Come delimitare un orto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'impiego delle serre, ha migliorato considerevolmente la produzione degli orti, che richiedono comunque una buona irrigazione. Tuttavia se si vogliono raccogliere sempre ortaggi freschi, è importante dilazionare la semina durante l'arco dell'anno. Comunque per sfruttare al meglio lo spazio è bene coltivare verticalmente per quanto possibile, sfruttando o creando muri e recinzioni esposti al Sole, in maniera tale da far crescere le specie rampicanti tipo fagioli, piselli, fagiolini, zucche, ecc. Verdure che necessitano di sostegni nella fase della crescita, altre invece, richiedono un sostegno in sola fase di maturazione dei frutti come i peperoni. Se cerchi delle utili informazioni su come delimitare un orto in modo tale da evitare l'intrusione di animali questa guida sicuramente verrà in tuo aiuto.

25

Innanzitutto dovrai decidere la zona da destinare ad orto. È consigliabile un luogo ben in vista, in modo da poter dare sempre un occhiata alle tue coltivazioni. Poi deve essere esposto al sole e, vicino a una fonte d'acqua. Una volta scelta la zona potrai iniziare a planimetrare l'orto. Naturalmente esistono diversi modi. Potrai creare una recinzione con della rete di ferro, una palizzata di legno o semplicemente una siepe.

35

Se propenderai per una recinzione ti occorreranno dei pali di legno alti almeno 1,50 metri e, una rete per recinzione alta 1 metro. In commercio ne esistono due tipi, quelle zincate o quelle ricoperte da una guaina verde. Sarà bene indirizzarsi per la seconda, perché più resistente alle intemperie. Dovrai posizionare i pali ai quatto angoli e poi uno ogni 1,5 - 2 metri. I pali li dovranno essere posti nel terreno ad almeno 50 centimetri di profondità. Poi con dei chiodi fisserai tutta la rete. Naturalmente con la rete e dei listelli di legno potrai realizzare anche l'entrata nel tuo orticello.

Continua la lettura
45

Se la recinzione non ti soddisfa e, vuoi per delimitare il tuo orto qualcosa di più elegante ti consiglio di realizzare una bella siepe di lauroceraso. Per la sua realizzazione, posiziona una lenza lungo il confine che, ti servirà da guida per posizionare le piantine allineate. Il lauroceraso lo puoi piantare per talea o comprare le piantine già in vasetto. Devi posizionarle a 50 centimetri di distanza l'una dall'altra, lasciando uno spazio libero per l'entrata! L'unico inconveniente della siepe è che le radici del lauro toglieranno un po' di spazio al tuo orticello, e le tue colture le dovrai necessariamente piantare a un metro, un metro e mezzo dalla siepe.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'unico inconveniente della siepe è che le radici del lauro toglieranno un po' di spazio al tuo orticello, e le tue colture le dovrai necessariamente piantare a un metro, un metro e mezzo dalla siepe.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come delimitare le aiuole

Quando ben curate, colorate e ben organizzate, le aiuole sono un importantissimo elemento di decoro del nostro giardino. Il nostro gusto e la struttura dello spazio a nostra disposizione ci guideranno nella loro creazione ed organizzazione. In questo...
Giardinaggio

Le 5 regole fondamentali per l'orto sinergico

Il rispetto per la natura è un gesto fondamentale per restare in sintonia con la terra. Questo sistema va fatto adoperando nuovi metodi di coltivazione. Adoperando delle giuste regole e metodi naturali. Un nuovo modo per preparare l'orto per esempio...
Giardinaggio

Come Progettare L'orto

Lavorare un orto è un'attività certamente gradevole, sia per il corpo che per la mente. L’orto è infatti inoltre una buonissima psicoterapia, specialmente per coloro che amano la terra e un po’ di vita all'aperto. L'esposizione migliore, disponendo...
Giardinaggio

10 mosse per realizzare un orto urbano

Negli ultimi anni, si sente sempre più spesso parlare di orti urbani. Ma cosa sono? L'orto urbano è una grande risorsa collettiva, che avvicina le persone verso un più consapevole utilizzo delle aree urbane verdi. Ll terreno da coltivare può essere...
Giardinaggio

Come realizzare un orto personale

Orto è sinonimo di risparmio e qualità. Il risparmio ottenuto dall'attività agricola sta invogliando sempre più persone a seguirla. I vantaggi dell'orto personale sono molteplici, i più importanti da prendere in considerazione sono: prodotti sani...
Giardinaggio

Come creare un orto rialzato in terrazzo

Se avete il pollice verde ma non un orto, potreste pensare di realizzarne uno direttamente sul terrazzo di casa vostra. Se non avete mai sentito parlare di orto rialzato, questa guida fa al caso vostro. Un orto rialzato è uno spazio che potrete utilizzare...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

5 tipi di orto verticale da poter allestire sul balcone

Quando si parla di orto verticale si intende generalmente una tipologia di orto che non si sviluppa in orizzontale bensì in verticale. Questa modalità del tutto innovativa nasce dall'esigenza di molte persone di voler creare un vero e proprio orto a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.