Come Eliminare La Gramigna Dal Terreno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete un pezzo di terreno che, con il tempo, è stato invaso dalla gramigna? Vorreste seminare un bel prato inglese nel vostro nuovo giardino ma vi trovate a lottare con delle infestanti? Se volete liberarvene, dovrete dedicarvi diverso tempo: seguite i nostri consigli e avrete la soluzione migliore per eliminare la gramigna.

26

Occorrente

  • Motocoltivatore o zappa o diserbante chimico
  • Rastrello
36

La gramigna rossa è una pianta infestante, appartenente alla famiglia delle graminacee, tra le più comuni e conosciute al mondo. Essa occupa terreni, prati, giardini, rallentando la crescita delle altre piante presenti. Si rende quindi fondamentale debellarla del tutto se si vuole ottenere un risultato duraturo nel tempo. La prima cosa da fare se abbiamo un terreno infestato dalla gramigna è quella di rivoltare la terra con un mezzo agricolo (motocoltivatore o motozzappa, si possono trovare generalmente anche a noleggio) oppure, se il terreno non è eccessivamente grande, di zappare "a mano" l'area interessata, raschiandola poi con un rastrello per portare in superficie tutte le radici. Dopo questo primo passo che risulta fondamentale per il continuo della guida, passate al secondo.

46

A questo punto, qualsiasi strategia abbiate adottato, dovrete procedere con l'eliminazione di tutte le radici che siete riusciti a fare affiorare, aiutandovi con un rastrello e un badile. Le piante estirpate dovranno poi essere portate in un luogo ben distante dal terreno, oppure smaltite correttamente presso una discarica autorizzata, o ancora - se possibile e in totale sicurezza - bruciate. Ricordatevi che fino a quando non avrete eliminato le radici, la pianta continuerà a crescere.

Continua la lettura
56

Se siete alle prese con un'area di dimensioni elevate, oppure avete poco tempo a disposizione, potete procedere con un diserbo chimico: informatevi sull'acquisto di un diserbante totale (o specifico per la gramigna) presso un centro che si occupa di giardinaggio. Il prodotto agisce sulle radici della pianta, devitalizzandola in un tempo di circa 5-7 giorni. Questo lavoro deve essere fatto a inizio primavera, quando la gramigna sta iniziando a fiorire. È importante che non piova per qualche giorno dopo il trattamento. Cercate di utilizzarlo non in presenza di vento, in quanto quest'ultimo potrebbe spargere la sostanza causando danni anche a piante vicine. In ogni caso il consiglio è quello di eliminare comunque successivamente, con una zappa e un rastrello, le radici dal terreno.
ATTENZIONE alle indicazioni d'uso e ai possibili effetti collaterali del diserbante chimico!

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come eliminare le infestanti dal prato

Tutti i possessori di un giardino, prima o poi, si ritrovano a dover affrontare il problema delle piante infestanti, che oltre a minare l'estetica del prato, ostacolano la crescita delle altre piante. Gli infestanti sono erbe spontanee che crescono spontanee...
Giardinaggio

Consigli per una perfetta aratura di un terreno argilloso

Se stiamo imparando le tecniche di coltivazione di alcuni tipi di piante o di ortaggi, è importante sapere che prima di tutto chi svolge un ruolo primario per la corretta propagazione dei semi è il terreno, che a seconda delle sue caratteristiche strutturali,...
Giardinaggio

Come estirpare i rovi dal terreno

Possedere un giardino significa essenzialmente prendersi cura del terreno nell'arco di tutto l'anno, in modo da eliminare le piante infestanti che possono attecchire e crescere in maniera esponenziale soffocando ogni genere di coltivazione. I semi, trasportati...
Giardinaggio

Come spianare un terreno

Lo spianamento di un terreno è un'operazione dalla quale non si può prescindere nel momento in cui si decide di destinare a qualsivoglia uso una superficie. Spianare un terreno è infatti importante se si decide di costruire un edificio, specie se contornato...
Giardinaggio

Come arricchire un terreno sabbioso

Un terreno si definisce sabbioso quando la presenza di sabbia è superiore al 70%. Esistono diversi tipi di sabbia con granuli di diverse dimensioni. Solitamente la grandezza dei granelli va dai 50 micron ai 2 millimetri. La sabbia viene anche classificata...
Giardinaggio

Come preparare il terreno per un orto

Lavorare la terra non è un semplice hobby ma qualcosa di più profondo e quasi spirituale. Il contatto delle mani con la terra calda è qualcosa di molto profondo. Come ogni attività, però, necessita di regole a cui attenersi: quando si decide di praticare...
Giardinaggio

Come livellare il terreno

Prima di coltivare qualsiasi pianta in giardino, o se bisogna installare una piscina, è necessario il terreno sia ben livellato. Se si effettua questa operazione, il terreno degrada più lentamente e non occorre poi dover agire per pareggiare eventuali...
Giardinaggio

Cosa coltivare su un terreno sabbioso

Un terreno sabbioso presenta lo svantaggio di trattenere scarsamente l'acqua, ma compensa questo difetto con la maggiore lavorabilità del terreno. Se vogliamo coltivare su terreni sabbiosi, dovremo quindi ricordarci di annaffiare poco e spesso le nostre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.