Come dissodare e fertilizzare la terra indurita dal calpestio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il calpestio, a lungo andare, può generare un inaridimento e un indurimento del terreno. Se hai un giardino, un'aiuola o un qualsiasi pezzo di terra che col tempo è stato calpestato continuamente da animali, da mezzi oppure persone, vediamo insieme come si può dissodare e fertilizzare la terra indurita dal calpestio.

27

Occorrente

  • Semi di violaciocca.
  • Acqua.
  • Secchio.
  • Guanti da giardino.
37

Esiste un metodo poco costoso e davvero pratico che consente di svolgere l'operazione in questione. Si tratta di piantare la Violaciocca, detta anche Matthiola incana. È una pianta annuale che possiede una radice a fittone, ossia ha una grossa radice che scende in verticale e che ne produce tante altre secondarie, le quali creano una fitta rete capillare. Con essa si possono davvero contenere i costi e non è necessario usare dei mezzi artificiali.

47

Innanzitutto, si deve seminare la Violaciocca nel terreno indurito. La semina va effettuata riempiendo un secchio con qualche pugno di terra e mescolandovi i semi all'interno. Quando si è preparato questo miscuglio, lo si può cospargere nel pezzo di terra da dissodare. Facendo così, si eviterà di concentrare la semina in un unico punto. Questa operazione deve essere svolta a gennaio.

Continua la lettura
57

Quando si è seminato, si deve semplicemente irrigare innaffiando con poca acqua ogni tanto, solo quando necessario. Una volta che il 90% delle piantine ha germogliato, si deve valutare la possibilità di eliminare qualche piantina, poiché tra l'una e l'altra dovrebbe esserci una distanza minima di 15 o 20 centimetri. Si possono lasciare crescere fino a quando non fioriscono intorno ai mesi di maggio o giugno. A questo punto, si deve procedere con l'estirpazione.

67

L'estirpazione deve essere effettuata con l'ausilio di un paio di guanti. Si deve prendere ogni piantina e la si deve cavare dal terreno con forza. Sarà molto facile afferrarle data la loro altezza variabile tra i 45 e i 70 centimetri. Facendo questo si otterranno due diversi benefici: la terra verrà smossa e si produrranno dei solchi che consentiranno alla terra di ossigenarsi.

77

Seguendo questa procedura sarà possibile preparare il terreno ad una semina di altro tipo. Potrà diventare un fiorente giardino, oppure un orto. In base alle proprie esigenze, il terreno una volta duro e inconcludente potrà avere uno scopo diverso e il tutto senza costi enormi e senza una manodopera particolare. Non vi resta che adottare questo metodo e godere dei suoi risultati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come fertilizzare un autofiorente

Le autofiorenti stanno rivoluzionando il mercato, perché apportano numerosi vantaggi, ma anche diversi problemi, soprattutto a chi non ha abbastanza esperienza.Molti mi chiedono perché è necessario fertilizzare delle autofiorenti? Tutte le piante usano...
Giardinaggio

Coltura del lino: la macerazione a terra

In questa guida che abbiamo ben pensato di proporvi, vogliamo cercare di capire csa sia la coltura del lino e nello specifico cosa sia e come viene eseguita, la macerazione a terra.Vogliamo spiegarvi tutto questo, perchpè riteniamo sia un argomento veramente...
Giardinaggio

Come trasferire una pianta dalla terra all’idrocoltura

La natura ci regala delle piante che possono coesistere sia nel terrapieno che in acqua, e contrariamente a quelle solo acquatiche, le terrestri non sono molte e prettamente di tipo bulbose. Tra queste vale la pena analizzare forse una delle più belle...
Giardinaggio

Come trapiantare un ulivo da vaso alla terra

L'ulivo è una pianta secolare che ben si adatta in quasi tutto il territorio Italiano. Quasi ogni regione produce oli di ottima qualità da nord a sud della penisola. Qualsiasi sia il cultivar che avete in mente di acquistare, se vi state chiedendo come...
Giardinaggio

Come trasformare una pianta da terra in una adatta a vivere in idrocoltura

L'idrocoltura è un metodo di coltivazione delle piante in sistemi isolati dal terreno, alimentati con acqua e altre sostanze nutritive necessarie. I sistemi possono essere sia di ricircolo o non-ricircolo dell'acqua e non necessariamente utilizzano un...
Giardinaggio

Come coltivare la gerbera in terra e in vaso

Se siamo in possesso di una casa con un giardino o con balcone grande o un attico e ci piacerebbe riuscire a realizzare una bellissima area verde con tutte le nostre piante preferite, per prima cosa dovremo reperire tutte le informazioni necessarie per...
Giardinaggio

Come Migliorare la qualità del terreno di un Orto In Terra

Per realizzare un orto partendo da un terreno incolto è necessario valutare se sia adatto alla coltivazione. Esistono terreni apparentemente idonei a colture che in realtà celano carenze non valutabili ad occhio nudo: rientrano in questa categoria...
Giardinaggio

Come coltivare la calendula in piena terra

Finalmente è arrivata la primavera e con essa le belle giornate che ci permettono di stare in giardino fino a tarda sera per dedicarci alle nostre amate piante. Avete già eliminato le erbacce e sistemato i vostri vasetti e ora state pensando di aggiungere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.