Come effettuare lavori sulle erbacee perenni

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con erbacee perenni si definisce una vasta serie di piante che non terminano il loro ciclo di vita annualmente ma che si sviluppano a dimora per più di due anni.  Sono una vera risorsa per tappezzare porzioni di terreno, creare bordure o impiantare un giardino roccioso. Sono generalmente di rapida crescita e non hanno bisogno di eccessive cure. Come effettuare lavori sulle erbacee perenni ?  

27

Occorrente

  • vanga
  • forcone
  • rastrello
  • concime organico maturo
  • erbacee perenni
37

Il primo lavoro è, ovviamente, la messa a dimora delle piante, operazione da effettuare preferibilmente all'inizio primavera.
Scegli il posto del giardino più adatto alla crescita della varietà che vuoi coltivare (ombra, mezz'ombra, pieno sole).
Calcola lo spazio che le perenni occuperanno quando si saranno sviluppate. Non dovranno soffocare altre piante né essere soffocate
Prepara il terreno: vangalo per ossigenarlo, estirpa tutte le erbacce infestanti e rimuovile, arricchiscilo con del concime organico maturo, pratica le buche a giusta misura, immetti foglie secche e pezzettini di legno per fornire un corretto drenaggio delle acque.
Interra.

Annaffia in giusta misura. Le radici NON DEVONO STARE A MOLLO. Marcirebbero.

47

Messe le erbacee perenne a dimora, rendiamo piacevole la loro permanenza in casa.
Durante l'estate annaffia quando necessario.
Dirada le innaffiature in autunno.
A fine autunno, cima i fiori appassiti e valuta se sospendere del tutto l'apporto "artificiale" di acqua. (quando e se farlo dipende dal clima in cui vivi, dal luogo in coltivi le tue erbacee perenni e da quale erbacee perenne stai coltivando).
In inverno solitamente non c'è bisogno di acqua per far vivere alle erbacee perenni il loro periodo di riposo (quiescenza), soprattutto se risiedi in un luogo sottoposto a gelate. Acqua "supplementare" distribuita a pioggia rischia di vetrificare in una morsa di ghiaccio le radici delle piante. Piuttosto, prima dell'inverno, si può pensare di "intrappolare" caldo, acqua e calore nel terreno con una pacciamatura con foglie secche o fieno.
Se, però, le tue piante vivono un inverno senza pioggia, irriga goccia a goccia il terreno su cui crescono (l'acqua deve penetrare lentamente e in profondità nella terra) nelle ore centrali della giornata.

Continua la lettura
57

In primavera: rimuovi paglia o residui di pacciamatura attorno alle erbacee perenni, zappetta leggermente l'area attorno alle piante, estirpale e rimuovi le infestanti, concima con moderazione il terreno specie se non l'hai fatto in autunno, dividi cespi se necessario per mantenere forma armonica alle erbacee perenni o limitarne l'eccessivo sviluppo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegli l'erbacea perenne adatta al clima in cui vivi
  • alla posizione in cui la vuoi coltivare
  • al risultato che vuoi ottenere
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come seminare le piante annuali per la fioritura estiva

Allestire in modo alquanto adeguato il proprio balcone o il proprio giardino non è una cosa banale. Talune volte, infatti, a causa della mancanza di tempo ed, in modo particolare, a causa della mancanza di spazio, oppure, a causa delle condizioni atmosferiche,...
Giardinaggio

Come Guarire Una Pianta Infettata Dal Ragno Rosso Con Il Macerato Di Ortica

Urtica (L., 1753) è un genere di circa un centinaio di piante erbacee della famiglia delle Urticaceae, diffuse in tutto il mondo nelle regioni temperate o nelle aree montane delle regioni tropicali. La maggior parte delle specie possiede numerosi peli...
Giardinaggio

Come Scegliere Le Piante Adatte Per Creare Bordure In Giardino

Finalmente è arrivata la primavera! La vegetazione è nel pieno fulgore e chi è appassionato di giardinaggio si dovrà preoccupare di eseguire importanti lavori, come il diserbo dei prati e delle aiuole da fiore, la monda dei fiori appassiti, la cimatura...
Giardinaggio

Come fare bordure all'inglese

A chi non è mai capitato, girovagando qua e là per i parchi più belli della città e della penisola, di trovarsi dinanzi a quelli che tecnicamente vengono definiti "bordi all'inglese". Chiunque resterà sbalordito dinanzi a questa composta miscellanea...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare le peonie in balcone

Le Peonie, arbustive o erbacee, appartenenti alla famiglia delle si caratterizzano per il loro valore ornamentale. La varietà di peonia erbacea mantiene sempre al stessa altezza dato che si sviluppa in orizzontale mentre le peonie arbustive come gli...
Giardinaggio

Come Riconoscere La Pianta Dell'Ambrosia

L'Ambrosia conosciuta secondo il codice botanico come "Ambrosia Artemisiifolia", è una pianta che appartiene al genere Spermatofite Dicoltiledoni; appartenente alla famiglia delle Asteraceae dall'aspetto di piccole erbacee annuali o perenni dalla tipica...
Giardinaggio

Come curare le piante carnivore in inverno

Le piante carnivore sono piante erbacee che si nutrono di insetti e piccoli artropodi. Il motivo di questo comportamento è dovuto all'adattamento agli ambienti ostili in cui si sviluppano quali paludi o rocce. Questi risultano poveri di azoto ed altri...
Bricolage

Come realizzare un ibisco con la canutiglia semirigida

L'Ibisco è un genere delle Malvaceae che comprende circa 300 specie tra piccoli alberi, arbusti e piante erbacee annuali o perenni. Il nome deriva dal greco e probabilmente fu assegnato da Dioscoride, noto medico dell’antichità, vissuto nel I secolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.