Come decorare un oggetto con la tecnica dello sbalzo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Lo sbalzo è una delle tecniche più antiche fino ad ora conosciute, in Egitto ad esempio era in voga di adattare piccole lamine metalliche all'anima di legno o d'argilla, di statue ed altri monumenti scultorei. Lo sbalzo, è una tecnica per eseguire delle opere scultoree su rame e altri tipi di metalli, in modo da ottenere un disegno o una decorazione in rilievo. Lo sbalzo applicato ai metalli è limitato ai materiali malleabili come Ottone, stagno, argento ecc.. In questa breve guida si mostrerà come decorare un oggetto con la tecnica dello sbalzo analizzando e descrivendo i vari passaggi :.

25

come prima cosa bisogna dire che per realizzare uno sbalzo bisogna utilizzare un martelletto e un panno in modo tale da creare altorilievi e basso rilievi. A questo punto si danno dei colpi più o meno forti, sul panno posizionato su un determinato punto della lastra di rame in cui si vuole creare l'effetto di rilievo (Infatti il termine deriva dall'effetto che hanno i colpi di mattarello sul panno). I dettagli del disegno si ottengono lavorando il lato dritto del pezzo profilando il disegno con ceselli più minuti fino ad ottenere una maggiore definizione. Per iniziare si disegna il motivo decorativo su un foglio di carta, che successivamente sarà riportato sulla carta velina. Poi appoggiate la lastra di rame sopra il tappetino da sbalzo, dove sopra metterete il foglio di carta velina.

35

Si prosegue ricalcando il motivo decorativo tracciato sulla carta velina, usando un oggetto appuntito. In questo modo si imprimerà sulla lastra di rame (dosate bene la forza con cui incidete). Ricalcata tutta la sagoma, poco a poco si rimuove la carta velina. Adesso si ripassa la sagoma di decoro sulla lastra di rame, con un oggetto a punta sottile (sarebbe consigliabile usare un punteruolo). Completare il lavoro di decoro sbalzando i vari punti, cominciando dai particolari più piccoli e terminando con quelli più grandi. Per finire si sbalza con le apposite punte da sbalzo, mettendo in rilievo l'immagine di decoro scelta. Per mettere in risalto le zone bombate, invece, si lavora la lastra sul diritto con punteruolo a doppia punta d'acciaio.

Continua la lettura
45

Bisognerebbe segnare le zone vuote accanto i bordi del decoro. Detto ciò si può affermare che questa è una tecnica dalle mille sfaccettature che può essere applicata in svariati campi, e soprattutto a cui tutti vi possono accedere, dai più giovani ai meno giovani. Non ha importanza se sia applicata per un albero di natale o per una scultura, l'importante e che " l'arte sia tenuta in vita".

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare uno sbalzo su rame

Lo sbalzo è  una tecnica scultorea molta antica e bella. Si può ottenere lavorando su diversi materiali, lastre di rame, oro, argento, stagno e ottone, oppure cuoio e alti materiali simili. Questi materiali devono essere malleabili, e quindi facili...
Bricolage

Come fare una scatolina portaoggetti in rame a sbalzo

Tramite il metodo del fai da te è possibile realizzare un'infinità di cose. Se cercate una scatolina portaoggetti esclusiva, ad esempio, potreste crearla sbizzarrendo la vostra fantasia e la vostra manualità. Nel fare una scatolina portaoggetti in...
Bricolage

Come decorare con la tecnica del decoupage

Originale e suggestiva, pittoresca e stimolante, la tecnica del decoupage attualmente è diventata un business, ma in realtà è nata come arte del riciclo. Grazie a quest'hobby, si può impreziosire qualsiasi oggetto a cui si voglia dare un valore aggiunto:...
Bricolage

Come decorare il frigorifero con la tecnica del decoupage

Usando la tecnica del decoupage è possibile decorare ogni oggetto, i mobili e tutto quello che vi viene in mente. Questa tecnica consiste nello incollare delle immagini, o pezzi di riviste, giornalini, libri ecc, per creare effetti di decorazioni con...
Bricolage

Come decorare una abat-jour con la tecnica del decoupage

Ogni amante del bricolage non vede l'ora di arredare la propria casa con le sue creazioni. La cosa più semplice da fare, anche per i meno esperti, è decorare e rinnovare materiali o elementi già presenti in casa. Armiamoci quindi di buona volontà...
Bricolage

Come decorare il vetro con la tecnica dello stencil

La tecnica dello stencil non è altro che un modo di decorare oggetti usando una maschera per creare forme con la vernice. È utile per realizzare insegne e decorare oggetti. Purtroppo è pure usato per imbrattare i muri della città. I writer, infatti,...
Bricolage

Come decorare la ceramica con la tecnica del terzo fuoco

La tecnica del terzo fuoco è così chiamata perché la ceramica che viene decorata subisce tre cotture. Questo tipo di decorazione permette di ottenere risultati molto precisi, ma richiede grande abilità e una mano ben ferma. La tecnica del terzo fuoco...
Bricolage

Come decorare una candela con la tecnica stencil

Al contrario di quanto in molti possano pensare, la tecnica dello stencil ha origini antichissime. Esistono delle prove che certificano che questa tecnica veniva già utilizzata dalle antichissime dinastie Ming in Cina. Questo metodo di decorazione è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.