Come disinfettare le forbici per la potatura

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Come ogni appassionato di giardinaggio sa, la potatura delle piante è un elemento fondamentale e indispensabile per farle crescere sane, forti e rigogliose. Le piante tuttavia possono soffrire per la presenza di batteri, funghi e parassiti e con le nostre forbici potremmo fungere da veri e propri vettori di trasmissioni. Risulta quindi fondamentale disinfettare le forbici dopo ogni potatura, in modo tale che non si trasmettano da una pianta all'altra. Esistono due principali tipi di disinfezione che andremo ad esaminare: quella chimica, e quella termica.

25

Occorrente

  • Alcol etilico
  • Un fiammifero
  • Candeggina
  • Spray anticrittogamico
35

Disinfezione chimica

Per sterilizzare le forbici da potatura con metodi chimici si possono utilizzare diversi prodotti. Il più utilizzato risulta essere probabilmente lo spray anticrittogamico a base rameica, un fungicida molto efficace e totalmente innocuo per la pianta, facilmente reperibile in qualunque negozio di bricolage o giardinaggio. Se volessimo usare prodotti presenti in tutte le case, possiamo disinfettarle diluendo della candeggina in acqua, e lasciarvi immerse le forbici per alcune ore. Anche l'alcol etilico denaturato può risultare molto efficace.

45

Disinfezione termica

Il metodo più efficace risulta essere tuttavia la disinfezione termica. I parassiti infatti sono molto sensibili al calore, ed in breve tempo ne avremo distrutto la maggior parte. Anche per questo tipo di procedimento possiamo utilizzare l'alcol etilico denaturato, facilmente infiammabile. Cospargeremo, in un ambiente protetto, aperto e sicuro, le nostre forbici di alcol, e successivamente utilizzeremo una fonte di calore per bruciarlo. La fonte di calore deve essere sicura, non deve in nessun caso causare un ritorno di fiamma; proprio per questo motivo la cosa migliore è utilizzare un fiammifero, ed evitare assolutamente gli accendini a gas.

Continua la lettura
55

Conclusioni

A seconda della vostra esperienza, e della disponibilità dei prodotti in casa vostra e nei vari negozi, opterete per la prima o la seconda opzione. La disinfezione termica è senza dubbio il metodo più veloce ed efficace per distruggere la maggior parte dei parassiti, tuttavia non è esente da rischi, sia per noi, che per l'ambiente circostante. Nel caso in cui siate alle prime armi nel giardinaggio è consigliabile utilizzare metodi chimici, leggermente meno efficaci ma molto più sicuri.
I prodotti chimici sono da preferire anche nel caso in cui le nostre forbici non siano completamente di materiali metallici; la plastica infatti fonderà con il calore, rendendo lo strumento inutilizzabile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del susino

Gli alberi di susino, regalano dei meravigliosi frutti davvero dolci e gustosi, ma spesso sono difficili da curare se non si rispettano delle basilari regole di potatura.La potatura migliora la salute dell'albero, ne favorisce lo sviluppo e la crescita...
Giardinaggio

Come effettuare la potatura delle ortensie

Le ortensie, che appartengono alla famiglia delle Hydrangeaceae, vennero importate in Europa nel XVIII secolo e oggi sono molto diffuse in tutta Italia, dove vengono utilizzate come piante decorative sia nei giardini che nei vasi, come piante d'appartamento....
Giardinaggio

Errori da evitare nella potatura delle rose

Le rose sono, senza dubbio, i fiori più belli da coltivare per decorare con eleganza e raffinatezza romantica il proprio giardino, balcone o terrazzo. La bellezza delle rose, però, si accompagna alla necessità di cure costanti, regolari ed attente....
Giardinaggio

Come fare la potatura del pesco

Ogni tipo di pianta ha bisogno di rinnovarsi. Esistono alberi da frutto che fin dall'impianto servono attenzioni continue. Queste vanno eseguite in modo preciso e ripetute ogni volta che serve. Fa parte di questa categoria l'albero di pesco che appartiene...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del nespolo

Il nespolo, è un meraviglioso albero da frutta che necessita di determinate cure e di determinati passaggi precisi per crescere bene, sano, robusto e in forma. Per chi non è pratico con il giardinaggio, esistono delle tecniche speciali per la potatura...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'ulivo

L’ulivo è un albero dalla forma cespugliosa, con una chioma eccessivamente ampia e cilindrica. La pianta, visto la sua grandezza, è sostenuta sempre da fusti robusti, insediati fortemente nel terreno. Tenendo in considerazione che qualsiasi tipo di...
Giardinaggio

Come fare la potatura di risanamento

La potatura è un elemento molto importante della cura delle nostre piante. Non è solo una questione estetica, ma anche soprattutto una questione di salute. La cosa è ben evidente, ad esempio, nelle piante da frutto. Infatti, una buona potatura permette...
Giardinaggio

Consigli per la potatura dell'echinacea

L'echinacea è una pianta ornamentale caratterizzata da una lunga fioritura. Tale erbacea perenne e maestosa presenta foglie a forma di lancia, dentate ai margini, e fiori dalle grandi dimensioni con petali purpurei e disco giallastro. Si tratta inoltre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.