Come eliminare i tarli dalle travi dei soffitti alti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I tarli sono degli insetti parassiti che si nutrono del legno, difficili da eliminare, che rovinano qualunque oggetto ligneo, come le travi dei soffitti alti. Questi piccoli parassiti creano tantissimi e quasi microscopici fori nelle travi di legno del soffitto. La loro sgradita presenza si può avvertire dalla continua presenza di segatura e polverina sul pavimento, provocata mentre l'insetto scava il legno, oltre saltuariamente anche dal lieve rumore che emettono quando intaccano e mangiano la fibra legnosa. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • Due teloni usa e getta
  • Compressore con tubo per l'aria + pistola ad aria
  • Siringa usa e getta
  • Abbigliamento protettivo e di sicurezza
  • Scala
  • Secchiello
  • Prodotto anti-tarlo (venduto in ferramenta)
36

Dopo esservi procurati tutto il materiale necessario e aver assicurato la vostra salute e incolumità con un abbigliamento protettivo e degli accessori idonei, potete procedere con l'operazione di disinfestazione dei temibili tarli. Innanzitutto distendete e bloccate a terra il telone per lavorare nel migliore dei modi, in sicurezza e con tutta comodità, poi posizionate la scala, prestando attenzione alla sicurezza, sotto l'angolo del soffitto da cui volete iniziare il lavoro. Accertatevi che il compressore sia carico e che sia montato un tubo per "sparare" l'aria abbastanza lungo tale da poter raggiungere il soffitto che spesso può essere posto molto in alto rispetto all'altezza raggiungibile con una scala.

46

Soffiate con la pistola ad aria compressa su tutta la lunghezza della trave, soffermandovi sulle zone dove sono maggiormente concentrati i fori o comunque in corrispondenza della polvere di segatura che hai trovato sotto, in terra. In questo modo la trave sarà ripulita da polverine e segatura. Finita la fase di pulitura aggiungete nel secchiello il "prodotto anti-tarlo": per il quantitativo da utilizzare solitamente potete consultare direttamente la scatola o le istruzioni nel foglietto illustrativo inserito dentro la scatola stessa. Riempite la siringa usa e getta con il liquido e, dopo esservi accertati di aver correttamente inserito l'ago nel buco della trave, iniettatelo.

Continua la lettura
56

Finita questa fase, sigillate perfettamente la trave con un altro telone, che potrete rimuovere va almeno sette giorni dopo l'operazione. Bisogna avere pazienza e non demordere, è un processo che a volte può richiedere anche mesi, ma alla fine, se si rispettano tutte le regole proposte, si riuscirà ad avere la meglio. Da non sottovalutare è la possibilità di creare situazioni di pericolosità, poiché i tarli possono compromettere il legno a tal punto da portare alla frattura della trave di sostegno, con conseguente e immaginabile indebolimento delle travi e addirittura crollo del soffitto. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'operazione di disinfestazione a volte deve essere ripetuta entro un breve periodo poiché sono insetti alquanto difficili da stanare al primo colpo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come eliminare i tarli dai mobili

Hai un mobile antico, o semplicemente una vecchia macchina da cucire attaccata dai tarli e non sai come eliminarli? Fai come ho fatto io: un trattamento antitarlo ha evitato che la mia macchina da cucire si trasformasse in un colabrodo. Il tarlo è un...
Casa

Come eliminare la muffa da soffitti e pareti

Purtroppo è sempre più frequente ritrovare la propria casa, oppure visitare edifici di amici o parenti, che sono praticamente invasi da macchie nerastre più o meno scure provocate dalla muffa sia sulle pareti che sul soffitto. Esse sono tutte macchie...
Casa

Come risanare delle travi in legno

Quando si acquista una casa o si decide di rinnovare quella in cui abitiamo, capita di trovare delle travi di legno abbastanza vecchie che, esteticamente, potrebbero rivelarsi utili per arredare una stanza in modo rustico, lasciandole visibili anziché...
Casa

Tarli: come trattare il mobile

I mobili in legno sono molto eleganti ed hanno un fascino che non passa mai di moda, ma allo stesso tempo sono estremamente delicati. Infatti questi richiedono manutenzione e cura, altrimenti si rischia di rovinarli in modo irreparabile. Uno dei nemici...
Casa

Come Eseguire L'Otturazione Dei Fori Provocati Dai Tarli

Purtroppo il legno dei nostri mobili spesso viene attaccato dai tarli. I tarli possono bucare il legno provocando numerosi fori, che col tempo potrebbero compromettere la stabilità delle strutture. Questo può accadere quando il legno è piuttosto vecchio...
Casa

Come chiudere i buchi dei tarli

Molti amanti dell'antiquariato rimangono delusi e frustrati quando scoprono che i tarli hanno danneggiato i loro mobili antichi; questo non solo ne sminuisce l'aspetto, ma può anche svalutarli. Ciò succede poiché i mobili antichi invecchiano, passando...
Casa

Come fare la manutenzione delle travi di legno

Le travi in legno, sia che già appartengano a una struttura già esistenze, o che siano nuove, devono subire dei trattamenti per evitare il degrado. Ad esempio, se ti trovano all'esterno, per esempio sorreggendo una tettoia, dobbiamo assolutamente prevenire...
Casa

Come proteggere travi legno

Ecco una bella ed interessante guida, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come proteggere le travi in legno, nel modo più veloce e semplice possibile, senza rischiare d'incorrere in errori e finire anche con il compromettere la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.