Come Difendere l'orto dagli animali selvatici

Tramite: O2O 18/02/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi possiede un orto, che si tratti di un grande terreno coltivabile con verdura ed ortaggi per una grande distribuzione oppure di un piccolo orto domestico a conduzione familiare, sa bene quanto l'attacco degli animali selvatici, curiosi ed affamati, possa creare grandi danni al raccolto. Per difendere il proprio orto, grande o piccolo, dagli animali che passeggiano attorno al terreno da coltivare vi sono, fortunatamente, numerosi metodi, alcuni dei quali piuttosto ingegnosi, simpatici e, soprattutto, a basso costo! Scopri, con questa guida, come difendere l'orto dagli animali selvatici sfruttando le seguenti tecniche, fantasiose ma molto efficaci, tutte realizzabili in pochi minuti con le tue mani ed un po' di fantasia.

26

Occorrente

  • reti, pali, spaventapasseri, barattoli, lattine
36

Per proteggere l'orto dagli animali selvatici e mantenere intatto ed al sicuro il raccolto, il modo migliore è senza dubbio quello di predisporre una barriera protettiva attorno all'intero perimetro dell'orto. Se ci sono delle talpe un po' curiose e fameliche in giro, la rete deve essere fitta e sotterrata ad almeno 60 centimetri di profondità. Pianta dei pali robusti ad una distanza regolare l'uno dall'altro e lega la rete con fili di ferro ma senza tenerla troppo tesa, in modo da permetterle di resistere alle spinte degli animali. Se la zona è frequentata da caprioli, invece, la rete deve essere alta un paio di metri.

46

Non mancano, poi, le possibili soluzioni giocose ma senza dubbio molto efficaci. Uno spaventapasseri con tante piccole campanelle attaccate al pupazzo che suonano con il vento può ingannare e spaventare i predatori. Nei centri specializzati, come i consorzi agrari, si possono acquistare apparecchi a batteria che producono un rumore costante, ma anche lattine e barattoli possono servire. Inoltre, se puoi, tieni un cane o un gatto. Non uccidere o ferire gli animali selvatici! Un animale ferito può essere molto pericoloso.

Continua la lettura
56

Infine se nel tuo orto personale ti prendi cura con tanta fatica ed impegno di alberi da frutto devi inevitabilmente proteggere i frutti dall'attacco degli animali selvatici, soprattutto per quanto riguarda gli uccelli, avvolgendo la chioma di ogni albero con una semplice rete di nylon non troppo tesa e ben legata con una corda. Avvolgi attorno al tronco ad un metro da terra una fascia di metallo alta almeno 50 centimetri in modo da impedire ad animali arrampicatori, come gli scoiattoli, di salire sull'albero da frutto. Difendi poi il tronco degli alberi più giovani con una rete fissata da tre paletti piantati attorno al tronco stesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come difendere l'orto dagli uccelli

L'orto che curiamo con tanto impegno e passione, sfortunatamente, può trasformarsi in un terreno incolto, a causa dei volatili che molto spesso si dirigono verso le proprie colture. Questo avviene dal momento che gli uccelli sono fortemente attirati...
Giardinaggio

Come difendere l'orto delle lumache

Attraverso il seguente tutorial vi illustreremo come difendere il vostro orto dalle lumache. Cominciamo subito col dire che è necessario compiere questa azione quando osservate le foglie delle vostre insalate e notate che esse sono piene di piccoli e...
Giardinaggio

Come difendere l'orto dalle formiche

Una fastidiosa preoccupazione per chi possiede un giardino o un orto, è quella di difendere le seminagioni dalle formiche, infidi insetti che si nascondono negli angoli più remoti del nostro raccolto. Infatti le formiche posso arrecare danni gravissimi...
Giardinaggio

Come cercare gli asparagi selvatici

Gli asparagi selvatici sono dei germogli che crescono spontaneamente in tutta l'area mediterranea. Nascono da una pianta spinosa appartenente alla famiglia delle Liliacae. Gli asparagi puntano fuori in primavera e hanno un gusto forte e amarognolo. Vengono...
Giardinaggio

Come progettare un orto

Coltivare un orto nel giardino di casa propria è un ottimo modo sia per trascorrere del tempo libero a stretto contatto con la natura, sia per coltivare frutta e verdura in maniera autonoma risparmiando così sui costi di acquisto ed avere la sicurezza...
Giardinaggio

Come difendere gli agrumi dalla carenza di potassio in modo naturale

Gli agrumi non sono mai semplici da coltivare, è necessaria molta attenzione e pazienza per poterli far crescere al meglio e senza troppi problemi. A volte inoltre è necessario effettuare delle operazioni per poterle rinvigorire e curarle da possibili...
Giardinaggio

Come allontanare le lumache dall’orto

Le lumache costituiscono una grande minaccia per il nostro giardino. Per questo, è necessario trovare una "tecnica" che serva ad allontanarle dall'orto. Questi piccoli animaletti dall'aspetto innocuo divorano le piante delicate, rovinando tutto ciò...
Giardinaggio

10 piante da giardino per attirare gli uccelli selvatici

Le piante da bacca sono una fonte di sostentamento per gli uccelli selvatici del nostro territorio, specie in inverno quando procacciarsi il cibo risulta più difficile. Se abbiamo un giardino o un terrazzo, perché non piantare qualche arbusto per attirare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.