Come effettuare l'innesto sulla vite selvatica

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

In questa semplice ed esauriente guida vedremo come effettuare l'innesto sulla vite selvatica. La vite selvatica può dare enormi soddisfazioni. Infatti, a seconda del tipo, questa può produrre uva da vino oppure uva da tavola. È pertanto evidente che, oltre alla soddisfazione personale che deriva dall'operazione di innesto, la vite selvatica può anche tornare utile. A questo punto possiamo entrare maggiormente nel dettaglio e nel vivo di questa guida.

28

Occorrente

  • Sega per arbusti medi nel caso di pianta adulta o forbici da potatura, coltello, lacci in canapa o gomma, mastice o nastro adesivo
38

I tipi di innesto

Tra i differenti tipi di innesto, adeguati per la vite selvatica, ci occuperemo di quello a spacco, che sicuramente è uno dei più comuni da praticare oltre a quello a gemma. Questa tipologia di innesto è quella più antica, e viene praticata sopratutto per le viti già adulte. Se ne conoscono di svariate forme in circolazione. Tuttavia possiamo affermare che la forma più comune è l'innesto a spacco semplice.

48

L'obiettivo dell'innesto

L'obiettivo dell'innesto a spacco semplice è quello di inserire una marza nel portainnesto. La marza, praticamente, rappresenta quella gemma che deve essere prelevata dalla vite produttiva, per venire utilizzata come innesto. Il ramo prescelto come portainnesto, inoltre, dovrà essere tagliato fino alle prime radici più grosse. Dopo queste precisazioni, possiamo finalmente passare all'atto pratico.

Continua la lettura
58

Il taglio

A questo punto è necessario praticare un taglio sulla parte monca del portainnesto. Il taglio, che dovrà essere di dimensioni adeguate per accogliere la marza, dovrà presentare una profondità variabile di 2-3 cm, in modo tale da consentire un agevole inserimento della marza. Inoltre può essere effettuato mediante l'utilizzo di una lama di coltello affilato e non seghettato.

68

Gli scarti della potatura invernale

La marza da innestare può essere selezionata dagli scarti della potatura invernale. A tal scopo è sufficiente andare ad individuare un rametto di vite produttiva con gemma. Prima di procedere all'innesto, tuttavia, è buona regola accertarsi che la marza prescelta non sia in cattive condizioni oppure che non presenti malattie o lesioni di alcun genere. Quindi si deve selezionare una marza in perfetta salute.

78

La preparazione

La preparazione della marza prevede, successivamente, la realizzazione di un cuneo nella parte inferiore della marza stessa che verrà inserita nel portainnesto. Questo genere di operazione potrà essere effettuata mediante l'utilizzo di un coltello su due lati della marza. La lunghezza del cuneo creato dovrà coincidere con la profondità del taglio del portainnesto. Quindi sarà di circa 2 o 3 cm.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come effettuare un innesto ad un castagno

Il castagno, come l'ulivo e la vite, è un arbusto molto diffuso in Italia. Cresce spontaneamente nelle medie altitudini e si sviluppa creando delle zone boscose. Il legno viene ampiamente utilizzato in falegnameria perché abbastanza resistente e leggero....
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Come effettuare un innesto a spacco

L'innesto è uno dei metodi colturali più utilizzati su piante e alberi da frutto. Può succedere che i frutti dati da una pianta non siano di buona qualità. Allo stesso modo alcuni alberi possono non essere di seme originale, quindi crescere come selvatici....
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sul ciliegio

Il ciliegio un meraviglioso frutto rosso amaranto, succoso e dolce possiede proprietà organolettiche, ottenute grazie ai metodi di coltivazione a cui viene sottoposto. Infatti, per ottenere questi stupendi frutti che tutti conosciamo e abbiamo gustato,...
Giardinaggio

Come impedire la crescita dell'edera selvatica

Se in prossimità dei muri di cinta del tuo giardino cresce a dismisura dell'edera selvatica, c'è il rischio che sia tra le coltivazioni floreali soffocandone le radici e nel contempo togliendone la luce. In tal caso puoi intervenire in modo adeguato,...
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a omega

Gli innesti nel giardinaggio sono diversi ed ognuno specifico per un determinato tipo di albero; infatti, se ad esempio abbiamo una vite ed intendiamo praticare questa operazione, utilizziamo la tecnica definita “a omega”. Nello specifico prevede...
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a zufolo

L'innesto a zufolo è un tipo di innesto molto utilizzato perché presenta un'alta probabilità di attecchimento. Ecco perché, soprattutto per castagno e noce, questo tipo di pratica risulta oggi assai diffusa ed in continua espansione. Tale tipo di...
Giardinaggio

Come fare l'innesto sull'albero di limone

L'innesto non serve soltanto a far sì che la pianta produca più frutta, ma anche a rendere la sua struttura molto più robusta e forte, in maniera tale da resistere maggiormente alle malattie e ad eventuali danneggiamenti prodotti da insetti, funghi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.