Come dipingere un radiatore con la vernice spray

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'obiettivo di questa guida è di aiutarvi a capire come fare a dipingere da soli un radiatore con della semplice vernice spray. Basterà avere un po' di manualità e del tempo a disposizione, per cimentarsi in maniera efficace ed efficiente nell'operazione di riverniciatura dei propri termosifoni. Potrebbe inizialmente sembrarvi un'impresa troppo complicata per le vostre capacità, ma così non è. Seguire pochi passi e consigli di questa guida sarà sufficiente per ottenere un ottimo lavoro ed essere fieri di voi stessi, oltre ad aver risparmiato non pochi soldi che avreste altrimenti speso per rivolgervi ad operai specializzati. Per rinnovare una stanza molto spesso basta rinfrescare le pareti ed uniformare il colore, rendendola subito più moderna e dall'aspetto curato e come nuovo. Pareti sporche ed ingiallite, infatti, danno subito una sensazione di vecchio, di sporco e di trascurato. Ma oltre a verniciare correttamente pareti e soffitti, non bisognerà dimenticare di riverniciare anche i radiatori, specie se vecchi, arrugginiti e con vernice scrostata. Meglio, quindi, provvedere in maniera adeguata rinnovando anche il colore del termosifone. Molto spesso, infatti, gli elementi radianti sono perfettamente funzionanti, ma dall'aspetto solo trascurato, per cui basterà armarsi di una bomboletta di vernice spray, pazienza e buona volontà, oltre a pochi altri strumenti di facile reperibilità.

28

Occorrente

  • Vernice spray
  • carta abrasiva fine
  • teli di plastica
  • nastro carta
  • mascherina
  • guanti monouso
38

La fase di smontaggio

La scelta del periodo in cui procedere in questo tipo di lavoro è fondamentale: evitate i mesi invernali, in cui avrete bisogno di accendere il riscaldamento e l'aria umida, inoltre, potrebbe rallentare il processo di asciugatura del lavoro finito. Optate, dunque, per i mesi primaverili o estivi, tenendo in conto che occorreranno almeno una decina di giorni affinché la vernice risulti perfettamente asciutta. Procedete ora a smontare i radiatori da voler ridipingere e sistemateli su di un piano di lavoro opportunamente protetto. Smontare gli elementi permette un lavoro più accurato e più agevole, ma nel caso in cui non fosse possibile, potrete procedere alla verniciatura direttamente a muro, ma dovrete provvedere a proteggere il pavimento e il muro circostante con teli di plastica e nastro carta, facilmente acquistabili in tutti i ferramenta e negozi di bricolage. Sebbene si tratti di una fase molto spesso lunga e noiosa, quella di proteggere il pavimento, eventuali mobili e suppellettili vicine, oltre al muro stesso, è una fase di vitale importanza, perché vi farà risparmiare tempo successivamente a dover pulire eventuali residui di vernice che potrebbero persino non venir via facilmente rovinando completamente tutto il lavoro. Quindi siate molto cauti e pazienti nell'effettuare questo passaggio: alla fine vi renderete conto che sarà stato tempo ben speso. Per quanti di voi, invece, non fossero molto pratici dello smontaggio dei radiatori, alleghiamo a questa guida una interessante lettura su come procedere in questo passaggio fondamentale. Infine, un video vi aiuterà a capire tutti i passaggi che dovrete seguire, sia che utilizziate una bomboletta spray come vi suggeriamo in questa guida, sia che decidiate di utilizzare in compressore o un aerografo professionale (le fasi ed il procedimento generale restano infatti praticamente gli stessi).

48

La fase di preparazione

Passate ora alla fase preparatoria andando a carteggiare con della carta abrasiva tutta la superficie del radiatore per eliminare, quanto più accuratamente possibile, tutta la vecchia vernice ed eventuali strati e punte di ruggine. Una volta terminato, passate un panno umido per eliminare tutta la polvere in eccesso, aiutandovi magari anche con un phon o un pennellino da spolvero per riuscire a pulire perfettamente anche gli angoli più piccoli e nascosti. A questo punto potrete prendere il flacone di vernice spray, che avrete opportunamente scelto in base al materiale di cui è fatto il vostro radiatore, a seconda che si tratti di ghisa, acciaio o alluminio (sarà comunque sempre preferibile scegliere della vernice spray all'acqua e potrà tornarvi molto utile chiedere consiglio al negoziante). Il colore potrà variare in base ai vostri gusti, ma non dovrà essere necessariamente lo stesso delle pareti: di norma, infatti, si tende a scegliere per i radiatori colori chiari, come il bianco, il beige o il grigio chiaro.

Continua la lettura
58

La fase di verniciatura

Assicuratevi di indossare correttamente dei guanti monouso e una mascherina, che vi eviterà di inalare polvere ed esalazioni della vernice che possono risultare molto tossiche. Agitate con forza la bomboletta (dopo aver letto tutte le istruzioni e i consigli per l'uso indicati sulla confezione) ed iniziate a spruzzare la vernice, dirigendo il primo getto su di un foglio di giornale, e poi passando al radiatore, mantenendo la bomboletta a circa una ventina di centimetri di distanza dalla superficie. Procedete dirigendo lo spruzzo da destra verso sinistra e viceversa sull'elemento, senza mai soffermarvi troppo a lungo sul medesimo punto per non generare eccessi di colore che potrebbero creare delle sgradite goccioline. Tinteggiate con cura anche i lati dell'elemento ed infine lasciate asciugare lo smalto per diverse ore, anche un giorno intero.

68

La fase di rifinitura

Una volta che sarà trascorso il tempo necessario a far asciugare perfettamente la vernice, occorrerà eliminare tutte le sbavature ed imperfezioni che potranno essersi create, come le antiestetiche goccioline di vernice indurita. Vi basterà strofinare con della carta abrasiva per rimuoverle e poi procedere a spolverare come fatto nella fase preparatoria. A questo punto, però, potreste dover passare un altro strato di vernice oppure rifinire con del fissante spray. Non staccate subito la plastica da parete e pavimento, ma fate prima essiccare bene il colore aspettando almeno 12 ore. Controllate, infine, se il lavoro che avete eseguito appare perfetto e solo a questo punto potrete procedere a rimuovere tutte le protezioni precedentemente applicate.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il vecchio smalto è solo lievemente opaco, invece di carteggiarlo potete semplicemente lavarlo con uno sgrassatore da cucina.
  • Se notate macchie di ruggine raschiatela e stendete un po' di antiruggine.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice spray dal muro

La vernice spray può essere utilizzata per verniciare velocemente diversi oggetti, di qualsiasi materiale. L'unico inconveniente di questo tipo di vernice è che, essendo appunto a spray, quando viene spruzzata le particelle possono finire accidentalmente...
Materiali e Attrezzi

Come usare la vernice spray sulla plastica

La vernice spray è quella che viene utilizzata all'interno di apposite bombolette sotto pressione e viene spruzzata sulle superfici che devono essere verniciate. Si tratta di una tipologia di vernice che può essere utilizzata per dipingere diversi materiali;...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in polietilene

Se avete comprato dei tubi in polietilene, che usate per l'irrigazione e per il giardinaggio, ma magari non vi piace il colore, che risulta antiestetico per il vostro giardino del quale vi siete presi tanta cura, potete benissimo cambiare il colore del...
Materiali e Attrezzi

Come applicare lo spray fissativo

Lo spray fissativo è un tipo speciale di vernice che serve a fissare i disegni una volta finiti, la maggior parte delle volte che si disegna con le pitture in polvere conviene usarlo per non perdere con il tempo la maggior parte del lavoro.Potrebbe convenire...
Materiali e Attrezzi

Come sbloccare una bomboletta spray

Se abbiamo una bomboletta spray e non possiamo utilizzarla poiché ci appare bloccata, invece di buttarla, possiamo adottare alcuni accorgimenti che nella maggior parte dei casi ci consentono di recuperarla in pieno. In riferimento a ciò, ecco una guida...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in acciaio flessibili

I motivi per decidere di dipingere un tubo in acciaio sono molti. Anzitutto alcuni tubi devono sopportare alte temperature per molto tempo, oppure quelli esterni sono soggetti alle intemperie. Più semplicemente vogliamo dipingere i tubi con lo stesso...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice dai pennelli

Quando vengono realizzati dei quadri che prevedono l'utilizzo dei colori o quando vengono ritinteggiate le pareti di casa utilizzando delle tonalità differenti, si pone il problema della pulizia dei pennelli, che deve essere accurata e precisa. Qualora...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice a bomboletta

La vernice a bomboletta può risultare utile per moltissimi lavori creativi di fai-da-te e decorazioni domestiche: colorare sedie da giardino, realizzare murales sulle pareti di casa, oppure tinteggiare mobili e piccoli oggetti senza utilizzare un pennello....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.