giardinaggio

Come allestire un orto in un metro quadrato

A volte si desidera allestire un orto casalingo, magari nel proprio giardino o in balcone ma non si ha abbastanza spazio. Se si è in questa situazione niente paura, poiché esiste ormai un modo, che arriva dal lontano Perù, per poter realizzare un orticello,...
Giardinaggio

10 ortaggi nani da coltivare in vaso

Perché negarsi un angolo di campagna se si vive nei grandi appartamenti? La moda di coltivare piante se si abita in palazzoni al centro della città si sta sviluppando sotto forma di numerose alternative che introducono il verde anche lì dove il mondo...
Giardinaggio

Come curare la Petunia

La petunia è una pianta di tipo erbacea appartenente alla famiglia delle Solanaceae, e di questo gruppo fanno parte anche i pomodori, i peperoncini e le patate. È originaria del Sud America, ma esistono almeno 40 specie diverse, e dai suoi cespugli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.