Come eliminare le infestanti dal prato

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti i possessori di un giardino, prima o poi, si ritrovano a dover affrontare il problema delle piante infestanti, che oltre a minare l'estetica del prato, ostacolano la crescita delle altre piante. Nei seguenti passaggi, vi fornirò alcuni consigli su come eliminare le infestanti dal prato. In questa guida, troverete dei suggerimenti sulla rimozione di quelle più comuni e particolarmente invasive, come l'Acetosella, l'Euforbia maculata e il Bromo. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Dicamba
  • Acqua
  • Erbicida di Isoxaben
  • Erbicidi a base di Fenoxaprop-p-etile
36

Anzitutto, l'Acetosella è un'erba particolarmente invasiva e risulta di difficile contenimento, tanto che alle volte, viene lasciata liberamente vegetare nei prati, dove può ricoprirli interamente, facendo così assumere al giardino uno spiacevole tappeto giallo in primavera-estate. Per eliminarla, dovrete ricorrere all'impiego di un erbicida chiamato Dicamba, utilizzando una dose di 15 millilitri in 5 litri di acqua per una superficie di 100 metri quadrati. Distribuitelo in primavera in giornate non ventose. Inoltre, potrete stare tranquilli nell'utilizzarlo, perché esso non danneggia in alcun modo le graminacee. L'Euforbia maculata, invece, si sviluppa annualmente in estate e per eliminarla, dovrete ricorrere ad un'abbondante irrigazione del prato, facendo in modo che l'infestante soffochi compeltamente.

46

In alternativa, potrete utilizzare l'erbicida di Isoxaben: applicatelo nel periodo primaverile prima della germinazione; le dosi consigliate sono circa 10 millilitri in 5 litri di acqua su una superficie di 100 metri quadrati. Anche in questo caso, con l'utilizzo del prodotto, non danneggerete le essenze graminacee. Un'altra erba infestante è il Bromo, una graminacea annuale che si sviluppa in autunno-primavera. Potrete contenere il suo sviluppo con concimazioni azotate del prato, irrigazioni e sfalci frequenti, oppure ricorrendo ad erbicidi a base di Fenoxaprop-p-etile. Come in precedenza, utilizzate il prodotto in primavera.

Continua la lettura
56

Con lo stesso prodotto, potrete ridurre la crescita di altre graminacee, che in genere infestano i prati nel periodo estivo, come la Sorghetta, la Setaria e la Digitaria. Con questi semplici consigli, sarete in grado di mantenere il vostro prato sano e bello, riducendo al minimo la presenza di piante infestanti e godendovi al meglio il vostro giardino. Inoltre, vi consiglio, prima di utilizzare qualsiasi tipo di prodotto disinfestante, di leggere attentamente le istruzioni sulla confezione, alcuni potrebbero risultare nocivi per le vostre piante, quindi procedente con prudenza. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come eliminare le erbacce dal prato

Possedere un bel prato curato è il sogno di moltissime persone, ma per ottenerlo bisogna sudare e faticare molto, Curare il prato può essere considerato un lavoro, un hobby oppure un buon modo per rilassarsi in mezzo al verde. Ci sono al suo interno...
Giardinaggio

Come eliminare le erbe infestanti dal giardino

Quando si possiede un piccolo angolo di terra nel proprio giardino, è bene sapersi prendere cura in maniera appropriata delle proprie piante. Questo lo si può fare non solo con la passione e l'amore per il giardinaggio, ma occorre avere anche una serie...
Giardinaggio

Come eliminare le zona a ristagno d'acqua nel prato

Dopo una violenta ed improvvisa precipitazione, specie se susseguente ad un lungo periodo siccitoso, è possibile che nel prato si formino una o più aree caratterizzate da un ristagno d'acqua, simili a grandi pantani. Il terreno del nostro giardino può...
Giardinaggio

Come prevenire la proliferazione di erbe infestanti in modo ecologico

Le erbe infestanti, o malerbe, sono invasive e dannose. Crescono spontaneamente e non sono utili all'uomo. Si distinguono in annuali o perenni, e deturpano le aiuole, i giardini, gli orti come i prati. Solitamente, si utilizzano rimedi chimici per prevenire...
Giardinaggio

Come liberare il prato dal dente di leone

Le erbe infestanti che invadono i manti erbosi sono molte e possono essere distinte in 2 categorie principali: quelle a foglia stretta o graminacee e quelle a foglia larga, tipologia cui appartiene il tarassaco o dente di leone. Le malerbe danno al prato...
Giardinaggio

Come riseminare il prato in giardino

Un prato pulito, fresco e libero da erbacce infestanti è un toccasana per gli occhi e per il cuore. Purtroppo, per lo sporco e la crescita di fastidiose erbe invasive, il prato si riempie facilmente di fastidiosi elementi che ne ostacolano la bellezza....
Giardinaggio

Come Diserbare Le Infestanti Lungo I Viali

Fare il giardiniere per le semplici opere nei propri giardini e viali di casa non è particolarmente complesso: le opere base possono essere applicate autonomamente senza il bisogno di ricorrere a specialisti del mestiere. Di conseguenza sarà possibile...
Giardinaggio

Come far crescere rigoglioso il tuo prato

Un prato bello e rigoglioso è il miglior modo di "arredare" il proprio giardino. Crescere un prato non è difficile, e curarlo è un modo salutare di rilassarsi nel tempo libero. Un bel manto erboso uniforme regala luce ed allegria agli spazi all'aperto....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.