Come eliminare gli afidi con aceto e sapone di marsiglia

Tramite: O2O 29/05/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi possiede un giardino può godere delle belle giornate di sole e vivere all'aria aperta. Tuttavia, sarà senz'altro capitato di imbattersi negli afidi, fastidiosissimi insetti, pidocchi delle piante che una volta prese di mira le piante le attaccano le fanno morire nel giro di pochi giorni, succhiandone la linfa. Chi ha un giardino sa bene quanto possano essere pericolosi e, se non si interviene l'infestazione potrebbe assumere proporzioni preoccupanti. Per contrastare la presenza degli afidi esistono in commercio prodotti a base di piretro o di atrazina. Sostanze chimiche che possono danneggiare la nostra salute e, se usati in maniera impropria, talvolta si rivelano anche non risolutivi del problema. Seguite attentamente i passi a seguire per delle utili informazioni su come eliminare gli afidi con aceto e sapone di Marsiglia.

27

Occorrente

  • aceto, sapone di marsiglia, acqua calda
  • guanti
37

Preparare una mistura di sapone di Marsiglia e aceto di vino bianco

Esistono diversi rimedi naturali atti a sconfiggere gli acari, alcuni sono a base di agrumi, altri a base di oli essenziali che contengono eccipienti di comprovata efficacia. Uno dei metodi usati dai giardinieri è quello di preparare una mistura di sapone di Marsiglia e di aceto bianco. Il sapone di Marsiglia è un composto dalla spiccata attività insetticida. Per essere sicuri che il sapone sia quello originale, compriamo il panetto in un erboristeria e leggiamo attentamente l'etichetta: deve contenere olio di oliva o di palma e deve essere di Marsiglia al 100% altrimenti il rimedio non sarà efficace. L'aceto invece deve essere bianco dato che ha un acidità superiore a quello rosso, ed è proprio l'acidità che ci occorre per sconfiggere gli afidi.

47

Spruzzare la soluzione sulle parti della pianta attaccata dagli insetti

Sciogliamo in una soluzione di un litro di acqua molto calda due cucchiaini di sapone di Marsiglia a scaglie e poi, aggiungiamo 50 ml di aceto. Mescoliamo in modo accurato la soluzione e, una volta raffreddata spruzziamola generosamente solamente sulle parti della pianta attaccata dagli insetti.
Indossiamo i guanti, in quanto la soluzione potrebbe avere un effetto irritante sulla pelle. Effettuiamo questa operazione una volta alla settimana per un mese e, vedremo che gli afidi scompariranno.

Continua la lettura
57

Effettuare questa procedura la sera

È consigliabile di effettuare questa operazione alla sera tardi in modo che i raggi del sole non brucino le foglie o i petali delle piante interessate. La protezione sulle nostre piante sarà stata del tutto naturale, economica e soprattutto efficace e non avremo danneggiato l'ambiente ne minato la nostra salute. Nei casi più ostinati potremo eseguire fare anche due irrigazioni settimanali, l'importante è agire con tempestività, prima che sia troppo tardi, altrimenti anche questo metodo si rivelerà vano.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come eliminare gli afidi dalle piante

Se abbiamo la passione per il giardinaggio, può capitare di scoraggiarci quando le nostre piante vengono attaccate dagli afidi, consapevoli di dover necessariamente utilizzare antiparassitari chimici. In realtà non è così, poiché è importante sapere...
Giardinaggio

Come eliminare gli afidi dai fiori

Gli afidi, esattamente come le cocciniglie, sono dei parassiti delle piante. Questi insetti perforano sia le foglie che i germogli, sottraendone la linfa e modificandone la struttura morfoanatomica. Per tale ragione, è necessario contrastare l'anfigonia...
Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ci vengono proposti metodi più o meno aggressivi per eliminare questo fastidioso problema, è invece...
Giardinaggio

Come prevenire le infestazioni di afidi

Se abbiamo un giardino, è importante sapere che le piante sono soggette agli attacchi di afidi che nella maggior parte dei casi tendono a distruggerle, vanificando le nostre quotidiane operazioni di cura e manutenzione. A tale proposito, ecco una guida...
Giardinaggio

Come combattere afidi e tripidi

Le piante sono un elemento di ornamento fondamentale per tutte le case e per tutti i giardini, ma per garantire la loro perfetta salute, e di conseguenza la loro bellezza, è fondamentale che esse vengano curate sotto tutti i punti di vista. Infatti,...
Giardinaggio

Come combattere gli afidi con il tabacco

Tutte le persone che amano coltivare o che posseggono un giardino, devono, per forza di cose, affrontare il problema dei parassiti, ospiti involontari che minano la salute delle piante coltivate con tanta passione ed amore. Per questo motivo, nei passaggi...
Giardinaggio

Come combattere gli afidi delle piante

Gli afidi, detti anche pidocchi delle piante per via della loro natura simile ai pidocchi che minacciano l'uomo. Essi attaccano sia le foglie che i rami succhiando via la linfa vitale. Per combatterli in commercio possiamo trovare diversi preparati ma...
Giardinaggio

Trucchi per eliminare gli scarafaggi dal giardino

Gli scarafaggi sono una famiglia di insetti a cui appartengono diverse specie, tra cui anche le blatte. Si tratta di insetti ubiquitari, che nascono e crescono in svariati ambienti, anche se prediligono quelli umidi, poco illuminati, come le campagne,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.