Come disporre gli oggetti nel forno per la ceramica

Tramite: O2O 20/02/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Modellare degli oggetti di ceramica e cuocerli in un apposito forno è un'attività divertente, quasi come cucinare una torta: soddisfa e dona un senso di realizzazione vedere un oggetto solido e ben saldo creato da voi. Per questo motivo, in questa semplice e utile guida, vi sarà spiegato essenzialmente come disporre in maniera corretta i vari oggetti da cuocere nel forno apposito per la cottura della ceramica. Forse tutti non sanno che questi oggetti non possono essere infornati in maniera del tutto casuale, bensì è necessario saper applicare il procedimento esatto al fine di non rovinare la loro superficie e ottenere una cottura ottimale. Vediamo quindi insieme come procedere nel dettaglio.

26

Occorrente

  • Forno
36

La prima cosa da sapere è che è necessario lasciare asciugare i vostri prodotti da cuocere per almeno una settimana di tempo. Per accelerare il processo di essiccamento, quando un elemento è quasi pronto per poter subire la cottura, mettetelo su di un forno mentre questo è già in funzione. Potete acquistare anche dei supporti a scaffale presso degli appositi venditori autorizzati. In questa maniera, perciò, potrete caricare il forno in più strati e risparmiare energia e spazio, ma ricordatevi che durante il tempo della cottura dello smalto, i pezzi devono stare a una distanza di almeno cinque millimetri l'uno dall'altro, evitando spiacevoli conseguenze.

46

Se quello che utilizzate è un forno elettrico, dovrete disporre i vari manufatti a una distanza di due centimetri e mezzo dagli elementi riscaldanti del forno. Se invece desiderate utilizzare un forno a combustione, bisogna lasciare uno spazio ben maggiore tra il materiale di cottura e le pareti: questo deve essere ricordato per poter consentire la corretta circolazione dei gas caldi. Se dovete cuocere degli oggetti in cotto, potete anche collocarli uno sopra l'altro, sovrapponendoli per il bordo o accatastati l'uno sull'altro, ma non potete fare delle pile eccessivamente alte.

Continua la lettura
56

Ricordatevi anche che, prima di caricare il forno per una cottura dello smalto, è sempre consigliabile spalmare il fondo e gli scaffali con parecchi strati di sostanza protettiva, che preparerete con quantità eguali di caolino e allumina mescolati con acqua fino a che raggiungeranno la consistenza di una crema sottile. In questo modo eviterete che gli oggetti si attacchino agli scaffali se lo smalto dovesse accidentalmente colare durante il tempo della cottura. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se invece desiderate utilizzare un forno a combustione, bisogna lasciare uno spazio ben maggiore tra il materiale di cottura e le pareti: questo deve essere ricordato per poter consentire la corretta circolazione dei gas caldi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come decorare la ceramica smaltata

Avete un vaso di ceramica smaltata ma vorreste cambiare il disegno per avere qualcosa di nuovo oppure avete creato con le vostre mani un oggetto in ceramica e adesso vorreste decorarlo con degli smalti per renderlo ancora più bello ma non avete idea...
Bricolage

Come lavorare la ceramica

La ceramica è un materiale inorganico utilizzato per la realizzazione di diversi oggetti e viene creata con l'esposizione dell'argilla, a sua volta costituita da una variabile di composizioni minerali, a temperature altissime. È importante comprendere...
Bricolage

Come ottenere un effetto ceramica raku

Con il termine “raku” si intende una particolare tecnica di lavorazione di oggetti di arredo e di arredamento in ceramica. Con degli smalti speciali, preparati artigianalmente, si colorano, e poi si cuociono gli utensili di ceramica in speciali forni....
Bricolage

Come Fissare I Colori Usati Per La Decorazione Della Ceramica

La decorazione su ceramica, si sa, è un'operazione difficile che richiede buona manualità e grande senso estetico per realizzare lavori gradevoli ed originali.Una volta decorati, però, gli oggetti, per poter matenere inalterata nel tempo la loro bellezza,...
Bricolage

Come realizzare lo stile bucchero con la ceramica

Se ti piace l'effetto lucente negli oggetti di arredo della tua casa, ma non vuoi rinunciare alla solidità della ceramica, ecco la giuda che fa per te. In questa guida, infatti, troverai come realizzare lo stile bucchero con la ceramica, senza compromesso...
Bricolage

Come fare il découpage su ceramica

Siete amanti del fai da te, della decorazione e amate personalizzare gli oggetti e l'arredamento in base ai vostri gusti più intimi? Bene, allora questo articolo potrebbe proprio fare al caso vostro. Infatti, in questa sede ci occuperemo proprio di dare...
Bricolage

Come levigare la ceramica

Prima di dare vita a sculture belle e impeccabili con la ceramica bisogna lavorare la stessa con delle apposite procedure. Si tratta di un materiale abbastanza facile da rovinare, spazzare o scheggiare ecco perché bisogna anche stare molto attenti e...
Bricolage

Come decorare la ceramica con la tecnica del terzo fuoco

La tecnica del terzo fuoco è così chiamata perché la ceramica che viene decorata subisce tre cotture. Questo tipo di decorazione permette di ottenere risultati molto precisi, ma richiede grande abilità e una mano ben ferma. La tecnica del terzo fuoco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.