Come Eliminare I Nematodi Dalle Piante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

I nematodi sono dei piccoli vermi di cui esistono circa 12.000 specie. Essi si annidano nelle radici delle piante e ne evitano lo sviluppo e di conseguenza la giusta crescita. Le piante che vengono attaccate da questi parassiti sono essenzialmente: le patate, il pomodoro, le melanzane ed il tabacco. I nematodi prendono nomi diversi in base alla pianta di cui si cibano. La loro presenza si può notare facilmente; infatti, le piante hanno uno sviluppo stentato e le foglie restano piccole ed ingiallite. Leggendo questo tutorial si possono alcuni consigli e delle corrette informazioni su come è possibile eliminare questi parassiti, ma la prevenzione è molto importante per combatterli.

25

Occorrente

  • rafano nematocida, estratto di albero di neem (azadiractina)
35

La presenza dei nematodi è visibile maggiormente dal mese di giugno in poi. Sicuramente la prevenzione è l'arma più efficace per combatterli. Per poter fare ciò bisogna necessariamente effettuare un'accurata analisi nematologica del terreno prima di effettuare qualsiasi impianto. Generalmente la loro presenza è caratterizzata dalla fuoriuscita di una sorta di noduli oppure di "cisti"; essi si formano alle estremità delle radici della pianta. Vediamo adesso quali sono i giusti rimedi da adottare.

45

I principali mezzi per eliminarli sono le corrette pratiche agronomiche; bisogna cioè sospendere la coltivazione delle solanacee per alcuni periodi e sostituirle con piante leguminose. Si devono utilizzare nematocidi specifici prima di ogni semina; essi hanno un'azione fumigante e sistemica sul terreno. La solarizzazione è fondamentale; bisogna aumentare la temperatura del terreno di 10/15° C nelle stagioni calde. Infine, la sterilizzazione con vapore; quest'ultima è molto costosa per cui si utilizza solo per colture ad alto reddito. La guida prende in considerazione i mezzi biologici/naturali per l'eliminazione definitiva di questi parassiti.

Continua la lettura
55

L'estratto di azadiractina o caspina (albero di neem), è un metodo naturale che consente di distruggere i nematodi. Esso contiene una sostanza alcaloide che è in grado di abbatterli totalmente. Una seconda soluzione meno sicura è quella di mettere nella terra dei lombrichi. Questi animali non solo distruggono i nematodi, ma sono utili anche per la la terra e la pianta. Un'altra metodologia che si può adottare è quella del "rafano nematocida" (detta pianta esca contro i nematocidi). Esso elimina del tutto i danni provocati dai nematodi ed è un ottimo esempio di lotta biologica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come eliminare le formiche dalle piante

Gli insetti sono specie viventi da cui si possono trarre moltissimi insegnamenti. Nonostante ciò, ce ne sono alcuni che potrebbero diventare con il tempo delle vere e proprie calamità per la vita di ogni giorno, sia che si tratti della propria casa,...
Giardinaggio

Come eliminare parassiti dalle piante

Avere un proprio orto, un giardino o anche un semplice spazio verde in casa, è un passatempo che impegna abbastanza, quasi come un lavoro. La soddisfazione nel risultato finale però è grande sia nel caso in cui abbiate delle piante ornamentali, sia...
Giardinaggio

come eliminare definitivamente le larve dalle piante coltivate

Se abbiamo un giardino con alberi e piante, è importante conoscere tecniche e metodi per salvaguardarle dall'invasione di acari e larve. Queste ultime infatti se prolificano a dismisura, si rivelano particolarmente dannose per le foglie ed eventuali...
Giardinaggio

le migliori piante carnivore per eliminare gli insetti

Le piante carnivore, denominate anche "insettivore" hanno la proprietà e la caratteristica di consumare ed intrappolare animali e protozoi, in particolar modo gli insetti, allo scopo di nutrirsi. Tale peculiarità è stata ottenuta a causa della loro...
Giardinaggio

Rimedi naturali per gli insetti delle piante

Con l'arrivo della primavera e dei primi caldi le piante sono letteralmente assalite dagli insetti. Essi sono difficili da scovare perché sono molto abili a nascondersi. Bisogna aguzzare bene la vista perché questi animaletti si mettono tra i germogli....
Giardinaggio

Come annaffiare e concimare correttamente le piante di casa

Oggi abbiamo deciso di proporre una guida, del tutto interessante e molto utile, nei confronti dei lettori che amano avere nel proprio appartamento delle piante, che donano colore, vivacità e profumo, a tutti gli ambienti. In particolare vogliamo approfondire,...
Giardinaggio

Come proteggere le piante dal freddo invernale

Curare le nostre piante in maniera corretta, è un'operazione di fondamentale importanza se desideriamo che crescano sane e robuste. Ad esempio, dobbiamo concimare il terreno delle nostre piante, dobbiamo fornirgli acqua fresca tutti i giorni e, soprattutto...
Giardinaggio

Le 10 migliori piante carnivore da vaso

Quest'estate per tenere il tuo giardino pulito e libero da insetti indesiderati, affidati alle piante carnivore da vaso, una comoda soluzione capace di eliminare gli insetti dal tuo giardino e dalla tua casa rendendo l'ambiente più bello e profumato....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.