Come eliminare il cattivo odore dalle scarpe

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molto spesso capita che il cattivo odore possa impregnare le vostre scarpe preferite, dopo di che diventa un cruccio e ci si comincia ad interrogarsi su come eliminare questo cattivo odore, al quanto fastidioso. Di solito capita con le scarpe da ginnastica o modelli similari utilizzati per fare sport.
Non tutti sanno, però, che esistono piccoli trucchetti per farlo sparire e per limitarne drasticamente la presenza. Infatti in questa guida vedremo come eliminare il cattivo odore dalle scarpe passo per passo.

25

Origini del cattivo odore

Se siete ancora titubanti, non vi resta che seguire i consigli presenti all'interno di tale guida, in men che non si dica le vostre scarpe risulteranno profumate e del tutto fresche come se fossero state appena acquistate. Prima di tutto è doveroso sapere che il cattivo odore che annusate nelle vostre scarpe dipende non soltanto dalla sudorazione del vostro piede bensi dalla proliferazione dei batteri in essi contenuti per cui si può affermare che lavaggio è quindi solo un palliativo.

35

Consigli sul lavaggio

È comunque utile pulire bene ed a fondo le scarpe periodicamente: quando lo fate lavatele con sapone e possibilmente con della candeggina, che sterilizza i tessuti (almeno per le scarpe che si possono lavare in lavatrice). La sera, poi, cospargete le suole, dall'interno, di bicarbonato, e lasciatelo agire tutta la notte per poi rimuoverlo al mattino, queste sono le tecniche maggiormente consigliate per le scarpe non eccessivamente maleodoranti e che possono essere lavate in lavatrice.

Continua la lettura
45

Ulteriori suggerimenti

Nel caso di calzature per le quali il lavaggio in lavatrice con la candeggina non fosse possibile, come nel caso di scarpe di pelle, scarpe scamosciate e modelli similari provate questa infallibile tecnica. Procuratevi del timo in grande quantità. Munitevi delle scarpe interessate dal cattivo odore, introducetevi uno strato di timo al suo interno e lasciate macerare tutta la notte. Questa pianta produce duplice funzione non soltanto elimina il cattivo odore, ma funge anche da disinfettante per la presenza di possibili muffe che potrebbero causare nuovamente un cattivo odore a causa della proliferazione dei batteri. Otterrete dei risultati ottimali, in pochissimo tempo.
Un ulteriore consiglio è quello di lasciare macerare tutta la notte o per il periodo che non indosserete le scarpe delle bucce d'arancia che non soltanto elimineranno il cattivo odore ma lasceranno all'interno di una calzature un profumo al quanto piacevole e quindi potrebbe fungere anche da deodorante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come eliminare l'odore di fumo dai vestiti

L'odore del fumo come ben sappiamo generalmente si diffonde inesorabilmente nell'ambiente in cui si fuma e, si attacca ai vestiti di chi fuma e di chi vi sta accanto. L'odore o puzza del fumo persiste se non facciamo arieggiare la stanza o il locale a...
Casa

Come eliminare l'odore di pittura dalla casa

Se hai appena verniciato una stanza, l'odore schiacciante della pittura può persistere per giorni. Il minimo che si possa fare in questi casi è aprire porte e finestre, ma molto spesso questo non è sufficiente per espellere il fastidiosissimo odore....
Casa

Come eliminare le macchie di sudore sui tessuti

La sudorazione eccessiva, specie in estate crea non pochi problemi alla pelle a causa del cattivo odore generato. Lo stesso discorso vale per i tessuti e spesso non basta un normale lavaggio per eliminare le macchie di sudore. Per fortuna ci sono degli...
Casa

Come togliere l'odore della laccatura dai mobili nuovi

Nonostante a qualcuno piaccia, l'odore rilasciato da un mobile appena acquistato può rivelarsi fastidioso. Soprattutto se si trova in ambienti della casa molto frequentati. Per fortuna, esistono degli espedienti per togliere l'odore della laccatura dai...
Casa

Come togliere l'odore di vernice dai mobili nuovi

Quanti di voi, appena sposati o nel momento di andare a convivere, siete andati ad abitare in una casa nuova di zecca, arredata di tutto punto con i vostri gusti e con mobili nuovissimi? Sicuramente un piacere per gli occhi! Ma per il naso? Spesso l'odore...
Casa

10 consigli per togliere l'odore di pittura da una stanza

Avete appena pitturato casa ma un forte odore di vernice invade ogni stanza rendendo gli ambienti nauseanti. L'aria che respirate, oltre ad essere ipoteticamente nociva (dipende dalla tipologia della pittura. Non tutte le marche producono vernici tossiche)...
Casa

Come neutralizzare l'odore di aglio

L'aglio rappresenta il principale condimento utilizzato nella cucina italiana ed in particolare in quella mediterranea. Oltre ad insaporire e accompagnare le pietanze con il suo tipico gusto, è dotato di numerose proprietà benefiche; non a caso infatti,...
Casa

Come togliere l'odore di fritto dalla tua casa in modo ecologico

La cucina di casa, come si sa, è un luogo molto vissuto e per alcuni una vera e propria passione.Si inventa, si sperimenta e... Si frigge!Uno dei disagi più frequenti è che dopo averlo fatto la casa si impregna di odore di fritto che persiste nonostante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.