Come eliminare il cattivo odore dalle scarpe

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Molto spesso capita che il cattivo odore possa impregnare le vostre scarpe preferite, dopo di che diventa un cruccio e ci si comincia ad interrogarsi su come eliminare questo cattivo odore, al quanto fastidioso. Di solito capita con le scarpe da ginnastica o modelli similari utilizzati per fare sport.
Non tutti sanno, però, che esistono piccoli trucchetti per farlo sparire e per limitarne drasticamente la presenza. Infatti in questa guida vedremo come eliminare il cattivo odore dalle scarpe passo per passo.

24

Origini del cattivo odore

Se siete ancora titubanti, non vi resta che seguire i consigli presenti all'interno di tale guida, in men che non si dica le vostre scarpe risulteranno profumate e del tutto fresche come se fossero state appena acquistate. Prima di tutto è doveroso sapere che il cattivo odore che annusate nelle vostre scarpe dipende non soltanto dalla sudorazione del vostro piede bensi dalla proliferazione dei batteri in essi contenuti per cui si può affermare che lavaggio è quindi solo un palliativo.

34

Consigli sul lavaggio

È comunque utile pulire bene ed a fondo le scarpe periodicamente: quando lo fate lavatele con sapone e possibilmente con della candeggina, che sterilizza i tessuti (almeno per le scarpe che si possono lavare in lavatrice). La sera, poi, cospargete le suole, dall'interno, di bicarbonato, e lasciatelo agire tutta la notte per poi rimuoverlo al mattino, queste sono le tecniche maggiormente consigliate per le scarpe non eccessivamente maleodoranti e che possono essere lavate in lavatrice.

Continua la lettura
44

Ulteriori suggerimenti

Nel caso di calzature per le quali il lavaggio in lavatrice con la candeggina non fosse possibile, come nel caso di scarpe di pelle, scarpe scamosciate e modelli similari provate questa infallibile tecnica. Procuratevi del timo in grande quantità. Munitevi delle scarpe interessate dal cattivo odore, introducetevi uno strato di timo al suo interno e lasciate macerare tutta la notte. Questa pianta produce duplice funzione non soltanto elimina il cattivo odore, ma funge anche da disinfettante per la presenza di possibili muffe che potrebbero causare nuovamente un cattivo odore a causa della proliferazione dei batteri. Otterrete dei risultati ottimali, in pochissimo tempo.
Un ulteriore consiglio è quello di lasciare macerare tutta la notte o per il periodo che non indosserete le scarpe delle bucce d'arancia che non soltanto elimineranno il cattivo odore ma lasceranno all'interno di una calzature un profumo al quanto piacevole e quindi potrebbe fungere anche da deodorante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come prevenire la proliferazione di erbe infestanti in modo ecologico

Le erbe infestanti, o malerbe, sono invasive e dannose. Crescono spontaneamente e non sono utili all'uomo. Si distinguono in annuali o perenni, e deturpano le aiuole, i giardini, gli orti come i prati. Solitamente, si utilizzano rimedi chimici per prevenire...
Casa

Come usare il bicarbonato

Quando si parla di bicarbonato ci si riferisce al bicarbonato di sodio: si tratta di un composto ionico formato da sodio e bicarbonato. Il bicarbonato di sodio può avere tanti utilizzi diversi tra loro; inoltre, è una sostanza che costa veramente poco...
Altri Hobby

Come evitare la formazione di alghe nell'acquario

Tra gli argomenti maggiormente diffusi sui forum dedicati all'acquofilia, quello che riguarda la comparsa di alghe negli acquari è il più gettonato. Sfortunatamente, l'ambiente acquoso popolato da pesci e piante favorisce la produzione di detriti che,...
Giardinaggio

Come difendere le piante d'appartamento con prodotti naturali

I parassiti sono una dei pochi motivi che possono rendere meno piacevole il compito di curare e mantenere le piante d'appartamento. Che si tratti di lumache alla ricerca di qualche foglia di lattuga o di afidi che rosicchiano i petali delle rose, un'infestazione...
Giardinaggio

Parassiti delle piante: rimedi naturali per eliminarli

Le piante, si sa, sono amate da tutti e presenti pressoché in ogni abitazione. C'è chi le tiene in giardino, chi in balcone, chi in vasi collocati nelle varie stanze per conferire un tocco di calore e colore in più alla propria casa. Il verde, però,...
Giardinaggio

5 rimedi naturali contro i pidocchi delle piante

Delle migliaia di specie di afidi, chiamati comunemente pidocchi delle piante, circa 250 sono considerate dannose per fiori e arbusti. Questi minuscoli insetti infestano le piante, perforandone gli steli e privandole delle sostanze nutritive vitali. Se...
Bricolage

Come decorare un paio di vecchi jeans

Vestirsi all'ultima moda è una passione che accomuna moltissime ragazze. Ma questo vuol dire anche spendere molti soldi che spesso non ci sono. Diventa così necessario arrangiarsi con ciò che si ha e ridare vita e vigore a vecchi vestiti ormai in disuso,...
Casa

Come costruire un vaso in miniatura

Se amate le piante e desiderate creare una bacheca con all'interno delle miniature di vasi da fiore, potete cimentarvi nella realizzazione di questi originali contenitori, seguendo delle line guida specifiche che troverete nei passi successivi. Il lavoro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.