14

Come disincrostare la lavastoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

In questa guida verrà indicato un metodo semplice che vi permetterà di disincrostare la vostra lavastoviglie. Come ben saprete, tale apparecchio è un utilissimo elettrodomestico che è comunemente presente nella maggior parte delle cucine. Grazie a esso, è possibile dedicarsi ad altre attività mentre vengono lavati e profumati i vostri piatti, bicchieri e posate. Come nella maggior parte dei casi, molti apparecchi come questo soffrono di usura.  Infatti, l’acqua potabile ricca di calcare può andare a compromettere tale elettrodomestico. Le incrostazioni risultano quindi un grosso problema da risolvere. Per tale motivo esistono dei rimedi efficaci per risolvere tale problema.

24

Disincrostare la lavastoviglie

Innanzitutto, il consiglio più importante è quello di agire sempre in anticipo. Avere un elettrodomestico pulito serve per ottenere ottime prestazioni ma anche per garantire una maggiore durata nel tempo, possibilmente consumando poca corrente. Evitate, come prima cosa, di lasciare depositare troppa sporcizia ed eventuali residui calcarei all’interno dell’apparecchio. Cercate periodicamente di controllare lo stato delle guarnizioni in gomma e delle parti metalliche. Sarà necessario garantire un'adeguata pulizia dei filtri almeno una volta a settimana.

34

Fase del lavaggio

La prima cosa da fare sarà quella di scollegare l’apparecchio dalla rete elettrica per poi aprirlo estraendo il cestello. Nei modelli moderni, i sistemi di filtraggio sono facilmente raggiungibili ed estraibili. Effettuate il lavaggio sotto un getto potente di acqua corrente e ripetete la stessa operazione con la vaschetta del detersivo. A questo punto, lasciate asciugare e riposizionate tutto all’interno dell’apparecchio. Una volta ogni due mesi non dimenticate di fare un ciclo di lavaggio molto intenso, caricando la macchina con il detersivo. Questa operazione è indispensabile per togliere le tracce di grasso residuo.

Continua la lettura
44

Eliminazione calcare

Per quanto riguarda l’eliminazione del calcare, esistono in commercio molti prodotti specifici che possono fare al caso vostro. In quelle situazioni in cui è presente un'acqua troppo dura, ovvero ricca di calcare, è necessario aggiungere anche l'effetto di un addolcitore all'inizio dell'impianto idraulico. Questo apparecchio abbatte notevolmente la quantità di calcare presente nell’acqua di casa, garantendo una vita più lunga ed una minore manutenzione a tutti gli elettrodomestici.
Infine, non dimenticate che la riduzione o l'assenza totale di calcare ha ottimi effetti benefici per l'organismo.

17

Come Usare E Pulire La Lavastoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

La lavastoviglie, negli ultimi anni è uno degli elettrodomestici più utilizzati, in quanto permette di ottimizzare i tempi per pulire e offre prestazioni elevate senza il benché minimo sforzo. In questa guida vedremo come utilizzarla al meglio e pulirla, per evitare cattivi odori e malfunzionamenti.

27

Occorrente

  • Aceto, Deodorante per lavastoviglie
37

Innanzitutto prima di caricare le stoviglie sciacquarle sotto l'acqua corrente e se vi sono eventuali incrostazioni, per togliere il grosso si consiglia di grattarle delicatamente con una spugnetta umida o un apposita spazzola. I cucchiai di legno, coltelli con manici saldati e oggetti particolarmente delicati come bicchieri di cristallo o piatti con decorazioni fini in oro o argento insieme a contenitori di plastica deformabile usa e getta non vanno lavati in lavastoviglie. Non bisogna caricare eccessivamente la lavastoviglie altrimenti il risultato non sarà ottimale e molti oggetti potrebbero risultare sporchi.

47

Per risparmiare acqua e corrente evitare di avviare la lavastoviglie se non è totalmente carica, per una buona detersione il filtro va pulito con acqua tiepida dopo ogni lavaggio smontandone i diversi pezzi. Se vi è incrostazione spazzolare delicatamente con una spazzolina per unghie. Per disinfettare e pulire gli scarichi, ogni due settimane di norma (dipende dall'uso abituale dell'elettrodomestico) fare un lavaggio a vuoto con un litro di aceto in modo da lubrificare i componenti interni ed evitare intasamenti fastidiosi. Se la macchina dovesse emanare cattivi odori utilizzare un deodorante apposito. Si può ovviare a questo inconveniente lasciando socchiuso l'oblò in modo da far asciugare l'interno. Se vediamo che non si asciuga, possiamo provare con altri rimedi domestici come passarci un semplice straccio.

Continua la lettura
57

Utilizzate il detersivo indicato dal costruttore (è efficace anche quello in polvere ed è meno dispendioso). In caso di malfunzionamenti verificare che il filtro di passaggio dell'acqua non sia occluso, per pulirlo bisogna svitarlo dalla sua sede, estrarlo e immergerlo 4h in aceto per eliminare il calcare dopodichè assicurarsi che sia riavvitato correttamente per evitare perdite d'acqua. Porre attenzione anche ai bracci di lavaggio della lavastoviglie che vanno lavati accuratamente ogni sei mesi; per far questo smontateli sollevandoli e rimuovete eventuali residui in eccesso con un rebbo di forchetta o del fil di ferro.
Ecco alcune soluzioni domestiche per la manutenzione della nostra lavastoviglie. http://www.soluzionidicasa.com/come-pulire-la-lavastoviglie/

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenersi ai procedimenti indicati o ai passaggi descritti nel link utile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
16

Come fare manutenzione della lavastoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

La lavastoviglie è oramai un elettrodomestico abbastanza comune nelle nostre cucine.
Oggi cercherò di darvi alcuni consigli su come fare la manutenzione della vostra lavastoviglie.
Inizierò dalla pulizia delle parti esterne di una lavastoviglie "a vista".
La pulizia delle parti esterne di una lavastoviglie a incasso è identica a quella che utilizzate per gli altri mobili della vostra cucina e dipende essenzialmente dal materiale con cui sono costruiti i mobili, quindi non sarà argomento di questa guida.

26

Occorrente

  • stracci e spugne morbide
  • spazzolino a sete dure
  • aceto di vino
  • detersivo piatti
36

Pulire l'involucro esterno è un'operazione semplice e poco faticosa, soprattutto se eseguita frequentemente, almeno una volta alla settimana. Nella maggior parte dei casi basta una passata con uno straccio o una spugna morbida inumiditi con acqua tiepida.
Se l'involucro presentasse tracce di grasso, strofinare leggermente la superficie con un normale detersivo per i piatti. Sciacquare e asciugare con uno straccio morbido alla fine della operazione.
Stesso trattamento va riservato alle guarnizioni di chiusura: straccio inumidito e successiva asciugatura.

46

Fare la manutenzione delle parti interne significa essenzialmente pulire gli irroratori dell'acqua e i i filtri.
Gli irroratori sono asportabili nella maggior parte delle lavastoviglie quindi per procedere a una perfetta pulizia dei fori di passaggio dell'acqua, smontateli e puliteli sotto un getto d'acqua. Se fossero otturati, puliteli con uno stuzzicadenti o un oggetto appuntito. Attenti ad utilizzare lo strumento giusto: stuzzicadenti di legno per irroratori in materiale plastico, anche di metallo per quelli in acciaio. Passate poi con uno straccio inumidito con aceto di vino. Rimetteteli in sede.

I filtri vanno puliti almeno settimanalmente. Rimuoveteli con cautela seguendo il manuale di istruzioni del vostro modello di lavastoviglie per evitare che eventuali residui cadano nella sede che li contiene. Lavateli sotto un getto d'acqua strofinandoli con uno spazzolino a setole dure. Completate l'operazione spazzolandoli di nuovo con una soluzione di aceto di vino. Riponeteli nella lavastoviglie.

Continua la lettura
56

Le operazioni su come mantenere la lavastoviglie descritte nei passi precedenti sono le più semplici e comuni e comunque quelle indispensabili per allungare la vita del vostro elettrodomestico e ritardare la chiamata di un tecnico per riparare eventuali malfunzionamenti. Altri accorgimenti da adottare:
Se esiste, controllate e pulite il filtro di entrata dell'acqua, specie se vivete in una zona in cui l'acqua è ricca di calcare. In ogni caso questo accorgimento impedirà che entrino impurità nella lavastoviglie.
Almeno una volta al mese effettuate un lavaggio a vuoto e ad alta temperatura utilizzando come detersivo mezzo bicchiere di aceto. La lavastoviglie si laverà e libererà da residui calcarei.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:
14

Come rimuovere un filtro da una lavastoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

La buona efficienza nel tempo, di un elettrodomestico, dipende principalmente dall'uso che ne facciamo, dagli accorgimenti che prestiamo e dalla manutenzione periodica da attuare. Queste regole sono soprattutto necessarie per le lavastoviglie, dove l'accumulo di sporcizia nei filtri, può causare oltre che un malfunzionamento, anche la fuoriuscita di odori sgradevoli. In tal caso vediamo come rimuovere il filtro dalla propria sede.

24

All'interno dell'elettrodomestico vi sono montati due tipologie di filtri, che sono situati alla base del vano di lavaggio. Solo alcuni modelli costruiscono i gruppi filtro in altre zone, basta consultare il libretto di uso e manutenzione, per individuarli. Per toglierli, assicuriamo di aver chiuso l'impianto idraulico, che la lavastoviglie sia fredda e che non abbia lavorato da meno di un ora. Esportiamo lo scolapiatti dalla zona inferiore e nella zona centrale troviamo il filtro principale. Solleviamolo e ruotiamolo in senso antiorario. Questa come regola generale, se oppone resistenza non forziamo l'incastro, ma consultiamo il manuale d'uso onde evitare danni. Liberiamolo da ogni impurità e riposizioniamolo nella sua sede.

34

Nelle lavastoviglie troviamo due zone dove sono collocati i filtri, uno esterno e uno all'interno dell'elettrodomestico. Qualsiasi lavastoviglie è collegata al sistema idraulico della casa, mediante un tubo connesso al rubinetto d'acqua; tra i due è posizionato il filtro di entrata dell'acqua, dove si creano dei frammenti di calcare, che quindi è necessario rimuovere. Per toglierlo, interveniamo sull'impianto della casa, andando a chiudere il rubinetto centrale dell'erogazione dell'acqua. Assicuriamoci di aprire le cannelle del bagno e della cucina, così da svuotare completamente l'acqua rimasta in circolo nell'impianto. Svitiamo il tubo di carico ad incastro, e rimuoviamo il filtro, con un movimento rotatorio; puliamolo sotto l'acqua corrente e asciughiamolo osservando che la retina del filtro, non sia ostruita da residui calcarei.

Continua la lettura
44

In alcuni modelli di lavastoviglie è presente anche il micro filtro, che è collocato al di sotto del filtro principale, con la funzione di trattenere le impurità di dimensioni inferiori, in due zone separate. Questo è molto utile per evitare che per dimenticanza il filtro principale collassi a causa di eccesso di sporcizia e tramite una spia sul cruscotto, ci avverte del riempimento del secondo micro filtro. Per rimuoverlo attuiamo la stessa rotazione sollevando il gruppo con delicatezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.