Come dipingere un mobile di legno senza carteggiare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa abbiamo un mobile che necessita di una ristrutturazione totale, in quanto si presenta piuttosto malconcio e soprattutto con delle superfici ruvide, possiamo ugualmente procedere senza tuttavia generare polvere, che si crea ad esempio se usiamo della carta abrasiva. In riferimento a ciò, ecco una guida su come dipingere un mobile di legno senza carteggiare.

26

Occorrente

  • Cementite in polvere
  • Spatola
  • Panno bianco
  • Vernice per legno
  • Pennellino sottile
  • Flatting opaco o lucido
36

Adottare due tecniche senza carteggio

Per evitare dunque di imbrattare la casa con la polvere che si crea con il carteggio, possiamo adottare due tecniche molto valide, che ci consentono alla fine di ottenere il mobile di legno con un'ottima finitura. Nei passi successivi di questa guida ne citiamo due, di cui la prima consiste nell'uso di un prodotto atto a riempire le porosità anzichè carteggiarle, mentre la seconda è in sostanza una finitura tipicamente ruvida.

46

Utilizzare la cementite

Se dunque la superficie del mobile intendiamo dipingerla ed ottenerla liscia e setosa, la soluzione ideale è acquistare della cementite in polvere che opportunamente disciolta in acqua e sostanzialmente cremosa, va applicata sul legno con una spatola e poi accuratamente distribuita in modo uniforme. Prima che si essicchi del tutto, è sufficiente passare un panno bianco pulito appena inumidito in modo da levigare perfettamente le parti, e quindi pronte per dipingerle con la vernice prescelta. Sostanzialmente la cementite funge da primer e nel contempo da turapori del legno, ed in entrambi i casi ci consente di massimizzare il risultato senza mai utilizzare la carta abrasiva. A questo punto, non ci resta che descrivere la seconda tecnica per dipingere il mobile di legno senza carteggiarlo, e a cui abbiamo fatto accenno precedentemente.

Continua la lettura
56

Applicare la vernice con una spugna

In questo caso la superficie lignea del mobile se è eccessivamente porosa, può rivelarsi addirittura ideale per una finitura ruvida oppure tipicamente craquelè. Nello specifico si tratta di applicare direttamente la vernice con una spugna anzichè con un pennello, e quindi usarla come tampone in modo da riempire parzialmente le porosità presenti. Per massimizzare il risultato, possiamo poi usare un pennellino sottile, che ci consente di creare la tipica ragnatela del suddetto effetto craquelè, oppure delle venature di un mobile antico, quindi con una patina simile a quella originale. Il consiglio finale in merito a questa tipologia di restauro di un mobile senza carteggiare il legno, è di proteggere i colori applicati con del flatting spray lucido oppure opaco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come dipingere un letto in legno

Avete voglia di rinnovare la vostra camera da letto ma al momento non avete i fondi necessari per comprare dei mobili nuovi? Niente paura: con del sano fai da te anche un vecchio mobile può essere completamente rinnovato. Se quello a cui volete dare...
Casa

Come Sostituire Un Pezzo Di Legno Saltato In Un Mobile

Talvolta, i mobili che abbiamo in casa subiscono danni di diverse entità. Per ovviare a questo problema, esistono vari tipi di riparazione. Se poi non si riesce a sistemare il pezzo danneggiato, allora bisogna sostituirlo. In base a problema riscontrato,...
Casa

Come eliminare i tarli dal mobile in legno

Alcune volte, potrebbe succedere che un determinato mobile di antiquariato in legno (il quale fa la propria splendida figura nel vostro salone, grazie alla sua raffinatezza) si stia progressivamente "bucherellando", formando degli effetti indesiderati...
Casa

Come riparare un danno superficiale su un mobile di legno

I mobili in legno sono belli e resistenti e, se vengono curati nel modo giusto, possono durare anche decenni. Spesso, solo per qualche graffio, ammaccature o piccole lesioni, vorremmo sostituirli, magari perché non sappiamo come rinnovarli o...
Casa

Come fare un mobile di legno bianco decapato

Il ripristino, la finitura o la costruzione di un vecchio pezzo di arredamento può incidere notevolmente nelle possibilità di cui disponiamo. Tuttavia se amiamo cimentarci in questi lavoretti fai da te e abbiamo un minimo di manualità possiamo anche...
Casa

Come ricolorare un mobile

Ricolorare un mobile è un'operazione davvero molto semplice e divertente che consentire di dare nuova vita ad un vecchio mobile ormai inutilizzato. Ricolorando un mobile, infatti, si può adattare lo stesso allo stile della stanza in cui verrà inserito...
Casa

Come verniciare a lacca un mobile

Puoi trasformare completamente un mobile in legno dipingendolo in modo facile e veloce. Vediamo insieme come verniciare un mobile a lacca. Si tratta di un tipo di pittura efficace in particolar modo con i mobili moderni, in quanto dotati di una superficie...
Casa

Come carteggiare in punti critici a mano

Le operazioni di carteggio costituiscono uno di quei processi meccanici atto a ripristinare una superficie liscia ed omogenea in grado di accogliere, successivamente, altre operazioni come stuccature, e verniciature. Il carteggio viene effettuato su una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.