Come effettuare La semina in vaso

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Con l'approssimarsi della stagione primaverile è abbastanza naturale dedicarsi, specie per chi vanta il cosiddetto "pollice verde", al proprio hobby, ossia il giardinaggio, che certamente, praticato con le necessarie cure e una buona dose di pazienza, vi ricompenserà con la crescita di piante e fiori. La semina è una delle operazioni più semplici del giardinaggio e risulta essere il primo passo per ottenere una varietà di esemplari da giardino, con spese abbastanza contenute. Oltre a questo vantaggio, la semina consente di selezionare le piante più vigorose e quelle che offrono maggiori garanzie di attecchimento. Quella descritta di seguito è la tecnica fondamentale per effettuare una corretta semina in vaso. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • semi
  • vaso
  • terriccio
  • attrezzi per il giardinaggio
36

Come prima cosa procuratevi il materiale necessario per la vostra semina, quindi un terriccio specifico per la pianta che intendete seminare. È da ricordare infatti che non tutti i terricci infatti sono uguali, per composizione fisica e chimica o per acidità. Procuratevi dunque i semi, veri protagonisti di quest'operazione, un vaso di buona qualità e gli attrezzi necessari per il giardinaggio, compreso un pratico innaffiatoio contenente dell'acqua. Versate il terriccio quasi fino al bordo del vaso, tracciate con cura dei piccoli solchi nel semenzaio, all'interno dei quali dovrete inserire i semi, distanziandoli tenendo conto della qualità specifica del seme e della sua futura crescita.

46

Solitamente questa misura è chiaramente specificata sulla confezione delle sementi. Stabilita anche la profondità, che non deve essere né troppo eccessiva né troppo superficiale, ricoprite ancora con altro terriccio, dopodiché innaffiate delicatamente, evitando di far spostare con questa operazione quanto già seminato. Mantenete per alcuni giorni il vostro vaso umido e allo stesso grado di temperatura, in un luogo caldo ma evitando i raggi diretti del sole, che "brucerebbero" i vostri piccoli semi. Controllate con la dovuta costanza il vostro operato, fino a che non vedrete spuntare i primi germogli.

Continua la lettura
56

A questo punto non vi resta altro da fare che collocare sul vostro terrazzo o in giardino la neonata pianta, attenendovi alle sue esigenze di esposizione solare e al tipo di crescita. Quando le piante avranno sviluppato più foglie, ciò significa che sono pronte per essere trapiantate, se il caso lo richiede, una ad una in un vaso e messe a dimora in contenitori più capienti: questo per permettere lo sviluppo delle radici. Occorrerà certamente tempo e pazienza, ma la vostra pianta vi ripagherà adornando con i suoi bellissimi colori e profumi i vostri giardini o davanzali. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando le piante avranno sviluppato più foglie, ciò significa che sono pronte per essere trapiantate, se il caso lo richiede, una ad una in un vaso e messe a dimora in contenitori più capienti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Sperimentare La Semina Con I Bimbi

Per far crescere i bimbi con la voglia di fare e sperimentare, è necessario certe volte sottoporli ad alcuni lavori leggeri da compiere insieme, per capirne anche le tendenze e le passioni che potranno essere sviluppate in futuro. Bisogna compiere con...
Giardinaggio

Consigli per fare la semina a spaglio

Quando si prende un seme e lo si mette in terra ad una determinata profondità, avviene la semina. Questa operazione è semplice e complicata nello stesso momento. Semplice perché l'atto di donare un seme alla terra è un gesto che gli uomini hanno sempre...
Giardinaggio

Come coltivare le fave: dalla semina alla raccolta

Uno degli alimenti più mangiati in questo periodo dell'anno è la fava, che accompagnata ad un buon formaggio rendono la pietanza ancora più squisita. Le fave possono essere anche cotte o preparate in diverse maniere, ma affinché siano davvero buone...
Giardinaggio

Errori da evitare nella semina a spaglio

Se nella lista delle nostre cose da fare troviamo la voce orto, in questo caso prima di cominciare i lavori dobbiamo aver ben chiaro il procedimento in maniera tale da non incorrere poi in gravi errori. Per quanto riguarda la tipologia di semina ad esempio,...
Giardinaggio

Come coltivare il limone in vaso

Gli agrumi sono delle piante che si adattano benissimo alla coltivazione in vaso. La pianta limone si presenta con foglie verde lucido e può essere coltivata in tutta Italia, anche se preferisce zone soleggiate e con temperatura media elevata. Basta...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i peperoni in vaso

Coltivare i peperoni in vaso è molto semplice, dato che il peperone non ha bisogno di molto spazio per crescere. Basta scegliere la pianta e i vari colori dei peperoni, un vaso fondo per fare sviluppare bene le radici della pianta e idratare molto il...
Giardinaggio

Camomilla: coltivazione in vaso

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse...
Giardinaggio

Come piantare le fragole in vaso

Le fragole sono dei frutti molto saporiti, ma spesso in commercio si trovano fragole grosse e con poco sapore di qualità non italiana. Se vogliamo avere delle fragole sempre fresche e genuine possiamo coltivarle in giardino, o in mancanza di questo anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.