Come eliminare la buccia d'arancia in modo naturale

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La presenza della cosiddetta buccia d'arancia sulla pelle, è il tipico risultato di una infiammazione del tessuto adiposo. Si tratta infatti di un problema estetico molto frequente soprattutto nelle donne, che però è facilmente risolvibile. In riferimento a ciò, in questa guida ci sono alcuni utili consigli su come eliminare la buccia d'arancia in modo naturale.

26

Occorrente

  • Succo di melograno
  • Sidro di mele
  • Miele
36

La pelle a buccia d’arancia, è costituita da un eccesso di grasso presente nella parte sottocutanea e visibile anche ad occhio nudo, provocando un effetto simile ad un bassorilievo. In merito non esiste una spiegazione specifica per la quale compare la buccia d'arancia, ma è altresì chiaro che un'ampia serie di fattori possono contribuirne alla formazione. Uno dei motivi principali è dovuto agli sbalzi ormonali causati da problemi alla tiroide, in presenza del ciclo mestruale non regolare, in fase di gravidanza o in menopausa.

46

Il primo consiglio utile per eliminare la pelle a buccia d'arancia è di modificare il proprio stile di vita, seguendo una dieta equilibrata e svolgendo costantemente dell'attività fisica. Un rimedio naturale molto efficace per contrastarne la formazione, è un particolare ingrediente ovvero il sidro di mele o il succo di melograno. Sono infatti necessari due cucchiai di uno dei due prodotti versati in un bicchiere d'acqua e dolcificando magari con un po' di miele, dopodichè bisogna miscelare bene, e berne poi un bicchiere ogni mattina per almeno quindici giorni. Inoltre è anche possibile unire una parte di sidro di mele o di melograno con tre parti di olio come base per un massaggio. Ne verrà fuori un composto da usare come sostanza da applicare direttamente sulla pelle interessata dalla buccia d'arancia, e per almeno una volte al giorno per circa un mese.

Continua la lettura
56

Un altro ottimo rimedio per eliminare la buccia d'arancia, è dunque come precedentemente citata l'attività fisica; infatti, è importante fare degli allenamenti giornalieri particolarmente mirati ad agire sulla zona glutei e per tonificarne la muscolatura. È comunque fondamentale, qualunque trattamento si decida di intraprendere, di bere molta acqua perché aiuta ad eliminare i liquidi che ristagnano nei tessuti adiposi e che generano perciò questo problema. Molto indicati sono anche i prodotti che aiutano la circolazione sanguigna, come ad esempio i frutti di bosco oppure gli agrumi quindi ricchi di vitamina C, ed importanti per garantire il perfetto funzionamento delle difese immunitarie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come tingere la lana con la buccia di cipolla

In questo articolo vogliamo dare una mano, a tutti quei lettori, che sono dei veri e propri appassionati delle nostre guide sul fai da te ed anche sul bricolage. Nello specifico vogliamo aiutarli a capire come poter tingere la lana con la buccia di cipolla....
Bricolage

Come seccare le fette di arancia a scopo ornamentale

Se intendiamo creare qualche originale decorazione per la nostra casa, possiamo riciclare tantissimi prodotti, e tra questi persino le fette di arancia. Si tratta infatti di farle prima seccare, e poi creare delle originali quanto bellissime figure. A...
Bricolage

Come realizzare delle rose di Natale profumate con le bucce d'arancia

Se avete intenzione di preparare la cena o il pranzo di Natale ricchi di piatti gustosi ed esteticamente belli, sicuramente vi piacerà l'idea di arricchire anche la vostra tavola e, più in generale, la vostra casa, con degli ornamenti originali e creativi....
Bricolage

Come addobbare il nostro albero di natale con le fette di arancia

Ogni anno si ha il desiderio di cambiare le decorazioni natalizie, anche se acquistarne sempre di nuove è piuttosto dispendiose. Se siete dunque stanche di addobbare il vostro albero natalizio con le solite palline glitterate, le campanelle colorate,...
Bricolage

Come fare un repellente naturale per cani

Potrebbe capitare che il nostro amico Fido, non proprio educato, possa cominciare a fare i suoi bisogni in un angoletto della nostra casa. Sicuramente si tratta di una pessima abitudine che deve essere stroncata immediatamente. Per dissuadere il nostro...
Bricolage

Come fare un repellente naturale per zanzare

In commercio esistono molti tipi di metodi per allontanare queste fastidiosissime zanzare. Li conosciamo tutti, sono i classici zampironi, lampade elettriche, piastrine e ogni altro ritrovato della tecnologia. Ma per coloro che vogliono utilizzare delle...
Bricolage

Come eliminare le macchie di umidità in modo ecologico

Il problema dell'umidità rappresenta spesso un fastidioso cruccio che nasce quasi sempre in inverno. Gli antiestetici aloni che fioriscono sulle pareti delle stanze e macchiano gli angoli, sono spesso causati da una quantità eccessiva di condensa presente...
Bricolage

Come eliminare l'odore di acquaragia

L'acquaragia è un solvente spesso indispensabile per alcuni lavoretti del tipo fai da te, specie di verniciatura. Questo solvente serve infatti, per pulire i pennelli dopo averli utilizzati, oppure per rimuovere la ruggine dai metalli. L'acquaragia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.