Come Eliminare La Biacca Da Un Mobile Vecchio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molto rinomata ed utilizzata sin dall'antichità la biacca è una pittura speciale a base di piombo (da qui anche il nome bianco piombo), La vendita di quest'oggetto è proibita sotto forma di polvere in particolare nella comunità europea ed anche negli USA. L'efficacia del prodotto in questione è proprio il motivo della sua fama anche dopo 20 o 30 anni non demorde e non diviene fragile. Il composto si secca con grande rapidità(grazie al piombo). Nell'ambito della restaurazioni di vecchi mobili in legno questo composto gioca un ruolo fondamentale: in quanto il primo step consiste nel sverniciare il mobile. L'idea consiste nell'utilizzare la biacca per poter vedere la patina del mobile: essa si presenta sotto forma di una pasta oleosa, quest'ultima viene realizzata con un miscuglio di litopone, della terra d'ombra naturale ed infine olio di lino cotto. La biacca viene usata per diminuire le imperfezioni del mobile, con il passare degli anni essa assume un colore molto scuro. In questa guida vi verrà spiegato come eliminare la biacca da un mobile vecchio, procedimento non sempre facile.

25

Occorrente

  • spugnette abrasive
  • stracci
  • fogli di giornale
  • ammoniaca
  • candeggina
35

Il primo step consiste nel portare un un posto all'area aperta il suddetto mobile (ignorare questo procedimento se si tratta di un mobile ricavato da un albero di abete), ora indossate i guanti protettivi e la mascherina protettiva per evitare problemi. Mescolate acqua e ammoniaca nelle seguenti dosi: acqua e 1/6 di ammoniaca; A questo punto mettete un po' di soluzione in alcuni giornali recuperati precedentemente e poi poggiateli sul mobile da sverniciare: ovviamente dovrete ricoprire il mobile completamente .

45

Noterai dopo molti minuti che la biacca tende ad ammorbidirsi, a quel punto con una paglietta di quelle che pulisci il fondo delle pentole esegui movimenti continui e circolari per staccare la vernice. Cambia sempre la spugnetta e al termine passa dei vecchi stracci per togliere la biacca.
Con un getto di acqua corrente, potresti usare una pompa, risciacqua il mobile e con stracci puliti tamponalo per eliminare l' ammoniaca residua.
Lascia all' aria aperta il mobile ad asciugare.

Continua la lettura
55

Nel caso il tuo mobile sia in legno d' abete prepara invece una soluzione fatta con acqua e 1/3 di candeggina.
Con una spugna imbevuta nella soluzione bagna con attenzione tutto il mobile, seguendo le venature. Lascia che la soluzione abbia effetto per alcune ore, poi risciacqua con acqua corrente e per finire spazzola con cura il legno in modo da eliminare la sostanza. Termina passando dell' alcool etilico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come recuperare un vecchio mobile

Anche tu hai un mobile vecchio, un po' malandato e che è proprio brutto da vedere? Non accantonarlo in soffitta e tanto meno non gettarlo via. Devi sapere che è possibile recuperare un vecchio mobile con pochi e semplici passi. Seguendo questa guida...
Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
Casa

Come ridare vita a un vecchio mobile

Per chi è appassionato di riciclo creativo, oggettistica e arredamento vintage e, soprattutto, del fai da te, visitare dei mercatini dell'usato può costituire un'occasione unica per trovare, a poco prezzo, mobili o complementi d'arredo. Una volta acquistati,...
Casa

Come trasformare un vecchio mobile in una cucina per bambini

Fare felici i bambini accontentandoli in tutti i loro desideri sarebbe fantastico, solo che è anche molto dispendioso, considerati i prezzi che hanno raggiunto i giocattoli negli ultimi decenni. Se avete un po'di praticità nella tecnica del fai da tee...
Casa

Come personalizzare un vecchio mobile

Trasformare vecchi mobili in nuovi pezzi funzionali è un modo intelligente ed economico per arredare la propria casa in maniera originale e personalizzata. Attraverso delle semplici tecniche di pittura, ad esempio, è possibile dare nuova vita a credenze,...
Casa

Come eliminare i tarli dal mobile in legno

Alcune volte, potrebbe succedere che un determinato mobile di antiquariato in legno (il quale fa la propria splendida figura nel vostro salone, grazie alla sua raffinatezza) si stia progressivamente "bucherellando", formando degli effetti indesiderati...
Casa

Come eliminare i graffi da un mobile

I mobili di casa a volte diventano oggetto dell'attenzione dei bambini che, volontariamente o involontariamente, lasciano i segni del loro passaggio. In cima alla lista di indiziati peri i graffi però troviamo i gatti! Segni e graffi sui mobili di legno,...
Casa

Come eliminare l'intonaco vecchio

L'intonaco della vostra parete sta iniziando a screpolarsi, macchiarsi di muffa oppure a gonfiarsi fino ad arrivare a distaccarsi dalla base? Se si, è necessario prendere alcuni provvedimenti. Finché si tratta di semplice muffa, e l'intonaco è ben...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.