Come eliminare le radici di un albero tagliato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se avete un giardino, oppure avete acquistato un terreno e dentro ci sono degli alberi dovete stare bene attenti a ciò che fate. Prima di tutto informatevi su che tipo di piante sono, se sono giovani, oppure centenari, perché in questo caso non potrete estirparli, se prima non chiedete un permesso. Quindi se proprio al posto di quell'albero voi volete che ci cresca del prato, per ottenere un angolo relax, per posizionare una piscina, un gazebo o altro, dovrete chiamare un'apposita ditta che si occupi di estirpare e far riposizionare le piante. Se invece avete già tagliato la pianta ed è rimasto solo il tronco, fate attenzione, perché vanno tolte anche le radici, che se rimangono sotto terra, potrebbero far rinascere spiacevoli piantine che darebbero enorme fastidio al vostro giardino. Allora come fare per eliminare le radici di un albero tagliato? Ecco una guida che ve lo spiega passo per passo.

27

Occorrente

  • piccone, motosega, olio di gomito
37

Scava intorno all'albero

Per fare questo lavoro con il metodo tradizionale bisogna munirsi di pala, piccone e una motosega di media grandezza. La prima cosa da fare è quella di scavare tutto intorno all'albero fino a far rimanere solo le radici; una cosa importante è arrivare al punto che queste si possano vedere perfettamente. Se rimangono tracce di terreno queste potrebbero fungere da ostacolo per l'eliminazione completa delle radici.

47

Batti in modo energico sul tronco

A questo punto, dopo aver tolto tutto il terriccio, bisognerà riprendere il piccone e cominciare a battere in modo energico sul tronco causandogli delle fratture. Questo lavoro è molto pesante, quindi richiede una certa forza ed energia. Dopo averlo picconato, il tronco risulterà essere diviso e presenterà una certa flessibilità. In questi casi bisogna capire se c'è ancora bisogno di ulteriore lavoro con il piccone, dal momento che non vi è una regola fissa; più sarà fratturato il tronco e maggiore sarà la probabilità che le radici vengano via facilmente.

Continua la lettura
57

Taglia nei punti fratturati

Quando si è sicuri che la morbidezza del tronco possa andare bene, bisognerà prendere l'attrezzo motosega e tagliare nei punti fratturati del tronco in modo verticale e orizzontale così da esportare piccoli pezzi di radice. Questo lavoro è fondamentale: più si procede con lentezza e precisione e più si avrà la certezza che la radice completa venga via. Non bisogna lasciare alcuna traccia di radici in quanto esse, dopo un breve periodo di tempo, cominceranno a far rinascere piccole piantine. Dopo aver finito tutto il lavoro bisognerà ricoprire la buca con dell'altro terriccio in modo da poter piantare altri alberi.

67

Usa uno scavatore

Oltre al metodo tradizionale, per eliminare le radici di un albero tagliato vi è anche un metodo moderno che comporta l'utilizzo di uno scavatore: esso è molto efficace e, sicuramente, più veloce. Questo consiste nello sradicare completamente le radici dal terreno senza dover spendere tempo al lavoro con la pala e con il piccone. Anche in questo caso, però, sarebbe appropriato dapprima ammorbidire il tronco con piccole fratture in modo che lo scavatore possa semplicemente alzare la zolla senza rischiare di rompersi.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la pianta è grande chiamare un'azienda che vi possa mandare una ruspa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come installare una barriera per le radici

Alcuni alberi come il pino silvestre, l'eucalipto e il bambù sviluppano radici superficiali estremamente invasive, capaci di danneggiare la pavimentazione esterna e di soffocare altre piante a loro vicine, impedendone la crescita corretta.Al momento...
Giardinaggio

Come piantare nel terreno un ramoscello di un albero o pianta

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter piantare nel terremo un ramoscello di un albero o pianta, con le nostre mani e nel modo più naturale possibile. Se nel caso avessimo tagliato un ramoscello di un albero o di una pianta e...
Giardinaggio

Come potare le radici del bonsai

I bonsai sono tanto belli quanto delicati, e richiedono quindi una manutenzione costante per poterli mantenere e goderseli a lungo. Di fondamentale importanza è la potatura, che su questo tipo di pianta di origine giapponese, va fatta su rami, foglie...
Giardinaggio

Come praticare la resezione delle radici di una pianta

A volte, anche se per nostra natura non possediamo il cosiddetto "pollice verde", capita che ci vengano regalate delle piante, o da appartamento oppure da esterni. E quando arriva in dono un elemento della natura così bello e rigoglioso, è lo stesso...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di ippocastano

Avete molto spazio nel giardino? Avete una casa in campagna? Coltivare un albero di ippocastano è una scelta più che azzeccata. Prima di tutto ricordiamo che è originario dell'Europa orientale, nel nostro paese si trovano nelle regioni all'interno...
Giardinaggio

Come piantare un albero di tiglio

Il tiglio, conosciuto più che altro come pianta le cui proprietà sono sfruttate sia in campo estetico (si pensi alla produzione di saponi, di creme e di lozioni) che farmaceutico, ha la caratteristica di possedere una chioma molto frondosa, diramata...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di albicocco

Le albicocche sono normalmente dei frutti deliziosi, pieni di succo e hanno un sapore delicato. Queste qualità sono ancora più accentuate soprattutto se vengono mangiate direttamente dall'albero, in quanto sono più gustose rispetto a quelle che vengono...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.