Come effettuare l'innesto sul fico

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
110

Introduzione

La coltivazione dell'albero di fico è conosciuta fin dai tempi antichi. I primi cenni storici risalgono addirittura alle primissime civiltà agricole di Egitto e Palestina. Ben presto però il fico si diffuse in tutta l'area mediterranea, per poi essere trapiantato nelle Americhe dopo la loro scoperta. Il fatto che il fico si adatti facilmente a diversi ambienti l'ha portato infine anche in Oriente, come Cina e Giappone. Il fico infatti è un albero che riesce a vivere senza troppe difficoltà anche in luoghi poco piovosi con clima arido. Ciò che comunemente viene considerato il frutto del fico in realtà non è altro che un grossa infruttescenza. I veri frutti del fico sono difatti quei piccolissimi acheni contornati dalla polpa zuccherata e succosa che siamo soliti mangiare. Non tutti i fichi, però, riescono a fruttificare. Il fico selvatico, detto caprifico, produce infatti essenzialmente polline che sarà trasportato dalla vespa che vive nell'infruttescenza di quest'albero. Il fico selvatico quindi produce frutti non eduli, e per questo motivo può essere utile sapere come effettuare l'innesto su questo tipo di albero per far crescere una delle tante varietà selezionate dall'uomo.

210

Occorrente

  • coltellino
  • rafia
  • mastice
310

Scegliere la tecnica di innesto

Per innestare un fico esistono due tecniche: l'innesto a gemma e l'innesto a spacco. I coltivatori più esperti considerano l'innesto a gemma la tecnica migliore. Il legno del fico, infatti, non è coriaceo e quindi potrebbe non essere in grado di reggere la crescita dei rami innestati a spacco, con il rischio che gli intarsi si aprano nel corso del tempo.

410

Praticare l'innesto a gemma

Per praticare un innesto a gemma bisognerà prima di tutto sceglierne una da un ramo fruttifero sano e vigoroso. Inserire quindi la gemma del fico commestibile nel legno del fico selvatico (o del fico a cui si vuol cambiare produzione), effettuando con un coltellino una incisione a T. Per mantenere salda la gemma, legarla con della rafia e fissarla con un po' di mastice.

Continua la lettura
510

Praticare l'innesto a spacco

Se si è abbastanza esperti, si può procedere anche con l'innesto a spacco. Prima di tutto, bisognerà scegliere delle marze, che non sono altro che rametti di fico con due o tre gemme. Su un tronco si può innestare una sola marza oppure quattro. Quest'ultima tecnica (la più diffusa) si chiama innesto a spacco a corona, per via della forma che le marze daranno al tronco precedentemente reciso.

610

Innestare le marze

Tagliare le marze facendo attenzione che la parte finale abbia la forma di un pennino (cioè in diagonale). Il rametto dovrà essere lungo all'incirca una decina di centimetri. Sul tronco da innestare praticare quindi una fenditura a cuneo, in cui verranno inserire le marze. Se si innesta una sola marza, inserirla al centro del tronco altrimenti, per la tecnica a corona, metterle ai bordi ad una distanza l'una dall'altra di circa 3 centimentri. Fissare quindi le marze con della rafia e proteggerne la base con del mastice.

710

Scegliere la stagione per l'innesto

Per innestare un fico bisogna fare attenzione alle stagioni. Per quanto riguarda l'innesto a gemma, si può effettuare quello dormiente ovvero quando inizia il riposo vegetativo dell'albero, tra agosto e settembre. In alternativa, si può procedere con un innesto a gemma vegetativo, cioè in primavera quando al fico rispuntano le foglie, quindi tra marzo e aprile. Se si effettua invece un innesto a spacco, sarà essenziale inserire le marze in primavera. Con quello a spacco, difatti, la pianta innestata dovrà trasferire la sua linfa vitale nei rametti ed è quindi necessario che sia in pieno stato vegetativo.

810

Conservare le marze

Le marze di norma vengono tagliate al momento dell'innesto o poco prima. Nel caso invece fosse necessario tagliarle in un periodo dell'anno diverso, conservarle in un luogo non umido e buio. Le marze devono stare al freddo fino al momento dell'innesto ma non gelare. Avere sempre l'accortezza di mettere del mastice nelle zone di taglio della marza, per evitare che nel corso del tempo trasudino acqua.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Disinfettare sempre il coltellino prima di incidere la pianta per evitare che venga attaccata da funghi e batteri.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Come effettuare un innesto a spacco

L'innesto è uno dei metodi colturali più utilizzati su piante e alberi da frutto. Può succedere che i frutti dati da una pianta non siano di buona qualità. Allo stesso modo alcuni alberi possono non essere di seme originale, quindi crescere come selvatici....
Giardinaggio

Come effettuare un innesto ad un castagno

Il castagno, come l'ulivo e la vite, è un arbusto molto diffuso in Italia. Cresce spontaneamente nelle medie altitudini e si sviluppa creando delle zone boscose. Il legno viene ampiamente utilizzato in falegnameria perché abbastanza resistente e leggero....
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sul ciliegio

Il ciliegio un meraviglioso frutto rosso amaranto, succoso e dolce possiede proprietà organolettiche, ottenute grazie ai metodi di coltivazione a cui viene sottoposto. Infatti, per ottenere questi stupendi frutti che tutti conosciamo e abbiamo gustato,...
Giardinaggio

Come innestare un albero di fico

Il fico, inteso come frutto, è tra i più saporiti, nutrienti e ricchi di frutta e fibre che la natura ci offre nel primo periodo autunnale, quello che va da Settembre a metà-fine Ottobre. Le origini di questa pianta sono prevalentemente asiatiche e...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del fico

Secondo recenti sondaggi su tutto il territorio nazionale, sono sempre di più le persone che si dedicano al giardinaggio, occupandosi soprattutto di piante da frutto. Tra gli alberi più coltivati in tutto il paese, vi è sicuramente il fico per via...
Giardinaggio

Fico d'india: come coltivarlo in giardino

Il fico d'India è una pianta che cresce allo stato selvatico dappertutto, e i suoi frutti, oltre che deliziosi sono anche particolarmente belli, tali da poterli coltivare in un giardino per arricchirlo ulteriormente di colori. Questa pianta si rivela...
Giardinaggio

Come potare un albero di fico

L'agricoltura, per molti, non rappresenta soltanto un lavoro ma è anche una passione estremamente gratificante. È meraviglioso coltivare delle piante come gli alberi da frutto, che non soltanto danno soddisfazione nell'arco della crescita ma saranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.