Come dipingere i vasi di argilla

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'argilla è una terra che viene estratta dalle cave e viene messa a stagionare per un anno. Trascorso l'anno di stagionatura, viene filtrata per essere lavorata. Una volta creati gli oggetti con questo materiale, si lasciano essiccare, per poi passare ad una cottura al forno, ad una temperatura di circa 1000-1050°C per dodici ore. Quando verranno estratti dal forno, si otterrà la cosiddetta "argilla cotta". In seguito gli oggetti subiranno un processo di smaltatura e poi verranno decorati rigorosamente a mano. Molte persone utilizzano gli oggetti in argilla come decorazione per le loro case. Continuate a leggere la guida che segue per capire come dipingere correttamente i vasi di argilla.

27

Occorrente

  • Sverniciatore chimico
  • Vernice colorata
  • Carta vetrata
  • Stencil
  • Pennelli
  • Rullo piccolo
  • Spugnetta
37

Sverniciate la superficie

Come prima cosa preparate il vostro piano di lavoro, assicurandovi di proteggere la sua superficie con dei fogli di giornale. Prendete adesso un pennello non troppo piccolo, intingetelo nello sverniciatore chimico e stendetelo su tutta la superficie del vaso. Attendete quindi la sua completa asciugatura. Questo processo è importante nel caso in cui l'oggetto sia già stato dipinto precedentemente. A questo punto il prodotto utilizzato "mangerà" la vernice, facendo riaffiorare il colore originale dell'argilla. Mettete adesso la cera o la paraffina sulla superficie del vaso, in maniera tale, che quando sarà grattato via il colore, si possa vedere il classico grigiastro.

47

Apponete lo stencil

Successivamente date una prima mano di vernice avorio. Quando tale strato si sarà asciugato, fate una seconda passata, aiutandovi con un piccolo rullo, affinché non rimanga il segno delle pennellate. A questo punto prendete la carta vetrata di grana fine e scartavetrate l'ultimo strato di vernice. In questa operazione procedete in maniera piuttosto irregolare. Nella parte frontale dell'oggetto, dedicatevi alla decorazione del vaso. Se lo desiderate potete creare il disegno a matita, avendo poi la possibilità di cancellare gli errori con la gomma e ricalcando in seguito con la pittura.

Continua la lettura
57

Decorate il vaso

In alternativa acquistate uno stencil costituito da una decorazione di vostro piacimento e con lo scotch di carta posizionatelo sul vaso. Fate attenzione ad allineare bene il disegno. Prendete adesso un pennello piccolo, proporzionato alle dimensioni dello stencil. Intingetelo nel colore scelto e stendetelo sui solchi dello stampo. Non bagnatelo troppo di colore, altrimenti colerà nelle parti indesiderate. Per questa operazione potrete sostituire il pennellino con una spugnetta. Una volta che il colore si sarà asciugato, rimuovete lo stencil e definite meglio il disegno a mano libera.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non bagnate troppo il pennello, altrimenti il colore colerà nelle parti indesiderate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come dipingere i vasi di calcestruzzo

Quando parliamo di calcestruzzo o cemento, siamo automaticamente portati a immaginare qualcosa di anonimo e grigio. Questi materiali sono solitamente impiegati per opere murarie, ma possono anche essere utilizzati per creare dei bellissimi vasi o delle...
Bricolage

Come impedire che l'argilla si attacchi sul piano

Negli ultimi anni, sempre più persone si dedicano alla creazione di nuovi oggetti, che possono essere vasi, piatti, cornici, piastrelle o semplici decorazioni per la casa. Il materiale più utilizzato è l'argilla, una tipologia di terra compatta che...
Bricolage

Come realizzare l'argilla refrattaria

L'Argilla è un sedimento ottenuto dall'alterazione di rocce. L'Argilla è composta principalmente da allumino-silicati. È un materiale altamente malleabile se idratata e adatta ad essere lavorata. Dopo un intenso riscaldamento diventa permanentemente...
Bricolage

Come Modellare L'Argilla

Se siete degli amanti dell'arte ed in particolare della scultura, e vorreste imparare a modellare l'argilla nella maniera corretta, magari per realizzare qualcosa di unico con le vostre mani, per prima cosa, dovrete sapere lavorare perfettamente il blocco...
Bricolage

Come lavorare l'argilla

L'argilla è un materiale assolutamente versatile. Sin dall'antichità i suoi utilizzi sono stati tra i più vari, dalla cosmetica alla produzione di ceramiche. Questo perché l'argilla è un composto minerale che nel momento in cui viene idratato diventa...
Bricolage

Come realizzare un vaso con l'argilla

L'argilla è un sedimento fine costituito da silicati ed alluminio. Ma complessivamente tutti i minerali che la compongono sono definiti minerali argillosi. Grazie a questi, l'argilla ha la capacità di assorbire l'acqua e di fissare cationi. Tutto ciò...
Bricolage

Come decorare l'argilla

L'argilla è uno dei tanti minerali della terra e, più precisamente, rappresenta un insieme di vari tipi di minerali tra cui l'oro e il ferro, solo per citarne alcuni. Questa varietà di minerali, mescolati tra loro, fanno sì che l'argilla assuma diverse...
Bricolage

Come Far Essiccare L'Argilla

Quando si parla di argilla, si fa riferimento ad una tipologia di sedimento che si trova in natura sotto forma di granuli finissimi. I minerali che si trovano in questa polvere dal colore biancastro fanno parte della categoria dei fillosilicati. Si tratta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.