Come Dorare Un Oggetto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La decorazione della ceramica viene solitamente fatta attraverso l'oro. In alternativa si utilizzano comunque composti capaci di richiamare quel colore, che però presentano vari problemi. Infatti sono composti che talvolta sono troppo liquidi e difficili da trattare. In più è necessaria una precisione estrema per non sbavare e rendere il lavoro brutto e inutile. Per questo, qui vediamo in via pratica e con precise istruzioni come dorare un oggetto. Alcune tecniche aiuteranno a rimediare a degli errori tipici di questi contesti e a portare un risultato eccezionale.

26

Occorrente

  • Diluente
  • Colore oro
36

Tipo di oro per dorare

Prima di tutto selezionate la tipologia di oro che volete utilizzare in questa occasione. Ad esempio la scelta può ricadere su oro brillante o su oro matto. In base alla scelta, il composto si presenterà in modo differente. In commercio l'oro può essere trovato allo stato liquido. In tal caso, non dovrete fare molto per correggerlo perché è già come vi serve. Sarà sufficiente solo smuoverlo con un pennello e miscelare accuratamente il composto, per portarlo alla giusta liquidità.

46

Dorare partendo dall'oro solido

In certi casi potreste ottenere dall'acquisto l'oro ma allo stato solido. Esso si può portare a quello liquido ma l'operazione è un po' più complessa. In tal caso dovrete mettere nell'oro secco un po' di diluente, ma senza esagerare. Dopo averlo versato, girate un po' con un pennello ed osservate che cosa succede. Se vi accorgete che il composto resta ancora troppo solido, aggiungete dell'altro diluente. Non esagerate mai col diluente e versatelo poco alla volta. Infatti non è possibile rimediare nel caso di una dose eccessiva e inadatta. Con un pennello stendete poi l'oro sull'oggetto che volete dorare.

Continua la lettura
56

Dorare l'oggetto

Se volete fare un disegno oppure non volete dorare interamente l'oggetto, il consiglio è di disegnare con una matita i bordi da dorare. Si tratta della cosiddetta procedura a conchiglia. Essa è solitamente la più semplice da seguire. Tuttavia esistono diversi tipi di doratura, molto più professionali e sconsigliate ad una persona inesperta. Ad esempio la doratura galvanica serve per dorare i metalli attraverso un procedimento elettrico. La doratura a missione, invece, consiste nell'attaccare la doratura con della colla di olio di lino, su una superficie precedentemente trattata con un colore acrilico. Un ulteriore tipo è la doratura a fuoco, ma questo è un procedimento industriale e molto pericoloso. Per questo, per il fai da te, consigliamo di attenersi alle tecniche più semplici e adatte a tutti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Versate con attenzione il diluente nel caso dell'oro solido, per non eccedere nelle dosi in modo irreparabile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come recuperare lo smalto sbeccato di un oggetto antico

C'è chi lo ricorda per averlo notato in vecchi film, chi lo ha trovato nella credenza dei nonni, e chi ne va a caccia per i mercatini dell'antiquariato: è il bellissimo oggetto in latta smaltata che una volta era diffusissimo. Brocche, barattoli, bacinelle,...
Bricolage

Come creare un oggetto di cartapesta

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di perdere molto tempo per la ricerca di un oggetto unico e particolare da regalare ad un amico o parente o per noi stessi e dopo tanto tempo per la ricerca, il suo costo è risultato molto elevato. In...
Bricolage

Come realizzare un oggetto antistress

La guida che andremo a scrivere oggi tratterà un tema che ritengo essere davvero molto interessante, in quanto si occuperà di un metodo, o meglio, di un oggetto che aiuta a controllare la problematica dello stress. Sarete voi, attraverso la pratica...
Bricolage

Come trasformare una tegola del tetto in un oggetto decorativo per la casa

Chi l'ha detto che il posto di una tegola è solo il tetto? Se siete amanti del fai da te potete trasformare questo elemento strutturale in un oggetto decorativo di grande effetto. Basta poco per dare un tocco di originalità alla vostra casa e tutto...
Bricolage

Come pitturare un oggetto metallico

Quante volte ci sarà capitato di dover pitturare la ringhiera, il cancello o anche piccoli oggetti in metallo della nostra casa e, abbiamo rinunciato a dedicarci, perché non sapevamo come fare e, quale materiale impiegare per questo tipo di lavoro....
Bricolage

Come Eseguire Il Cracklé Su Un Oggetto Decorato Con Lavorazione Decoupage

Sapete che cos'è il cracklé? È una tecnica che risale al '700. Veniva usata dai pittori francesi per dare alle loro opere un effetto di screpolature e crepe. Oggi viene utilizzata per la stessa identica ragione ed è un effetto bellissimo, ovunque...
Bricolage

Come decorare un oggetto con la tecnica dello sbalzo

Lo sbalzo è una delle tecniche più antiche fino ad ora conosciute, in Egitto ad esempio era in voga di adattare piccole lamine metalliche all'anima di legno o d'argilla, di statue ed altri monumenti scultorei. Lo sbalzo, è una tecnica per eseguire...
Bricolage

Come realizzare un oggetto artistico con tazzine, piattini e altro

L'ultima moda emersa recentemente in fatto di arredamento è sicuramente il riciclo creativo! Se ancora non ne avete sentito parlare, si tratta di dare nuova vita a oggetti di uso comune, che magari andrebbero gettati via o che giacciono da tempo in fondo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.