Come effettuare la potatura delle ortensie

Tramite: O2O 03/04/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le ortensie, che appartengono alla famiglia delle Hydrangeaceae, vennero importate in Europa nel XVIII secolo e oggi sono molto diffuse in tutta Italia, dove vengono utilizzate come piante decorative sia nei giardini che nei vasi, come piante d'appartamento. La loro caratteristica principale è data dai fiori, che sono riuniti in infiorescenze sferiche, che prendono il nome di pannocchie. I fiori delle ortensie sbocciano con l'arrivo della primavera, sono molto profumati e hanno dei colori intensi, che vanno dal bianco, al rosa, al viola e al blu, in tutte le loro sfumature. Il colore dipende essenzialmente dall'acidità del terreno in cui vengono coltivate: più il fiore è tendente al blu, più il terreno è acido. Coltivare le ortensie è molto facile, ma richiede di mettere in pratica alcune accortezze, affinché la pianta cresca in modo sano e dia vita ai suoi frutti: questo significa che bisogna prestare attenzione al terreno, all'esposizione della piante, alle innaffiature e alla potatura. Con i passi che seguono ci occuperemo di capire come bisogna effettuare la potatura in modo corretto.

26

Occorrente

  • Ortensie
  • Forbici a cricchetto
36

Quando potare le ortensie

Cominciamo subito col dire che le ortensie devono essere potate sia in autunno, non appena termina la fioritura, sia in estate, prima che inizi la stagione calda. Inoltre, è importante sapere la varietà e il periodo di fioritura della pianta che si possiede, in quanto alcune fioriscono su rami nuovi, mentre altre fioriscono nei rami dell'anno precedente: sapere questo risulta quindi importante per evitare di potare la pianta in modo drastico, con la conseguenza che non si avranno i fiori.

46

Quali rami potare

Durante la fase di potatura è bene evitare di tagliare i rami giovani, in quanto sono quelli che danno vita alla fioritura. Invece, devono essere eliminati i rami vecchi, tagliandoli a circa 30/40 cm dal suolo; inoltre, devono essere potati anche eventuali rami secchi e quelli troppo deboli. È da evitare la potatura radicale, in quanto determinerebbe una riduzione e un ritardo nella fioritura.

Continua la lettura
56

Come potare i rami

Per la potatura delle ortensie, l'ideale è utilizzare delle forbici a cricchetto: queste, infatti, essendo particolarmente robuste, indipendentemente dall'operatore che se ne occupa, consentono di effettuare un taglio netto anche dei rami più duri che si trovano alla base, senza danneggiare la pianta. La procedura che consente di potare efficacemente i rami consiste, innanzitutto, nel disinfettare per bene le forbici, quindi si deve eseguire un taglio netto, evitando le schiacciature.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di tagliare i rami giovani
  • prestate attenzione alla varietà della pianta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle ortensie

Tutte le ortensie amano l'acqua. Il loro nome inglese (hydrangea) deriva dal greco "hydra", che significa "acqua", e "angeon", che significa "nave". Le ortensie si abbassano quando la pianta è troppo secca; tuttavia, la maggior parte di esse non ha bisogno...
Giardinaggio

Come curare le ortensie

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come poter curare le ortensie, nel modo migliore affinché possano essere ben fiorite e ricchi di colore. Le ortensie sono delle piante uniche e speciali, che possono essere...
Giardinaggio

Come dare colore alle ortensie

Tutti coloro che si appassionano al giardinaggio e vantano un pollice più o meno verde conoscono le ortensie. Queste piante, infatti, hanno un alto numero di estimatori fra chi vuole abbellire il giardino o il balcone. All'origine dell'apprezzamento...
Giardinaggio

Come essiccare le ortensie

Le ortensie sono tra i fiori più amati e presenti nei nostri giardini e balconi. Se desideriamo essiccarle per creare un grazioso elemento d'arredo per la nostra casa il procedimento non è difficile. Una volta essiccate, le ortensie potranno essere...
Giardinaggio

Come eliminare i parassiti sulle ortensie

Le ortensie sono dei fiori ornamentali, grazie al loro colore, nate in Cina ed importate in tutto il mondo. È molto facile da coltivare sia in vaso che in giardino, e sono molto decorative dato che il colore dei loro fiori, muta in base al ph del terreno...
Giardinaggio

Come coltivare ortensie

Il clima preferito per coltivare le ortensie è umido e temperato, senza grandi sbalzi di temperatura, anche se molte specie resistono fino ad una decina di gradi sotto zero. Le ortensie si spuntano specialmente nel periodo invernale ma sanno essere molto...
Giardinaggio

Come riprodurre le ortensie

Regine dell'estate, sfoggiano i loro grandi fiori vistosi in giardini e terrazzi: si tratta delle ortensie. Originarie dell' Asia, sono tra gli arbusti legnosi più diffusi e scenografici presenti in Italia; di esse esistono numerose varietà, ottenute...
Giardinaggio

Come mettere a dimora le ortensie

Il pollice verde è un attitudine che si rende necessaria soprattutto nel mettere a dimora piante molto particolari, che richiedono una conoscenza approfondita del giardinaggio, come le ortensie.Sono delle piante ornamentali molto apprezzate e indicate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.