Come disdire un contratto di affitto 4+4

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Vediamo come disdire un contratto di affitto 4+4 secondo le norme legislative. Una tra le forme di contratto di affitto più diffuse è la cosiddetta formula 4+4. Essa consiste in un periodo di affitto minimo di quattro anni, seguito poi da un tacito rinnovo, per ulteriori quattro anni. Il conduttore della casa (l'inquilino) può disdire anticipatamente il contratto in qualsiasi momento voglia, dando però un opportuno preavviso di almeno sei mesi.

24

Al momento della sottoscrizione del contratto di affitto 4+4, è opportuno controllare la presenza di determinate voci. Una di queste deve riportare espressamente citata la possibilità del conduttore di richiedere la disdetta anticipata. Se così non fosse, si potrà disdire solo per motivi molto gravi. Queste motivazioni possono essere la necessita di trasferimento per ragioni di lavoro, oppure l'impossibilità di continuare a sostenere una tale spesa annua a causa di un ridotto reddito familiare. Se il conduttore acquista un altro immobile ed intende trasferirvisi, può avere un valido motivo per disdire il contratto 4+4. Il proprietario dovrà informare l'inquilino di tale decisione con sei mesi di anticipo, tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno: i sei mesi inizieranno dal momento della ricezione della lettera. È opportuno inoltre redarre anche un verbale firmato da entrambe le parti, in cui si citi la restituzione della cauzione iniziale, se il proprietario è privo di riserve sullo stato dell'immobile e la restituzione di tutte le copie delle chiavi. Con queste semplici nozioni è possibile trasferirsi in un'altra casa e disdire il contratto 4+4 senza nessun tipo di problema.

34

La legge in materia di locazione degli immobili prevede che il conduttore possa dare disdire anticipatamente il suo contratto di affitto 4+4. L'inquilino infatti può recedere dal contratto prima della scadenza dei primi quattro anni oppure anche prima della scadenza degli otto anni complessivi di locazione inizialmente stipulati. Può però accadere che al termine dei primi quattro anni non si voglia continuare a stare in quell'immobile. In questo caso è sufficiente avvertire il proprietario con almeno sei mesi di anticipo che non si rinnoverà il contratto in oggetto.

Continua la lettura
44

Ma il contratto 4+4 ha alcune regole simili ai comuni contratti. Ad esempio, se si dovesse lasciare l'immobile prima dei sei mesi preventivati, il conduttore deve pagare le spese e le mensilità rimanenti, così da non incorrere in azioni legali da parte del proprietario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come valorizzare la casa

Quando si acquista una nuova casa, si è in genere molto felici e non si vede l'ora di personalizzare la nuova dimora come si desidera. Anche se si tratta di una casa in affitto ma si pensa di viverci per diverso tempo si desidera comunque personalizzarla...
Casa

Come fissare i pannelli fonoassorbenti

Ecco una guida, che sarà di certo d'aiuto concreto a tutti i nostri lettori che amano suonare uno strumento musicale. Abbiamo pensato di proporre un articolo, che sia del tutto fattibile ed anche ben accessibile, anche a coloro i quali non sono molto...
Casa

Come realizzare un calendario fai da te per bambini

Tutti noi abbiamo avuto a che fare con i bambini. Quante volte ci siamo inventati giochi e attività da fare insieme per intrattenere, per insegnare, per tenere occupate mentalmente e manualmente e, perché no, per fare un'attività che ci leghi di più...
Casa

Come realizzare una soluzione antimuffa

La muffa è un tipo di fungo pluricellulare che ha origine da piccole spore che fluttuano nell'aria. Queste proliferano sulle superfici dove si depositano se vi trovano le giuste condizioni, quali un alto tasso di umidità ed una temperatura favorevole...
Casa

Come realizzare un armadio in legno

Ognuno di noi in casa possiede almeno un armadio, dove poter riporre le proprie cose, vestiti, o qualsiasi altra cosa. In commercio ne esistono tantissimi e di diverse grandezze e modelli, ma alle volte si ha la necessità, o anche solo la voglia, di...
Casa

Come Realizzare Un Tavolino In Ardesia

Il tavolino in ardesia è uno dei componenti d'arredo più comodi. A differenza del tradizionale tavolo, il tavolino ha dimensioni ridotte. Grazie a questa sua caratteristica, per esempio, è possibile accostare un tavolino in ardesia a divani. Un tavolino...
Casa

Come leggere il contatore della luce

Ormai in ogni casa da qualche anno, i vecchi contatori meccanici della luce, sono stati rimpiazzati da quelli elettronici. Quest'ultimi offrono una serie di vantaggi rispetto a quelli meccanici: sono decisamente più veloci e pratici, perché il loro...
Casa

Come costruire un letto a castello in pallet

Dovete arredare casa e state pensando a dei mobili di design e di carattere? Pensate di utilizzare materiali di riciclo e di mettere in moto la vostra creatività per realizzare dei pezzi originali e senza eguali? Questa guida è ciò che fa per voi;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.