Come distanziare i pluviali

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I pluviali sono degli elementi importanti per la progettazione e la funzione del deflusso delle acque piovane. Ogni casa dovrebbe avere una sorta di sistema progettato per spostare l'acqua lontano dal tetto e dai muri esterni dell'edificio. Quando l'acqua si accumula intorno alle fondamenta, crea delle pozzanghere che possono causare gravi perdite e crepe nel cemento. Inoltre, quando l'acqua si accumula sul tetto, quest'ultimo comincia a deteriorarsi, le tegole si usurano e il soffitto comincia ad imbarcare acqua. Quando si esegue la ristrutturazione esterna della casa, è necessario installare grondaie e pluviali accertandosi che siano correttamente distanziati l'uno dall'altro. Vediamo allora come distanziare i pluviali.

24

In primo luogo, è necessario assicurarsi che i pluviali siano fissati correttamente. Essi dovrebbero partire dalla grondaia, percorrendo tutta la parete esterna fino ad arrivare a terra. Al fine di installare i pluviali alla giusta distanza, è necessario salire su una scala per arrivare alla parte più alta, ovvero alla grondaia. Se si installano i pluviali in una casa a due piani, è necessario aggiungere delle fascette ogni 50-60 cm e fissarli con dei morsetti in modo che possano rimanere ad una distanza di sicurezza dal muro. Tale di stanza dovrebbe essere di almeno 10 cm.

34

Aggiungere delle estensioni a ciascun pluviale. Anche se è importante distanziare i pluviali in modo appropriato, è altrettanto importante aggiungere delle estensioni onde evitare che l'acqua scarichi troppo vicino alle fondamenta della struttura abitativa. Tali estensioni possono essere sia sotterranee che esterne. Per aggiungere l'estensione, basta avvitarle o farle scivolare all'interno della fine del pluviale che è collegato alla grondaia.

Continua la lettura
44

Se si prevede di seppellire le estensioni sotto il livello del terreno, allora occorrerà scavare una trincea con una pala ed interrare le estensioni. Utilizzare un po' di adesivo epossidico o idraulico per accertarsi che l'estensione sia saldamente attaccata al pluviale prima di posarla all'interno della trincea, aggiungere uno strato di pietra per consentire il corretto flusso dell'acqua e quindi chiudere la trincea. Terminato il lavoro, non resta altro da fare che monitorare costantemente il flusso dell'acqua piovana sopra e sotto la vostra casa: se quest'ultima si depone in un unico posto, allora si può prendere in considerazione l'aggiunta di un altro pluviale riducendo così la distanza fra loro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare la pendenza dei pluviali

L'acqua piovana, negli edifici, viene fatta defluire, mediante la giusta pendenza del solaio, o della grondaia, nei canali di scolo e nei tubi pluviali verticali. Spesso, a causa di calcoli erronei nella pendenza del solaio o di un tetto a falda, può...
Materiali e Attrezzi

I migliori pluviali circolari

Per chi ha dimestichezza con le riparazioni idrauliche, è naturale conoscere i tubi pluviali. Si tratta di tubature o comunemente chiamate grondaie in grado di raccogliere le acque piovane e di lasciarle scivolare dal tetto. Le tegole fanno infatti scivolare...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare le catena per pluviali

Utilizzare le catene per pluviali è una pratica comune e diffusa e può consistere in un'ottima aggiunta al sistema di drenaggio e distribuzione dell'acqua dal tetto. La catena presenta alcuni vantaggi rispetto al classico tubo pluviale, rispetto al...
Materiali e Attrezzi

Come inserire il pluviale in un pilastro

I pluviali sono tubi che permettono di raccogliere le acque del tetto e di convogliarle nella fognatura bianca o in appositi pozzetti di dispersione. C'è anche chi riutilizza le acque bianche per annaffiare le piante del giardino. Nella maggior parte...
Materiali e Attrezzi

Come installare un pluviale su una parete di cemento

Dopo aver installato una grondaia, è necessario montare anche i pluviali discendenti per non vanificare tutto il lavoro. Hanno infatti il compito di allontanare le acque meteoriche dal tetto e dalle pareti, convogliandole in un pozzetto di ispezione,...
Materiali e Attrezzi

Consigli per la scelta di un pluviale in pvc

L'acqua piovana rappresenta una della maggiori cause d'infiltrazione nelle nostre case ed è quindi importante progettare un ottimo sistema per incanalarla. Proprio a questo servono i pluviali (comunemente chiamati grondaie) che con il loro opportuno...
Materiali e Attrezzi

Come pulire i timbri

I timbri sono realizzati con gomma dura e vengono posizionati su una base di legno che funge da impugnatura. Alcuni modelli sono rifiniti in metallo o legno ed hanno superfici dure su cui sono scolpite le lettere che compongono le diciture da apporre...
Materiali e Attrezzi

Come regolare un chiudiporta pneumatico

Per chiudere la porta d'ingresso del nostro giardino o di un negozio, è importante sapere che l'apparecchio preposto chiamato chiudiporta pneumatico, serve per regolare la taratura di fabbrica, quindi si può aumentare o diminuire la velocità di chiusura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.