Come eliminare l'odore di cuoio

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il cuoio è un materiale che viene impiegato, ancora oggi, per realizzare accessori di uso comune come borse, zaini, scarpe, portafogli e capi di abbigliamento come giacche e pantaloni. Il cuoio, infatti, è molto resistente e si adatta perfettamente ad articoli che possono essere soggetti all'usura. Uno dei pochi difetti è rappresentato dal fatto che, quando un articolo di cuoio è ancora nuovo, può presentare un odore piuttosto forte, che potrebbe trasmettersi all'ambiente circostante. Nella presente guida, a tal proposito, verrà indicato come eliminare l'odore di cuoio impiegando metodi piuttosto semplici da mettere in pratica.

24

Un primo rimedio che può essere adottato per eliminare l'odore di cuoio è rappresentato dal bicarbonato di sodio, che viene solitamente impiegato per le pulizie di casa oppure, ingerito, per risolvere diversi problemi a livello digestivo. In realtà, il bicarbonato di sodio costituisce anche un deodorante, molto utile nel ridurre l'odore del cuoio; è sufficiente, infatti, mettere l'oggetto in cuoio in una scatola di cartone e coprire la superficie con il bicarbonato, in modo che il suo odore venga completamente assorbito.

34

Perché l'operazione abbia successo è necessario lasciare l'oggetto chiuso nella scatola per almeno 4 giorni; trascorso tale periodo di tempo scuoterlo per togliere ogni traccia di bicarbonato. È possibile procedere anche in un altro modo, sciogliendo il bicarbonato (5 o 6 cucchiaini) in un bicchiere colmo d'acqua e, successivamente, bagnando delle garze o dei batuffoli di cotone. A questo punto inserire l'oggetto in un contenitore di plastica; nello stesso contenitore disporre le garze imbevute. Anche in questo caso lasciare agire per qualche giorno.

Continua la lettura
44

Un'altra sostanza che può essere utilizzata per eliminare l'odore di cuoio è l'aceto bianco; l'aceto è conosciuto, da molti anni, come un rimedio efficace nei confronti di diversi odori sgradevoli. L'aceto deve essere diluito con dell'acqua; prendere un bicchiere (o un altro contenitore, in base alle dimensioni dell'oggetto di cuoio), diluire 1 parte di aceto bianco e 5 di acqua e usare un panno per distribuire la soluzione sull'oggetto interessato. In alternativa, è possibile utilizzare una bottiglietta dotata di spray per spolverizzare con più facilità l'aceto. Una volta conclusa l'operazione lasciare asciugare l'oggetto ponendolo in un luogo esposto all'aria; se non è possibile, disporlo sopra ad un tavolo ed azionare un ventilatore per pochi minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come tagliare, tingere, incollare e cucire il cuoio

Il cuoio è uno dei materiali più antichi utilizzati dall'uomo per la produzione di vestiario ed accessori. Il cuoio viene ottenuto dalla pelle degli animali attraverso un trattamento chiamato concia che impedisce la sua putrefazione. Presenta ottime...
Materiali e Attrezzi

Come incollare e piegare il cuoio

Il cuoio viene utilizzato per la realizzazione di capi d'abbigliamento oppure attrezzature sportive. Questo materiale ha un'ottima resistenza, non è impermeabile ed è discretamente elastico. Se si vogliono creare degli oggetti artigianali in cuoio è...
Materiali e Attrezzi

Come Scegliere Gli Utensili Adatti A Cucire E Stringare Oggetti Di Cuoio

Il cuoio si presta a tantissime lavorazioni come borse, cinte, portachiavi, agende e tanto altro. Se avete il desiderio di creare qualcosa di particolare da abbinare con un abbigliamento elegante o rockettaro, l'ideale è usare il cuoio. Le tecniche di...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare il cuoio

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter tagliare il cuoio, il tutto facendo riferimento al metodo del fai da te, che non ci lascia mai da soli, ma che al contrario, ci viene spesso in aiuto. Iniziamo subito con il...
Materiali e Attrezzi

Come eliminare l'erba tra gli autobloccanti

Se nel nostro giardino abbiamo deciso di rifare la pavimentazione del viottolo di accesso utilizzando i cosiddetti autobloccanti, allora è da mettere in preventivo che periodicamente bisognerà intervenire per eliminare l'erba che nasce spontaneamente...
Materiali e Attrezzi

Come eliminare la ruggine dal cromo

Il cromo è un metallo piuttosto resistente che si presta benissimo per la realizzazione di innumerevoli oggetti presenti nella nostra vita quotidiana. Come del resto tutti gli altri metalli, anche il cromo è soggetto agli attacchi della ruggine quindi,...
Materiali e Attrezzi

Come eliminare una bruciatura dal legno

Il legno è un materiale che non manca mai nelle nostre case. Tutti noi nelle proprie abitazioni abbiamo almeno un mobile antico, o una porta di legno, o il pavimento in parquet, o un tavolo di legno, o un piano di lavoro in cucina e tantissime altre...
Materiali e Attrezzi

Come eliminare le bolle d'aria nella preparazione del gesso

Con l'utilizzo della polvere di gesso potete fare tanti lavoretti originali usando la tecnica del fai da te. Ad esempio usando degli stampini come quelli che solitamente si usando per fare i dolci, si possono creare fantastiche formine da usare come sopra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.