Come eliminare il muschio nell'erba

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il muschio è uno dei nemici principali dei manti erbosi. Infatti, può compromettere notevolmente la salute e l'aspetto dell'erba. Combatterlo non è sempre facile, tanto che occorre identificare prima la causa che ne genera lo sviluppo. Esso si presenta con un bel colore verde intenso ed al tatto la sua consistenza risulta soffice e spugnosa, ma può dare origine a muffe e parassiti, contrastando la naturale crescita di altre piante. Se nell'erba del vostro prato o nel vostro giardino è presente questa insidiosa formazione, leggete la presente guida in cui vi spiegherò come poterla eliminare.

27

Occorrente

  • Pala
  • Ghiaia
  • Tubi in PVC
  • Rastrello
  • Preparati in polvere
37

Risalire alla causa dell'umidità

Anzitutto, la proliferazione del muschio si manifesta essenzialmente quando è presente un'eccessiva umidità nel terreno. Ma non solo, poiché il muschio può svilupparsi anche su rocce, muri e così via. Infatti, non possiede normali radici, mentre quelle di cui dispone servono da ancoraggio. Per trovare una soluzione a tale problema, dovrete quindi risalire alla causa dell’umidità, agendo conseguentemente.

47

Rimuovere l'eccesso di acqua

Per evitare la crescita del muschio nell'erba, occorre controllare spesso il terreno. A questo proposito, se notate che è troppo argilloso, rimuovete l’eccesso di acqua utilizzando un sistema di evacuazione. Scavate quindi qualche profondo solco e depositatevi 4/5 centimetri di ghiaia, dopodiché sistematevi dei robusti tubi in PVC. Successivamente, ricoprite tutto quanto con una ventina di centimetri di ghiaia. Cercate di organizzare questo procedimento con criterio, valutando attentamente ciò che fate, per evitare di far defluire l'acqua nelle eventuali proprietà dei vicini.

Continua la lettura
57

Smuovere il muschio con un rastrello

Una seconda causa del muschio nell'erba si può attribuire al ricambio d’aria del terreno. A questo punto, se si presenta il muschio nell'erba, smuovetelo con un rastrello cercando di ossigenare adeguatamente gli strati di erba e terra. Se questo non dovesse bastare, praticate dei fori nel terriccio per arieggiarlo in profondità. Il muschio può crescere anche se la zona è posta in ombra e questo può rappresentare un grande ostacolo. La soluzione migliore è sfoltire qualche ramo d'albero e tagliare l'erba. Spesso, però, vi sono muri o costruzioni che non si possono certo abbattere. Quindi, se non è possibile, utilizzate appositi preparati in polvere contenenti solfato di ferro. Essi possono anche essere impiegati come supporto ai sistemi già descritti. In un paio di settimane, le formazioni si scuriranno e potrete eliminarle con il rastrello.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come abbellire il bonsai con il muschio

Per tutti gli appassionati di giardinaggio, o del pollice verde, come s dice in giro, abbellire il bonsai con il muschio rappresenta una delle scelte migliori per quanto riguarda il buon gusto che ne concerne. Quando si comincia a parlare di bonsai...
Giardinaggio

Come realizzare un tutore per le piante con il muschio

I tutori hanno il compito di sostenere e proteggere le piante dagli agenti atmosferici, garantendo una crescita sana ed ordinata. Pur perseguendo tutti lo stesso obiettivo, si differenziano però per forma, dimensione e materiale. Il più comune è il...
Giardinaggio

Come rinverdire le aree prive di erba

Prendersi cura del prato del proprio giardino è un'operazione che richiede una certa costanza. Infatti trascurare l'erba del prato per qualche tempo può determinare una serie di problematiche. Una delle più comuni è senza ombra di dubbio la formazione...
Giardinaggio

Come scegliere l'erba giusta per il prato

Per coloro che non hanno una particolare familiarità con il concetto di architettura del prato, tutta l'erba ha lo stesso aspetto. Tuttavia, invece, la scelta dell'erba giusta è una parte essenziale della pianificazione di un bel giardino, non solo...
Giardinaggio

Le migliori tipologie di erba sintetica

Ci sono tanti molti motivi per scegliere dell'erba sintetica, e a seconda dell'uso che se ne deve fare altrettante tipologie diverse. Per quel che riguarda lo sport indoor, l'uso dell'erba sintetica è praticamente obbligato. Grazie alla tecnologia moderna...
Giardinaggio

Come tagliare bene l'erba del giardino

Tagliare l’erba rappresenta l’operazione più comune da eseguire in giardino, effettuata con regolarità a partire dal periodo compreso tra marzo-aprile fino ad ottobre, quando l'erba si presenta esclusivamente asciutta. Non a caso, l'erba tagliata...
Giardinaggio

Come far crescere l'erba in un terreno argilloso

Per ottenere i migliori risultati, sia nell'orto sia i giardino, è necessario conoscere la situazione fisico-chimica del terreno. Vi sono, in natura, terreni più o meno spiccatamente acidi, neutri, alcalini; possono anche essere argillosi, sabbiosi,...
Giardinaggio

Come seminare l'erba con la carta straccia

Se siamo appassionati di giardinaggio o desideriamo prenderci cura del nostro prato o del nostro giardino, ci servirà sapere come riuscire a seminare bene l'erba e quali metodi utilizzare.In questo settore possiamo provare mille tecniche, anche molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.