Come decorare una credenza

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in cantina o in soffitta avete una vecchia credenza che non potete utilizzare poiché non si adatta al design impostato in casa, allora vi conviene intervenire con delle tecniche di decorazione appropriate, in modo da renderla facilmente inseribile nel contesto. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida su come decorare una credenza.

26

Occorrente

  • Carta vetrata
  • Collante
  • Ritagli di riviste
  • Stoffa
  • Pennelli
  • Vernici acriliche opache e lucide
  • Aceto
  • Pennellino sottile
36

Acquistare dei colori acrilici

La prima cosa da fare consiste in una fase di carteggio per eliminare il vecchio strato di vernice, dopodiché si può partire con una riverniciatura, che è la cosa più semplice e immediata da fare, oppure optare per delle applicazioni o dei disegni. Basta solo capire che effetto si vuole ottenere. Se infatti si ama lo stile shabby chic una buona idea sarebbe quella di impiegarlo per la rivitalizzazione della vostra vecchia credenza. Tutto ciò che vi serve è acquistare dei buoni colori acrilici, evitando però delle tonalità troppo forti e che possibilmente devono essere alquanto opache anziché lucide.

46

Applicare della carta

Se invece volete creare qualcosa che sia di tendenza, optate per delle vernici con colori moderni. Il bianco e nero sono molto di tendenza e donano modernità alla vostra casa. Ma è possibile scegliere qualsiasi colore vi piaccia. Se siete appassionati di fumetti o comunque di disegni, potete applicare le pagine di carta utilizzando acqua e colla vinilica. Li incollerà perfettamente e per rifinire i dettagli e far sì che la carta non si rovini, dopo che si è asciugata perfettamente, ci vorrà almeno una giornata intera, potete passare delle mani di vernice di finitura. Potete scegliere sia quella lucida che opaca, dipende solo dal vostro gusto. Lo stesso procedimento lo potete utilizzare per la stoffa. Anche questa è molto usata per rivestire mobili e credenze e magari potete abbinarla con della pittura, così da non rendere troppo pesante il suo aspetto.

Continua la lettura
56

Creare l'effetto legno vivo

Se la vostra credenza intendete inserirla in un ambiente cucina in stile tipicamente rustico tipo arte povera, allora con c'è niente di meglio che creare sulla sua superficie un effetto legno vivo. Per eseguire il nuovo maquillage, dopo aver carteggiato la credenza e provveduto alla tinteggiatura con la vernice acrilica, potete poi applicare (prima che quest'ultima si essicchi), dell'aceto con un pennellino sottile del tipo che si usa per i quadri. Grazie a questo prodotto riuscirete infatti a creare le naturali venature del legno e i relativi nodi. Alla fine si può ottimizzare il risultato con del flatting, a meno che non abbiate già optato per una vernice a base lucida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come costruire una credenza

La credenza, specie se posizionata in un angolo del soggiorno, è un perfetto mobile per riporre i nostri bellissimi servizi, al riparo non solo dalla polvere ma anche da piccoli incidenti domestici, spesso provocati dalle mani maldestre dei nostri figli....
Casa

Come decorare un tavolo in formica

Un vecchio tavolo in formica dalla superficie danneggiata, scheggiata o semplicemente consumata dal tempo e dall'utilizzo costante può rivelarsi un tesoro prezioso. Prima di buttare via un vecchio tavolo in formica, infatti, può essere molto utile valutare...
Casa

Come decorare l'esterno della casa in estate

Se la vostra casa dispone di un ampio giardino, in estate è opportuno decorare l'esterno, visto che c'è la possibilità con il clima favorevole di trascorrere delle lunghe giornate all'aperto in compagnia di parenti ed amici. Un allestimento gioioso...
Casa

Come Decorare La Ceramica Con La Decalcomania

Una delle tante tecniche utilizzate per decorare oggetti di ceramica è la decalcomania, un'arte molto apprezzata al giorno d'oggi, che sembra abbia avuto delle antiche origini francesi. Questa tecnica ha la funzione primaria di decorare la ceramica,...
Casa

Come decorare i termosifoni

Se vogliamo donare un tocco di unicità alla nostra abitazione, nulla è meglio del decorare in maniera creativa i muri di casa, i nostri mobili ed i nostri termosifoni. Tuttavia, se vogliamo decorare alla perfezione i nostri termosifoni, dovremo adottare...
Casa

Come decorare un vecchio caminetto

Un vecchio caminetto è davvero l'ideale per ricreare, in una vecchia casa in montagna o un appartamento in città un po' vecchio stile e da rimettere a nuovo, una splendida e calorosa atmosfera domestica. Decorare un vecchio caminetto con alcune bellissime...
Casa

5 idee primaverili per decorare le finestre

L'arrivo della primavera rappresenta, finalmente, la fine della stagione più fredda dell'anno. Con l'arrivo della bella e mite stagione primaverile, le ore del giorno sono più luminose, le giornate sembrano più lunghe ed allegre ed il meteo è finalmente...
Casa

Come usare i glitter per decorare casa

Se sei un amante delle decorazioni appariscenti e stravaganti ti consiglio di seguire con attenzione questo tutorial, perché ti indicherò come usare i glitter per decorare casa senza investire cifre economiche esagerate e come conferire agli oggetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.